Passa ai contenuti principali

BANCA POPOLARI BARI: VACCARO (UIL), PIANO IRRICEVIBILE PER ESOSITA’ RICHIESTE, AZIENDA RIVEDA POSIZIONI

Certamente il nuovo piano industriale che la Banca Popolare di Bari ha inviato ai Sindacati di categoria una cosa è riuscita a farla: quella di sollevare sconcerto tra i lavoratori e in particolare tra coloro che prestano la loro attività nel territorio della Basilicata (per non parlare della reazione immediata della clientela).
Si sottolinea che la riduzione del personale per la sola città di Potenza è pari a 130 unità, vale a dire l’intera Direzione di Potenza che da sola rappresenta più del 25% dei 504 licenziamenti previsti dal piano oltre a quelli che potrebbero derivare dalle chiusure delle Filiali in provincia. In Basilicata 130 lavoratori del credito rappresentano il 12% della forza lavoro del settore nell’intera Basilicata. Un prezzo enorme che il nostro territorio non può e non deve pagare. Dopo aver ricercato ed ottenuto buona occupazione nella categoria del Credito con la stabilizzazione dei lavoratori nel Gruppo Intesa San Paolo, non possiamo assistere alla chiusura e perdita di occupazione nella Banca che ha raccolto la storia del credito in regione. La UIL, e nello specifico la UILCA, come l’intera comunità di Basilicata 12 anni fa hanno creduto nel progetto della Banca Popolare di Bari che, mettendo in sintonia economie orizzontali, incorporò con successo la Nuova Banca Mediterranea consolidando la ragione sociale “Popolare” con un azionariato diffuso e radicato per essere una Banca al servizio delle economie locali. In ciò hanno creduto i cittadini della Basilicata che hanno contribuito anche a dare sostanza e dignità al Capitale Sociale, sottoscrivendo più volte aumenti di capitale anche in considerazione del fatto che contribuire a mantenere un’attività economica come una banca, giova all’economia del territorio e quindi a un concetto più ampio rispetto alla redditività del singolo investimento. Nell’era della globalizzazione non vogliamo certo fare una battaglia di campanile ma, visto che i “denari” per lo sviluppo di questa Banca arrivano anche dalle economie di questo territorio, vogliamo SINDACARE sulle scelte strategiche soprattutto quando queste portano decrescita di occupazione. Gli Uffici distaccati della Direzione Generale di Potenza non sono un regalo fatto al territorio; rappresentano il frutto di un accordo sindacale per garantire la continuazione di lavorazioni dove il grado di specializzazioni era già consolidato nella passata Banca Mediterranea come la gestione delle Tesorerie di Enti che con l’influenza della Banca in nuovi territori ha potuto vincere sempre più gare di appalto dando servizi di eccellenza. Ora, in una logica incomprensibile, anche dal punto di vista economico, si vuole affidare all’esterno il servizio subappaltandolo e mandando a casa i​ lavoratori. Siamo felici di ricevere una smentita su questo argomento. Tutto questo accade a un solo anno dalla nuova scelta strategica di non estendersi e consolidarsi tra territori attigui orizzontalmente, ma tentando una crescita verticale attraverso la dorsale adriatica attraverso l’acquisizione del gruppo Tercas, una delle 5 Banche commissariate note alle cronaca. Sulla situazione siamo fortemente preoccupati anche in considerazione della tempistica (l’ultimo accordo, peraltro non attuato pienamente, risale solo al 19/07/2016) e del tenore del piano di ristrutturazione presentatoci, sul quale dobbiamo rilevare in primis che probabilmente ai piani alti della Banca qualcuno ha sbagliato a leggere le “carte”. Ci riferiamo alle “carte” della fusione per incorporazione del Gruppo Tercas; riteniamo, infatti, che una fusione per incorporazione dovrebbe rafforzare un gruppo bancario e, in tal senso abbiamo numerosi esempi anche recenti. Per restare nel perimetro delle (ex) popolari pensiamo, ad esempio, che la fusione tra Banca Popolare di Milano e Banco Popolare abbia prodotto valore aggiunto pur nella drammaticità del periodo che caratterizza tutto il settore (non solo la Banca Popolare di Bari) e il Paese in generale. In relazione, appunto, a quanto rappresentato in questo progetto di ristrutturazione, sembra che la Banca Popolare di Bari esca invece indebolita dalla fusione con Tercas. In alternativa a questo ragionamento dovremmo registrare incapacità a gestire il processo di fusione! ......delle due l’una! Oppure, la vera preoccupazione è rappresentata dal l’incertezza della trasformazione in Spa! Una banca che ha chiuso poco mesi fa un Bilancio con un utile netto di 5,2 MILIONI DI EURO non può e non deve presentare un “piano di lacrime e sangue” esclusivamente solo per i lavoratori, non mettendo minimamente in discussione le riduzioni di altri costi di gestione aziendale, quali: il compenso al “management”, le consulenze esterne, il costante e fulmineo turnover di assunzioni ad alto livello “gerarchico” che, come già da maturata esperienza, presto vengono “consegnati all’oblio”. La Redditività e la produttività non sono un frutto spontaneo ed immediato; specie dopo una fusione, esse vanno coltivate con scelte sapienti di strategie innovative; cose che non vediamo in questo piano così come ci è stato consegnato. Continuiamo pertanto ad affermare sempre più convinti che è irricevibile per l’esosità delle richieste, per la scarsa chiarezza e per l’assenza di prospettive future. Auspichiamo pertanto che l’Azienda riveda le sue posizioni o dia il piano reale, quello che ogni grande gruppo offre all’opinione pubblica per attrarre investimenti. In questi lunghi anni di crisi del sistema non è la prima volta che ci vengono richiesti sacrifici di questa portata ma, tutte le volte che è successo, abbiamo sempre chiesto (e ottenuto) in primo luogo certezze sul futuro dell’azienda e tutele reali per tutti i colleghi interessati dai processi. Sono stati questi i presupposti che ci hanno consentito di sottoscrivere gli accordi relativi agli ultimi piani industriali presentati dalla Banca Popolare di Bari, ma per​ raggiungere quelle intese ci si è avvalsi di un strumento non di secondo piano per gestire le eccedenze di personale: il fondo di sostegno al reddito. C’è bisogno di rinnovamento non rottamando le persone e asfaltando i territori ma creando anche e soprattutto un cambio generazionale, accompagnando gli anziani alla pensione garantendo nuova occupazione e stabilizzazione dei precari; per fare questo bisogna affidare questa importante trattativa a delegazioni trattanti con la presenza costante dei vertici della banca e del sindacato altrimenti con il caldo aumenterà anche la confusione.

Commenti

Post popolari in questo blog

A Rionero la presentazione del libro: TERRA DI CROCCO, attualità di una rivolta.

A Rionero in Vulture, nei Giardini del Palazzo Fortunato, il 18 Giugno 2018 alle ore 18.00 sarà presentato il volume "Terra di Crocco" attualità di una rivolta. Questo prezioso libro ripropone l'autobiografia di Carmine Crocco, curata da Michele Grieco e Illustrazioni di Ivan Larotonda. Tra i relatori della presentazione: Luigi Di Toro, Antonio Cecere, Vincenzo Labanca, Michele Pinto, Antonio Placido, Ivan Russo e Mons. Ciro Fanelli. Un'incontro per discutere e approfondire una delle pagine di storia più controversa dell'Italia post unitaria.

Rapone, venerdì 15 giugno l’inaugurazione della Casa di Riposo “San Vito Protettore” realizzata dal Comune

E' in programma venerdì 15 giugno, alle ore 18, l'inaugurazione della Casa di riposo "San Vito Protettore", realizzata a Rapone dall’Amministrazione Comunale di Rapone. Si tratta di un’attività già pronta per partire, essendo del tutto completata ed arredata. Il Comune ha deciso di dare alla struttura il nome del protettore, San Vito, che si festeggerà proprio venerdì 15. La struttura è situata in via del Turismo, nel cuore del centro abitato del “Paese delle Fiabe”. 

A proposito delle fiabe, questa è una di quelle a lieto fine. Si tratta infatti per il Comune, come sottolineato dal Sindaco Felicetta Lorenzo, di un ulteriore esempio di buona amministrazione, che contribuisce a non arrenderci nei nostri piccoli centri e dare una speranza, creando opportunità lavorative ed uno sprone all’economia del paese”. Insieme al Sindaco, al taglio del nastro ci sarà anche il parroco Don Giovanni e Giuseppe Sansone, amministratore unico di Dalida, la società che gestirà la struttu…

MISS IN4MISSIMA BASILICATA: prima tappa 'in trasferta' a GRAVINA in PUGLIA (BA)

Iniziate anche quest'anno le selezioni per la Basilicata del concorso nazionale di bellezza 'Miss In4missima', evento spettacolo con intrattenimenti e attrazioni, con debutto 'in trasferta' e ospiti all'evento 'Sportivity', la fiera dello sport più bella del Mezzogiorno, a Gravina in Puglia (BA) presso l'area dove si svolge l'iniziativa settoriale, in occasione della festa della birra artigianale e dello street food 'Beereaty'. La prima sfida per conoscere le miss finaliste regionali che guadagneranno l'accesso alle nomination per la finale regionale prevista per fine agosto, valevole per rappresentare la nostra regione alla finalissima nazionale in Emilia Romagna a Riccione dal 4 al 9 Settembre. Una serata ricca di ospiti, presentata da Antonio Petrino con la collaborazione di Chiara Dambrosio e Romeo Di Tolve, con defilè vari, musica dal vivo, scuola di ballo, con coinvolgimento del pubblico. Gara tirata e entusiasmante tra le m…

“Laghi di Monticchio – i Luoghi del Cuore FAI 2018”

E' con viva soddisfazione che vi comunico che oggi 10 giugno, Monticchio, nell’iniziativa del FAI “i Luoghi del Cuore” edizione 2018, ha raggiunto e superato i primi 1.000 voti posizionandosi al 8° posto nella classifica provvisoria. Grazie al passaparola sui social, il risultato ottenuto supera la somma di tutti i voti raccolti nelle precedenti iniziative a cui Monticchio ha partecipato. Risultato non da poco, questo, considerato il maggior bacino di utenza degli avversari, con i quali la competizione si presenta dura e impari se non uniamo tutti le nostre forze, unica via che ci permetterà di raggiungere un risultato migliore e pienamente soddisfacente. Non c’è dubbio che abbiamo bisogno di voi, come mezzi di informazione, per sensibilizzare e mettere in condizioni di poter creare il primo evento a partecipazione di massa della Regione.
Le attività che hanno caratterizzato i primi dieci giorni: 1) la pagina facebook @MonticchioFAI2018 ha curato la campagna promozionale, raccogliendo l…

Fake news in oncologia, l’Irccs Crob aderisce alla campagna nazionale Unamsi Cipomo

Affisso nell’oncologia medica dell’Istituto di ricerca il decalogo antibufale. 
L’Irccs Crob aderisce alla campagna di comunicazione nazionale promossa dall’Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione in collaborazione con il Collegio Italiano Primari Oncologi Medici Ospedalieri “Salute in Internet: 10 regole per navigare in sicurezza”. Il decalogo affisso nel reparto di oncologia medica e nel day hospital oncologico è rivolto a tutti gli internauti ed è composto da consigli fondamentali molto semplici da seguire: 1verificare la fonte, 2 accertarsi dell’aggiornamento del sito, 3 evitare cure mediche fai da te, 4 diffidare dalle prescrizioni senza visita, 5 monitorare il rispetto della privacy, 6 valutare con la giusta attenzione blog e forum, 7 occhio ai motori di ricerca, 8 non abboccare alla pubblicità mascherata, 9 acquistare con cautela farmaci online, 10 non cascare nella psicosi del complotto. Il progetto nazionale nasce dalla necessità di aiutare gli italiani a distingue…

“Pro Loco in festa” A Grumento Nova la XXIV Giornata Regionale delle Pro Loco

Dal 1994 il Comitato Pro Loco UNPLI Basilicata celebra la Giornata Regionale delle Pro Loco. Lo scopo è quello di portare le associazioni Pro Loco a contatto con i cittadini e le istituzioni per un proficuo confronto su argomenti di crescita culturale, sociale, turistica e ambientale. La XXIV Giornata Regionale delle Pro Loco, che si svolgerà domenica 17 giugno, sarà ospitata dalla Pro Loco di Grumento Nova, presieduta da Lucio Delfino, nel meraviglioso scenario storico, naturale e ambientalistico dell’alta Val d’Agri. Alla manifestazione - patrocinata da Regione Basilicata, Matera 2019 e APT Basilicata, con il sostegno di BCC Banca Credito Cooperativo Basilicata - prenderanno parte attivamente anche i Volontari del Servizio Civile impegnati nei progetti “Basilicata Terra Ribelle” e “Dalle Dolomiti lucane ai Calanchi-Ambiente e Cultura della Lucania”, quale ultima giornata di formazione generale. “Tra gli obiettivi programmatici dell’Unpli Basilicata vi è quello di consolidare ancor…

Fuoriclasse è…. Gli alunni della scuola primaria “ Rodari” di Potenza cittadini attivi con l’Unicef e Save the children

S. E. monsignor Ligorio, la preside Pucci, Mario Coviello e l’insegnante Pica 
Mercoledì 13 giugno alle 15,00, gli alunni di quarta e quinta della scuola primaria “ Rodari” e “ Albini- Stigliani” dell’Istituto Comprensivo “ Giacomo Leopardi” di Potenza hanno incontrato a scuola, a Bucaletto, gli assessori del Comune di Potenza alla cultura Falotico e all’ambiente Coviello, il garante per l’infanzia Giuliano, il presidente del Comitato provinciale Unicef di Potenza Coviello e S. E. il vescovo della città Salvatore Ligorio, accompagnato da Don Giuseppe, il parroco del quartiere. Con loro le operatrici di Save the children Candela e Romaniello e Paola Faggiano , presidente di “ Sinergie lucane”. Con questo incontro hanno portato a termine il progetto “ Fuoriclasse è…”, curato da Save the children che ha concluso il percorso sui diritti portato avanti in questi anni anche dall’Unicef.Ordinati sul palco e riconoscibili per i cartelli colorati gli alunni di prima e seconda media, guidati da…

Gli alunni della primaria “Albini-Stigliani” inaugurano la loro biblioteca. Con l’Unicef e “ Save the children si educano alla cittadinanza attiva.

Una delle pareti della biblioteca 
Giornata intensa per me quella del 12 giugno nell’Istituto Comprensivo “ Giacomo Leopardi” di Potenza. Il percorso sui diritti che i bambini e i ragazzi hanno portato avanti anche con il Comitato provinciale Unicef di Potenza si conclude con due manifestazioni. Alla scuola primaria Albini- Stigliani l’appuntamento è alle 11,00 per l’inaugurazione della biblioteca. Arrivo in anticipo e fotografo le pareti affrescate dall’insegnante Lucia Bonitatibus, il tappeto colorato con i cuscini, il semplice scaffale con tanti libri per le diverse fasce d’età. Mi sposto nell’auditorium accolto dalla dirigente scolastica Cinzia Pucci, sempre cordiale, e saluto il garante per l’infanzia Vincenzo Giuliano e l’assessore alla cultura di Potenza Falotico. La sala si riempie subito con gli alunni delle quinte di tutto l’Istituto e di molti genitori e nonni. Sono i ragazzi, guidati dalle insegnanti Caterina Genovese, Francesca Sportelli,Elvira Druda,che, con l’aiuto di ca…

“Un Abbraccio al Lago” “Insieme per il Parco”, che avrà luogo intorno al Lago Piccolo di Monticchio Lunedì 11 giugno 2018, dalle ore 9,30 alle 12,30

Lunedì 11 giugno 2018, dalle ore 9,30 alle 12,30. La manifestazione giunge al termine delle attività progettate nell’ambito del PTOF del nostro Istituto Comprensivo “Ex Circolo Didattico” di Rionero, curando, in particolare, gli aspetti relativi alla tutela e valorizzazione del nostro territorio: il Vulture. Le peculiari caratteristiche naturalistiche, paleontologiche, storiche dell’antico vulcano (oggetto di approfondimento nelle attività svolte) hanno finalmente portato, nel novembre 2017, all’istituzione del Parco Naturale Regionale del Vulture. Ci è parso che tale evento andasse valorizzato come un momento realmente storico per la nostra comunità. Da ciò è nata l’idea dell’”Abbraccio al lago”: una catena umana che circonderà il Lago Piccolo di Monticchio e che vedrà coinvolte 1000 e più persone ossia alunni e studenti dell’Istituto Comprensivo ex Circolo Didattico di Rionero, genitori, nonni, i docenti della scuola, rappresentanti e membri delle Associazioni a vario titolo imp…

Risultati elezioni comunali 2018 a Lavello

CANDIDATI Voti % Partiti % Seggi Eletto SindacoSABINO ALTOBELLO 2.828 38,8 Lista Civica - Si Puo' Fare 38,8 11 GIUSEPPE ALESSANDRO DECORATO 2.652 36,3 Lista Civica - Con Voi Per Lavello 36,3 3 ALFONSO MAURO MUSCIO 1.817 24,9 Movimento 5 Stelle 24,9