Passa ai contenuti principali

LA REGIONE BASILICATA DEVE ANNULLARE LA DELIBERA CHE HA AUTORIZZATO LA RIAPERTURA DEL CENTRO OLIO VAL D'AGRI

L'Ing. Antonio Alberti e gli Avvocati Giovanna Bellizzi e Antonio Grazia Romano hanno inviato alle istituzioni e al Ministero dell'Ambiente una formale istanza di annullamento della delibera N. 733 del 17 luglio 2017 adottata dalla Regione Basilicata, delibera che ha autorizzato la riapertura del Centro Oil di Viggiano.
In sostanza si chiede che la Regione, in sede di autotutela e a fronte di numerose violazioni di legge riscontrate annulli la delibera che autorizza la riapertura del COVA e deliberi subito la sospensione a tempo indeterminato di tutte le attività del Centro Oil di Viggiano, annullamento in via di autotutela così come la legge consente e in alcuni casi impone. Nella richiesta i tre professionisti hanno analizzato numerosi aspetti della delibera e che giustificano il suo immediato annullamento, ragioni che possono così essere sintetizzate e tutte relative alle indagini sul terreno di fondazione dei serbatoi in quanto ritenute non rispondenti alle richieste di Arpab e CTR e non conformi alla normativa nazionale sulle costruzioni in zona sismica, alla mancanza del progetto esecutivo dei basamenti di fondazione dei serbatoi depositato presso l'ufficio sismico della Regione a seguito degli interventi strutturali eseguiti sui serbatoi e quindi, alla mancata verifica sismica delle strutture di fondazione, all'inidoneità del documento di ISPRA che a seguito delle dichiarazioni di Eni di presenza dei bacini di contenimento dei serbatoi di stoccaggio non ha però verificato in loco l'effettiva continuità del bacino anche sotto i fondi dei serbatoi, la mancata accettazione da parte di eni della prescrizione di Arpab di effettuare il controllo delle condizioni dell'oleodotto entro novembre 2017, alla riapertura del Cova autorizzata senza che il Piano di Sicurezza fosse prima aggiornato e integrato con le procedure che prevedono le misure da adottare in caso di sversamento incontrollato di petrolio dagli impianti e/o dai serbatoi di stoccaggio, e all'inadeguatezza del Piano di Manutenzione dell'Eni quando è rientrata in esercizio. Per ognuno di questi aspetti sono state indicate, in dettaglio, tutte le criticità tecniche e legali riscontrate e che appaiono tali da imporre l'immediato annullamento, in via di autotutela, della delibera di riapertura del COVA. In effetti, il severissimo controllo a cui dovrebbe essere soggetto un centro industriale soggetto alla Seveso III in quanto classificato come “industria soggetta a incidente rilevante” e il fatto che la perdita di idrocarburi è stata classificata come “incidente rilevante” , sono tali da imporre la chiusura immediata di tutte le attività del Centro Olio di Viggiano. Ampiamente violato è anche il principio di precauzione atteso che per legge si intende “incidente rilevante” un'emissione, un incendio o una perdita di liquidi e/o sostanze dovuto a sviluppi incontrollati che si verificano durante l'attività di uno stabilimento industriale, incidente che da così luogo a un pericolo grave, immediato o differito, ma comunque grave per la salute umana o per l'ambiente e sia se l'incidente si verifica all'ìinterno come anche all'seterno dello stabilimento. La nota formale è stata inviata naturalmente alla Regione Basilicata ma anche alla Provincia di Potenza, all'Arpab, ai comuni di Viggiano, Grumento e Montemurro, al Ministero dell'Ambiente e anche alla Procura della Repubblica di Potenza al fine di verificare le eventuali violazioni della legge compiute. Inoltre, è intenzione degli autori della richiesta di annullamento della delibera che autorizza la riapertura del Cova avere, a breve, un incontro presso il Ministero dell'Ambiente e con tutte le autorità competenti per esporre nel dettaglio le loro richieste e le criticità del caso. E' per questo motivo che la Regione Basilicata deve subito annullare, in via di autotutela, la delibera che autorizza la riapertura del Centro Olio di Viggiano e deve emettere nuova delibera che dispone immediatamente la sua chiusura in quanto industria soggetta alla Seveso III e che ha causato la perdita di una quantità enorme di liquidi poi classificato come “incidente rilevante”. Le istituzioni hanno il dovere di garantire il rispetto della legge e assicurare la sicurezza dei cittadini e la salubrità dell'ambiente. Ing. Antonio Alberti, Avvocati Giovanna Bellizzi e Antonio Grazia Romano

Commenti

Post popolari in questo blog

Nota congiunta Irccs Crob - Aor San Carlo su post Facebook Conte

Il direttore generale dell’Irccs Crob Giovanni Battista Bochicchio, e il commissario dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Rocco Alessandro Maglietta stigmatizzano con forza il comportamento dell’attuale responsabile amministrativo della centrale operativa degli screening oncologici regionali, Salvatore Conte, sulla vicenda scaturita a seguito di un suo post pubblico su Facebook dai contenuti e dai toni inaccettabili. I vertici delle due direzioni ospedaliere, alla luce delle richieste di intervento nelle dimissioni del dott. Conte pervenute da più parti, evidenziano come il responsabile amministrativo della centrale operativa degli screening oncologici non sia un dipendente della pubblica amministrazione facente capo ad una delle due strutture, bensì un dipendente dell’azienda Fora spa di Parma vincitrice dal 2013 di una gara ad evidenza pubblica indetta dalla Regione Basilicata. Rimane la gravità della condotta tenuta da un dirigente che ricopre un incarico impo…

GIOVEDI SU RAI UNO A 'LA VITA IN DIRETTA': RAPOLLA (PZ) e il PARCO URBANO DELLE CANTINE

Ribalta nazionale per la riuscitissima edizione 2018 per il Parco Urbano delle Cantine di Rapolla, presenti le telecamere della nota trasmissione 'La Vita in Diretta' in onda su Rai Uno, che offriranno un ricco e interessante servizio che sarà trasmesso Giovedi 18 ottobre a partire dalle ore 16.30. Grande riscontro ottenuto, anche superiore alle più rosee aspettative, considerando le ottime condizioni meteo e nonostante i numerosi eventi concomitanti in diverse località del Vulture Alto Bradano e resto del potentino, che non hanno affatto scalfito numeri da record per la comunità rapollese, con molti pullman provenienti da ogni parte del sud e tantissimi camper che sono stati parcheggiati nel campo sportivo e nelle apposite aree predefinite. Un evento che si distingue sempre più per la sua originalità, lo scenario, il contesto, l'unicità delle pietanze agroalimentari e piatti tipici, che ha catturato l'attenzione anche del popolare programma televisivo, con apprezzam…

Successo a Venosa per il Festival dei Cinque Continenti, tra cucina e spettacoli

Apprezzata la sfida gastronomica tra sindaci, insieme agli artisti italiani e internazionali 

Venosa ha ospitato la quattordicesima edizione del Festival dei Cinque Continenti, la rassegna di spettacoli e arte ideata dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte” e organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Venosa. 


Una serata di spettacoli di circo contemporaneo e musica, che ha animato Piazza Orazio, per concludersi in Largo Vescovado, nei pressi della Concattedrale di Sant’Andrea e del Museo Episcopale. 


A precedere le esibizioni di artisti e compagnie internazionali, la grande novità di quest’anno: lo show cooking “Vi racconto il mio primo - 4 sindaci ai fornelli”. 


L’evento è iniziato con l’attesa sfida ai fornelli tra i sindaci di quattro comuni, ognuno in rappresentanza di una provincia diversa: Umberto Di Michele, sindaco di Carapelle (Foggia), Beniamino Palmieri, sindaco di Montemarano (Avellino), Andrea Bernardo, sindaco di Colobraro (Matera) e …

Ginestra (Pz) 14 ottobre 2018. Al borgo dei Sapori Arbereshe, non solo cibo arbereshe, ma anche musica e poesia con Mogol, paroliere e produttore discografico

Un 14 ottobre 2018 da ricordare nel piccolo centro arbereshe, ospite al "Borgo dei Sapori Arbereshe" il noto autore di canzoni: Mogol, paroliere di 2000 canzoni e di 523 milioni di dischi.  Alla presenza di Patrizia Minardi, dell'ufficio cultura e turismo della Regione Basilicata, Ulderico Pesce, rigista e attore lucano, collaboratore, insieme all'amministrazione comunale, guidata da Fiorella Pompa, di questo evento, che rientra tra i beni immateriali della Regione Basilicata e dei due gruppi musicali, la Rigillo's Band (composta da Annamaria Rigillo alla voce, Dino Rigillo alla chitarra, Raffaele Rigillo al piano, Michele Rigillo al basso e Corrado Aloise alla batteria) Gruppo "Stil Novo" (Raffaele Giuliano, Leo Giuliano, Cinzia G, Lorenzo P.Vincenzo Dorsi e Daniele) e la cantante Roberta Langone (che ha stupito il numeroso pubblico presente con la canzone "Oro" di Mango e scritta da Mogol) che hanno eseguito alcuni dei suoi brani cel…

Il manganese oltrepassa la 106 Jonica: spunta in falda un refrigerante oltre l'area ENEA

Grazie all'impegno congiunto di Mediterraneo No-Triv e Cova Contro abbiamo ottenuto altri dati sulla contaminazione di falda dell'Itrec-Enea. Infatti relativamente ai piezometri di recente costruzione è rilevabile che nei prelievi relativi al mese di luglio 2018, nel piezometri spb1 - 5, oltre la SS106, il manganese la fa da padrone: si oscilla tra i 146 mcg/l (soglia di legge 50 ) ed i 682 mcg/l, quindi ben oltre 10 volte la soglia di legge. Incomprensibile è la mancata ricerca nelle analisi di tallio, vanadio ed idrocarburi totali già rinvenuti da Sogin in analisi precedenti nei suoli come nelle acque. Manca come al solito la ricerca di fenoli, bario ed altre sostanze, come prescritto dal dlgs 152/06. Inspiegabile ad oggi come piezometri poco distanti tra loro possano vedere oscillare così pesantemente i valori del manganese che passano da 150 circa di media ai 682 del piezometro spb3. Le analisi con le relazioni annesse non fugano altri dubbi: da dove vengono gli altri m…

Pignola. Lotta alla criminalita' il valoroso coraggio del maresciallo dei carabinieri Agatino Di Matteo

Il Comune di Pignola in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Pignola, organizzano il convegno “Lotta alla Criminalità: Il valoroso coraggio del Maresciallo dei Carabinieri Agatino Di Matteo”, Vittima del Dovere e insignito della Medaglia di Bronzo al Valore dell’Arma dei Carabinieri. Attraverso l’esperienza del Maresciallo Di Matteo, l’Amministrazione Comunale e la Dirigente Scolastica , intendono sensibilizzare i giovani della comunità Pignolese sul tema della legalità, attraverso una testimonianza diretta e concreta di un uomo che ha votato la propria esistenza alla giustizia e alla sicurezza del nostro Paese. Il M.llo CC. Agatino Di Matteo, e’ nato a Taranto, figlio di genitori lucani da anni vive a Pignola. L’ episodio sanguinoso, in cui si trovo’ coinvolto Agatino Di Matteo risale alla notte tra il 4 e il 5 giugno 1981, quando, insieme ad altro Carabiniere in servizio di perlustrazione sulla strada provinciale nel territorio, Brindisino notavano una macchina di c…

VENOSA. LA CITTADINA ORAZIANA PROTESTA PER LA SCELTA DELLA RAI DI FARE" L’ANNO CHE VERRA’" A MATERA

La notizia apparsa lo scorso 16 ottobre sull’agenzia Ansa Basilicata nella quale la Rai Com decide di proporre Matera come sede dell’”Anno che Verrà” il 31 dicembre 2018 ha fatto indispettire amministratori, associazioni turistiche e cittadini di Venosa. La Rai ha motivato questa scelta dicendo: “non si può non tenere conto che la città dal 1 gennaio 2019 sarà la Capitale Europea della Cultura e diventerà la protagonista assoluta del panorama culturale italiano e europeo. Invece per la città di Venosa potrebbe essere indicata per l'edizione 2019/2020 previa una serie di verifiche tecniche e organizzative che dovranno essere effettuate". Carmela Sinisi, assessore alla Cultura del Comune di Venosa, non la pensa come la Rai e dice: “ sono furiosa. Sarebbe utile conoscere sviluppi e retroscena dei luoghi in cui si decide. A noi tocca sapere le cose in questo modo e urtarsi oltre modo. Io scenderei in piazza per chiedere dialogo e chiarimenti”. Michele Duino, presidente della pr…

Rinnovato il consiglio di amministrazione dell’Università della Basilicata

L’Unibas ha rinnovato il consiglio di amministrazione dell’Ateneo: il nuovo cda è composto dalla Rettrice (con funzioni di presidente), Aurelia Sole, dai docenti Ferdinando Di Carlo, Ruggero Ermini e Giovanni Salzano (componenti appartenenti alla comunità accademica in servizio nell'Università), da Mara Rosaria Belviso (componente appartenente al ruolo del personale dirigente e tecnico-amministrativo dell’Ateneo), da Pasquale Carrano e Luigi Gay (componenti esterni non appartenenti ai ruoli dell'Università), da Micaela Triunfo e Giovanni Albini (rappresentanti degli studenti biennio accademico 2017-2019), dal Prorettore vicario, senza diritto di voto, Michele Perniola, e dal Direttore generale, senza diritto di voto e con funzioni di segretario, Lorenzo Bochicchio. La Rettrice, nell’augurare buon lavoro al nuovo consiglio di amministrazione, ha ringraziato per l’impegno svolto in questi anni nel cda, Saverio Calia e Antonio Colangelo, il professor Francesco Panarelli, nuovo di…

Live stream di LeCronache TV

TOLVE. Incontro sulla "Lotta alla Criminalità"

Il Comune di Tolve in collaborazione con l’ Istituto Scolastico I.C. "F. Giannone", organizzano il convegno “Lotta alla Criminalità: Il valoroso coraggio del Maresciallo dei Carabinieri Agatino Di Matteo”, Vittima del Dovere e insignito della Medaglia di Bronzo al Valore dell’Arma dei Carabinieri. Attraverso l’esperienza del Maresciallo Di Matteo, l’Amministrazione Comunale e la Dirigente Scolastica , intendono sensibilizzare i giovani della comunità di Tolve sul tema della legalità, attraverso una testimonianza diretta e concreta di un uomo che ha votato la propria esistenza alla giustizia e alla sicurezza del nostro Paese. Il M.llo CC. Agatino Di Matteo, e’ nato a Taranto, figlio di genitori lucani da anni vive a Pignola. L’ episodio sanguinoso, in cui si trovo’ coinvolto Agatino Di Matteo risale alla notte tra il 4 e il 5 giugno 1981, quando, insieme ad altro Carabiniere in servizio di perlustrazione sulla strada provinciale nel territorio, Brindisino notavano …