Passa ai contenuti principali

BANCA POPOLARI BARI: VACCARO (UIL), PIANO IRRICEVIBILE PER ESOSITA’ RICHIESTE, AZIENDA RIVEDA POSIZIONI

Certamente il nuovo piano industriale che la Banca Popolare di Bari ha inviato ai Sindacati di categoria una cosa è riuscita a farla: quella di sollevare sconcerto tra i lavoratori e in particolare tra coloro che prestano la loro attività nel territorio della Basilicata (per non parlare della reazione immediata della clientela).
Si sottolinea che la riduzione del personale per la sola città di Potenza è pari a 130 unità, vale a dire l’intera Direzione di Potenza che da sola rappresenta più del 25% dei 504 licenziamenti previsti dal piano oltre a quelli che potrebbero derivare dalle chiusure delle Filiali in provincia. In Basilicata 130 lavoratori del credito rappresentano il 12% della forza lavoro del settore nell’intera Basilicata. Un prezzo enorme che il nostro territorio non può e non deve pagare. Dopo aver ricercato ed ottenuto buona occupazione nella categoria del Credito con la stabilizzazione dei lavoratori nel Gruppo Intesa San Paolo, non possiamo assistere alla chiusura e perdita di occupazione nella Banca che ha raccolto la storia del credito in regione. La UIL, e nello specifico la UILCA, come l’intera comunità di Basilicata 12 anni fa hanno creduto nel progetto della Banca Popolare di Bari che, mettendo in sintonia economie orizzontali, incorporò con successo la Nuova Banca Mediterranea consolidando la ragione sociale “Popolare” con un azionariato diffuso e radicato per essere una Banca al servizio delle economie locali. In ciò hanno creduto i cittadini della Basilicata che hanno contribuito anche a dare sostanza e dignità al Capitale Sociale, sottoscrivendo più volte aumenti di capitale anche in considerazione del fatto che contribuire a mantenere un’attività economica come una banca, giova all’economia del territorio e quindi a un concetto più ampio rispetto alla redditività del singolo investimento. Nell’era della globalizzazione non vogliamo certo fare una battaglia di campanile ma, visto che i “denari” per lo sviluppo di questa Banca arrivano anche dalle economie di questo territorio, vogliamo SINDACARE sulle scelte strategiche soprattutto quando queste portano decrescita di occupazione. Gli Uffici distaccati della Direzione Generale di Potenza non sono un regalo fatto al territorio; rappresentano il frutto di un accordo sindacale per garantire la continuazione di lavorazioni dove il grado di specializzazioni era già consolidato nella passata Banca Mediterranea come la gestione delle Tesorerie di Enti che con l’influenza della Banca in nuovi territori ha potuto vincere sempre più gare di appalto dando servizi di eccellenza. Ora, in una logica incomprensibile, anche dal punto di vista economico, si vuole affidare all’esterno il servizio subappaltandolo e mandando a casa i​ lavoratori. Siamo felici di ricevere una smentita su questo argomento. Tutto questo accade a un solo anno dalla nuova scelta strategica di non estendersi e consolidarsi tra territori attigui orizzontalmente, ma tentando una crescita verticale attraverso la dorsale adriatica attraverso l’acquisizione del gruppo Tercas, una delle 5 Banche commissariate note alle cronaca. Sulla situazione siamo fortemente preoccupati anche in considerazione della tempistica (l’ultimo accordo, peraltro non attuato pienamente, risale solo al 19/07/2016) e del tenore del piano di ristrutturazione presentatoci, sul quale dobbiamo rilevare in primis che probabilmente ai piani alti della Banca qualcuno ha sbagliato a leggere le “carte”. Ci riferiamo alle “carte” della fusione per incorporazione del Gruppo Tercas; riteniamo, infatti, che una fusione per incorporazione dovrebbe rafforzare un gruppo bancario e, in tal senso abbiamo numerosi esempi anche recenti. Per restare nel perimetro delle (ex) popolari pensiamo, ad esempio, che la fusione tra Banca Popolare di Milano e Banco Popolare abbia prodotto valore aggiunto pur nella drammaticità del periodo che caratterizza tutto il settore (non solo la Banca Popolare di Bari) e il Paese in generale. In relazione, appunto, a quanto rappresentato in questo progetto di ristrutturazione, sembra che la Banca Popolare di Bari esca invece indebolita dalla fusione con Tercas. In alternativa a questo ragionamento dovremmo registrare incapacità a gestire il processo di fusione! ......delle due l’una! Oppure, la vera preoccupazione è rappresentata dal l’incertezza della trasformazione in Spa! Una banca che ha chiuso poco mesi fa un Bilancio con un utile netto di 5,2 MILIONI DI EURO non può e non deve presentare un “piano di lacrime e sangue” esclusivamente solo per i lavoratori, non mettendo minimamente in discussione le riduzioni di altri costi di gestione aziendale, quali: il compenso al “management”, le consulenze esterne, il costante e fulmineo turnover di assunzioni ad alto livello “gerarchico” che, come già da maturata esperienza, presto vengono “consegnati all’oblio”. La Redditività e la produttività non sono un frutto spontaneo ed immediato; specie dopo una fusione, esse vanno coltivate con scelte sapienti di strategie innovative; cose che non vediamo in questo piano così come ci è stato consegnato. Continuiamo pertanto ad affermare sempre più convinti che è irricevibile per l’esosità delle richieste, per la scarsa chiarezza e per l’assenza di prospettive future. Auspichiamo pertanto che l’Azienda riveda le sue posizioni o dia il piano reale, quello che ogni grande gruppo offre all’opinione pubblica per attrarre investimenti. In questi lunghi anni di crisi del sistema non è la prima volta che ci vengono richiesti sacrifici di questa portata ma, tutte le volte che è successo, abbiamo sempre chiesto (e ottenuto) in primo luogo certezze sul futuro dell’azienda e tutele reali per tutti i colleghi interessati dai processi. Sono stati questi i presupposti che ci hanno consentito di sottoscrivere gli accordi relativi agli ultimi piani industriali presentati dalla Banca Popolare di Bari, ma per​ raggiungere quelle intese ci si è avvalsi di un strumento non di secondo piano per gestire le eccedenze di personale: il fondo di sostegno al reddito. C’è bisogno di rinnovamento non rottamando le persone e asfaltando i territori ma creando anche e soprattutto un cambio generazionale, accompagnando gli anziani alla pensione garantendo nuova occupazione e stabilizzazione dei precari; per fare questo bisogna affidare questa importante trattativa a delegazioni trattanti con la presenza costante dei vertici della banca e del sindacato altrimenti con il caldo aumenterà anche la confusione.

Commenti

Post popolari in questo blog

Studente universitario di Melfi, Giovanni Balducci, viene premiato a Novara per una tesi sulla mafia di San Luca (Rc). Relatore Nando dalla Chiesa

Lo scorso, 26 novembre a Novara, è stato consegnato il premio da parte dell'Associazione La Torre-Mattarella (associazione nata in ricordo di Pio La Torre e Piersanti Mattarella, vittime della mafia) a quattro tesi dell'università degli Studi di Milano. E' un premio per tesi magistrali, ma quest'anno gli organizzatori hanno esteso il premio anche a chi ha superato la triennale di studi. Tra i premiati, anche uno studente lucano, dell’Università degli Studi di Milano, Giovanni Balducci, originario di Melfi, già studente del Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Avvicinato il giovane studente di Melfi, Giovanni Balducci ha dato un sunto del suo lavoro: “La mia tesi sulla criminalità organizzata si basa sulle famiglie e la storia della 'ndrangheta di San Luca (RC), "capitale" della 'ndrangheta, e nel mio elaborato sono riuscito a ricostruire le genealogie di tutte le più importanti famiglie criminali. La tesi ha un titolo significativ…

Nasce AMORe: Alleanza tra i 3 principali Istituti Oncologici del Sud

E' nata AMORe Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete. Con l'obiettivo di garantire cure antitumorali e abbattere il fenomeno dei viaggi della speranza verso il Nord i 3 principali Istituti oncologici del Mezzogiorno: l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, l'Istituto tumori di Bari Irccs Giovanni Paolo II e l'Irccs Centro di riferimento oncologico della Basilicata Crob di Rionero in Vulture si incontrano per dare vita ad una nuova rete. I direttori generali Attilio Bianchi, Antonio Delvino e Nicolò Cugno hanno firmato il 29 novembre a Bari la prima convenzione interregionale Campania-Puglia-Basilicata con l'intento di "tracciare la rotta per un nuovo modello di sanità in grado di coniugare i canoni di buona amministrazione con i bisogni assistenziali in continua evoluzione". Nove i punti dell'intesa: creare una Rete interregionale di Istituti oncologici che, attraverso una collaborazione sistematica, il confronto e lo scambio…

A Venosa la Bottega Teatro di San Domenico presenta "Un Viaggio tra Finzione e Realtà". Un evento straordinario

Attesissimo spettacolo a Venosa, per il 150° Anniversario di Luigi Pirandello: "Un Viaggio tra Finzione e realtà". Spettacolo ideato da Mariantonietta Dicorato e messo in scena dalla Bottega Teatro San Marco.  Spettacolo nello spettacolo con l'apertura della bellissima Chiesa di San Martino, location della manifestazione. Appuntamento quindi, domani a Venosa alle ore 20.30. 
Pino Di Lucchio

Barile-Ripacandida-Ginestra. Presentato il progetto Anter: " Il sole in classe". Energie rinnovabili ed educazione ambientale

L’Istituto Comprensivo “GIOVANNI XIII” di Barile - Ginestra – Ripacandida, nei giorni scorsi, ha aderitoal progetto di ANTER “Il Sole in Classe”. Grazie alla disponibilità e sensibilità del Dirigente Scolastico Tania Lacriola, della referente Giuseppina Grieco e di tutti gli insegnanti, anche la scuola è vicina al progetto dell’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili ANTER “Il Sole in Classe”, un percorso formativo dedicato ai bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie che coinvolge le classi IV e V della scuola primaria e I,II e III della scuola secondaria di primo grado con l'obiettivo di sensibilizzare, informare ed educare le nuove generazioni verso uno stile di vita eco- sostenibile. Le nuove generazioni – dichiarano i delegati dell’Associazione ANTER Angela Caselle e Rocco Imbriani insieme all’ambasciatrice Antonella Nalesso – rivestono un ruolo fondamentale per lo sviluppo della Green Economy e per il futuro del pianet poiché attraverso gli strum…

Importante avvenimento a Rapone, città delle relique di Francesco e Giacinta Pastorelli. Diretta TG7 Basilicata della Santa Messa presieduta dal nuovo Vescovo Mons. Ciro Fanelli

Otto dicembre 2017 Rapone Sarà Consacrato al Cuore Immacolato di Maria. Ormai è un anno dall'ottobre 2016 quando la comunità parrocchiale di Rapone ha ospitato la Vergine Pellegrina Peregrinatio Mariae accompagnata da Alessandra Bimbi Referente del Movimento del messaggio di Fatima con Sede in Portogallo. In questo anno Centenario delle apparizioni a Fatima tantissime sono state le iniziative prese da noi messaggeri di Rapone che abbiamo aderito al Movimento del Messaggio di Fatima con sede in Portogallo,si portano avanti la pratica dei primi cinque sabati come richiesti dalla Madonna nelle apparizione ai tre pastorelli,si pratica la pastorale dei malati, ogni venerdì i messaggeri fanno visita ad un ammalato recitando il Santo Rosario .Rapone unico paese della Basilicata ad avere le Reliquie dei santi Francesco e Giacinta, unico paese a instaurare un ponte spirituale con Fatima. Infatti ogni 12 del mese abbiamo organizzato il Rosario meditato in preparazione dei 13 …

FILIANO, PRESENTATO IL PROGRAMMA “NATI PER LEGGERE” Uno spazio di lettura condivisa per i bambini e le famiglie presso la biblioteca comunale

Si è tenuta mercoledì 29 novembre scorso, presso la Biblioteca comunale di Filiano la presentazione del programma “Nati per Leggere” e dell’iniziativa inaugurale di letture per bambini di età prescolare che si svolgerà con cadenza mensile da dicembre 2017 a maggio 2018. Promosso dalla Pro Loco di Filiano e dalla locale Biblioteca con il patrocinio del Comune di Filiano e il Coordinamento Nati per Leggere Basilica, l’incontro dal titolo “Nati per essere genitori... quasi perfetti” è stato pensato per i genitori che desiderano intraprendere la lettura ad alta voce in famiglia quale buona pratica per lo sviluppo dei propri bambini, con l’obiettivo di far acquisire maggiore consapevolezza sull’importanza della lettura ai bambini e fornire suggerimenti e consigli sulle modalità di attuazione. 

«Come è noto – ha spiegato Donatella Oppido, vicepresidente della Pro Loco Filiano e volontaria NpL, introducendo l’incontro – il programma “Nati per Leggere” favorisce l’emersione della literacy in …

Calcio Eccellenza Lucana. Melfi-Lagonegro 1-1. La squadra di mister Destino, ferma la capolista Lagonegro sul pari.

MELFI   1  LAGONEGRO 1 FORMAZIONI: MELFI: Gabrieli, Carriero,Moldovan, Barbaro, Lamorte, Salvia (al 60’ Ferreira), Iodice, Muratore (al 80’Di Tolve), Mastroberti (al 70’ De Rita), Laboragine,Bongermino. A disp: Sciretta, Montenegro, Normanno, Ndiaye. All: Destino. SOCCER LAGONEGRO: De Gennaro, Caramuta, Di Chiara, Di Filippo (al 71’ Falanga), Miglionico, D’Arienzo, Leone (al 80’Capozza), Marra, Scavone, Mostroberti, Lancellotti. A disp: Galasso, Agrello, Corrado, Nardozza, Nardozza, Ielpo. All: Camelia. Arbitro: E. Tartarone di Frosinone. Assistenti: Capolupo e Iacovino di Matera. Marcatori: al 60’ Lancellotti; al 70’ Mastroberti. Note: spettatori circa 500. Al 79’ espulso Mastroberti (Lagonegro) per doppio giallo.

Melfi. Bella partita quella vista all’Arturo Valerio tra due squadre che si son date battaglie per tutta la partita. Da segnalare l’assenza dei tifosi ospiti, nonostante il primo posto del Lagonegro, che gioca a Lauria le partite di campionato e si allena durante la settimana a Ti…

Lavello novembre 2017. Teatro San Mauro. Un successo lo spettacolo di musica-cabaret-teatro con Flavio Insinna e la sua orchestra in "La Macchina della Felicità"

Un successo riscosso lo 18 novembre al Teatro San Mauro lo spettacolo:“La macchina della Felicità con”Flavio Insinna e la sua piccola orchestra musicale composta da:Angelo Nigro: Direzione Musicale e Pianoforte- M Cori: Voce-Vincenzo Presta: Sax-Filippo D’Allio: Chitarra- Giuseppe Venezia: Contrabbasso-Saverio Petruzzellis:Batteria. Due ore e mezza di spettacolo alla presenza di tanta gente. Ancora una volta la direzione tecnica ed artistica Officina Spettacolo s.r.l. in collaborazione con Tequila Service di Vidio Carbone ha fatto centro. Significativo l’apertura con la scritta: “Abbiate il coraggio di essere felici” di Papa Francesco. Inizio col brano musicale: "La vita è Bella". 

Flavio ha esordito dicendo: "La macchina della felicità è una ribellione alla vita. Non è uno spettacolo. Non è una presentazione, una lettura, un incontro, un reading...E’ la ricreazione. Come a scuola. Suona la campanella e si comincia. Salperete con il sottoscritto e la sua piccola …

TG7 Basilicata 24 Novembre 2017 - 2.Edizione

Cuore De Emigrante un programma di Rocco Guiducci dedicato a tutti L" Imigranti che sonno Allestero - 24 Novembre 2017


Un’occasione da non perdere :diventa istruttore di nuoto per i disabili

Se avete voglia di vivere una vita sana e aiutare le persone in difficoltà, se vi piace stare con gli altri e sentirvi utili, Mario Giugliano, delegato regionale FINP,in partnership con ASD Old Friends Nuoto, che mette a disposizione il Centro Sportivo di Baragiano, ve ne offre la possibilità. In due weekend a gennaio, il 13 e il 14 e il 21 e 22, vi offre un Corso Istruttore di Nuoto per Disabili organizzato e gestito dalla FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico), per la prima volta in Basilicata . Ecco il manifesto : 

Il corso è rivolto a tutti coloro che hanno raggiunto la maggiore età e che hanno la passione del nuoto ed il sociale e avrà docenti di tutto rispetto. Il dott. Gatto Gennaro, Unità Spinale dell’ASP di Potenza, il tecnico FIN , responsabile nuoto di Matera , prof. Rubino Angelo, l’allenatore di Nuoto disabili, tecnico della Nazionale Italiana, prof. Vincenzo Allocco e la dottoressa Elena Grosso, che sarà la responsabile dell’area psico-pedagogica. Il corso si arti…