Passa ai contenuti principali

LA REGIONE BASILICATA DEVE ANNULLARE LA DELIBERA CHE HA AUTORIZZATO LA RIAPERTURA DEL CENTRO OLIO VAL D'AGRI

L'Ing. Antonio Alberti e gli Avvocati Giovanna Bellizzi e Antonio Grazia Romano hanno inviato alle istituzioni e al Ministero dell'Ambiente una formale istanza di annullamento della delibera N. 733 del 17 luglio 2017 adottata dalla Regione Basilicata, delibera che ha autorizzato la riapertura del Centro Oil di Viggiano.
In sostanza si chiede che la Regione, in sede di autotutela e a fronte di numerose violazioni di legge riscontrate annulli la delibera che autorizza la riapertura del COVA e deliberi subito la sospensione a tempo indeterminato di tutte le attività del Centro Oil di Viggiano, annullamento in via di autotutela così come la legge consente e in alcuni casi impone. Nella richiesta i tre professionisti hanno analizzato numerosi aspetti della delibera e che giustificano il suo immediato annullamento, ragioni che possono così essere sintetizzate e tutte relative alle indagini sul terreno di fondazione dei serbatoi in quanto ritenute non rispondenti alle richieste di Arpab e CTR e non conformi alla normativa nazionale sulle costruzioni in zona sismica, alla mancanza del progetto esecutivo dei basamenti di fondazione dei serbatoi depositato presso l'ufficio sismico della Regione a seguito degli interventi strutturali eseguiti sui serbatoi e quindi, alla mancata verifica sismica delle strutture di fondazione, all'inidoneità del documento di ISPRA che a seguito delle dichiarazioni di Eni di presenza dei bacini di contenimento dei serbatoi di stoccaggio non ha però verificato in loco l'effettiva continuità del bacino anche sotto i fondi dei serbatoi, la mancata accettazione da parte di eni della prescrizione di Arpab di effettuare il controllo delle condizioni dell'oleodotto entro novembre 2017, alla riapertura del Cova autorizzata senza che il Piano di Sicurezza fosse prima aggiornato e integrato con le procedure che prevedono le misure da adottare in caso di sversamento incontrollato di petrolio dagli impianti e/o dai serbatoi di stoccaggio, e all'inadeguatezza del Piano di Manutenzione dell'Eni quando è rientrata in esercizio. Per ognuno di questi aspetti sono state indicate, in dettaglio, tutte le criticità tecniche e legali riscontrate e che appaiono tali da imporre l'immediato annullamento, in via di autotutela, della delibera di riapertura del COVA. In effetti, il severissimo controllo a cui dovrebbe essere soggetto un centro industriale soggetto alla Seveso III in quanto classificato come “industria soggetta a incidente rilevante” e il fatto che la perdita di idrocarburi è stata classificata come “incidente rilevante” , sono tali da imporre la chiusura immediata di tutte le attività del Centro Olio di Viggiano. Ampiamente violato è anche il principio di precauzione atteso che per legge si intende “incidente rilevante” un'emissione, un incendio o una perdita di liquidi e/o sostanze dovuto a sviluppi incontrollati che si verificano durante l'attività di uno stabilimento industriale, incidente che da così luogo a un pericolo grave, immediato o differito, ma comunque grave per la salute umana o per l'ambiente e sia se l'incidente si verifica all'ìinterno come anche all'seterno dello stabilimento. La nota formale è stata inviata naturalmente alla Regione Basilicata ma anche alla Provincia di Potenza, all'Arpab, ai comuni di Viggiano, Grumento e Montemurro, al Ministero dell'Ambiente e anche alla Procura della Repubblica di Potenza al fine di verificare le eventuali violazioni della legge compiute. Inoltre, è intenzione degli autori della richiesta di annullamento della delibera che autorizza la riapertura del Cova avere, a breve, un incontro presso il Ministero dell'Ambiente e con tutte le autorità competenti per esporre nel dettaglio le loro richieste e le criticità del caso. E' per questo motivo che la Regione Basilicata deve subito annullare, in via di autotutela, la delibera che autorizza la riapertura del Centro Olio di Viggiano e deve emettere nuova delibera che dispone immediatamente la sua chiusura in quanto industria soggetta alla Seveso III e che ha causato la perdita di una quantità enorme di liquidi poi classificato come “incidente rilevante”. Le istituzioni hanno il dovere di garantire il rispetto della legge e assicurare la sicurezza dei cittadini e la salubrità dell'ambiente. Ing. Antonio Alberti, Avvocati Giovanna Bellizzi e Antonio Grazia Romano

Commenti

Post popolari in questo blog

Premio di poesia “Le Parole della Libertà’” edizione 2018

Anche quest’anno l’associazione sportiva e culturale A.S.D. ACADEMY TURSI, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Basilicata e del Comune di Tursi, ha organizzato il Premio di poesia “Le parole della libertà”, edizione 2018, riservato agli alunni delle classi 3^, 4^, 5^ elementari e di tutte le classi delle scuole medie e degli istituti superiori della Regione Basilicata. 


Il premio di poesia, giunto alla quarta edizione, ha l’obiettivo di rendere indipendenti i ragazzi dai vincoli tematici affinché possano esprimere al meglio le loro capacità. È questa dunque, l’occasione per tutti di avvinarsi al componimento poetico esprimendo la propria creatività. Le opere devono essere consegnate entro venerdi 30 marzo 2018 mentre la premiazione avverrà sabato 12 maggio 2018 alle ore 19,00 a Tursi presso la sala polifunzionale “San Giuseppe”.

“Ringrazio tutta la giuria per l’immensa disponibilità, il Consiglio Regionale e l'Amministrazione Comunale di Tursi per aver accolto, con entus…

Melfi e Matera le tappe per ricordare Giorgio K. Skanderbeg

Doppio appuntamento quest'anno per il 550° Giorgi K. Skanderbeg. Manifestazione promossa dalla Rivista Basilicata Arbereshe, che si tiene tutti gli anni in località diverse. Quest'anno tocca a Melfi il 16 Gennaio 2017 presso il Museo Civico "Donadoni", alle ore 10.00. Mentre il 17 gennaio l'evento si svolgerà a Matera, presso l'Hotel Palazzo GATTINI (alle ore 10,00). Patrocinio CORECOM - Regione Basilicata ed EE.LL Eventi Arbereshe Itineranti. 550* GKS e 40* Rivista "Basilicata Arbereshe".  L'evento oltre ha ricordare l'eroe albanese Giorgio Castriota Skanderbeg, che fermò l'avanza turca verso l'occidente, è una manifestazione per preservare i dialetti albanesi italiani. 

Pino Di Lucchio

Melfi 6 gennaio 2018. Catte Choir.edrale. Un successo il concerto dell'Epifania "Contaminazioni Musicali" con il coro "Mysticus don Vito Giannini" e "Isernia gospel Choir"

Chiusura delle festività natalizie a Melfi col botto. Nella serata dell’Epifania, nella Cattedrale, a cura dell’Amministrazione Comunale,il Coro "Mysticus Concentus "Don Vito Giannini" di Melfi, una realtà dal 2001 nato come cappella musicale del Duomo di Melfi, ed il coro Isernia Gospel Choir, nato nel 20013 per volontà di Rossana Leva, nota musicista del centro molisano, con l’obiettivo di formazione musicale, artistica, culturale ed umana dei componenti e di promuovere e diffondere la cultura gospel dei neri d’America, in una sorta di “Contaminazione Musicale”, ha allietato, alla presenza del Vescovo, Mons. Ciro Fanelli, la serata con musica classica, moderna e gospel.

Si è esibito prima il coro "Mysticus"di Melfi, diretto dal M° Pasquale Somma e padre Tony Leva con un ricco programma: "Tu Scendi dalle Stelle" di M.Frisina; Adeste Fideles di Bartolucci, "Astro del Ciel" di Corbetta; "Cantate domino" e "Ave Verum&…

Mercoledì a Potenza la “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali” promossa da Unpli Basilicata

Impegno delle Pro Loco per promuovere i dialetti lucani e la tutela delle lingue locali 
Appuntamento mercoledì alle ore 17, a Potenza, nella Sala B del Consiglio Regionale della Basilicata, per la “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali", promossa dal Comitato Pro Loco Unpli Basilicata per tutelare e valorizzare il patrimonio immateriale rappresentato dai dialetti e dalle lingue locali. “Il 17 gennaio di ogni anno le Pro Loco si adoperano per realizzare manifestazioni per salvaguardare i patrimoni culturali – sottolinea Rocco Franciosa, Presidente del Comitato Pro Loco Unpli Basilicata - e le espressioni linguistiche locali dei borghi lucani. 


Infatti in questo periodo si susseguono eventi promossi da Pro Loco, scuole e associazioni in molti centri che aderiscono all’iniziativa. La prima edizione della manifestazione nazionale si è svolta nel gennaio 2013, - prosegue Franciosa - con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività alla tutela dei saperi che …

Inizia il Carnevale a Lavello con il Premio Rosso Domino

Il Carnevale prende inizio a Lavello, Mercoledì 17 Gennaio, con il Premio Rosso Domino.  L'appuntamento è al Teatro San Mauro alle ore 19:30. Quest'anno il Premio è stato assegnato al professore Vito Cerone. Alla manifestazione parteciperà il l sindaco di Lavello, Sabino Altobello, l’assessora alla cultura, Giovanna De Luca, il presidente del consiglio comunale, Raffaele Avigliano, il presidente della BCC di Gaudiano di Lavello, dr. Sante Bruno. Durante la serata seguirà la presentazione del programma del Carnevale 2018 e dei Festini a cura della Pro Loco “F. Ricciuti”. Il carnevale di Lavello è una tradizione fortemente sentita nella comunità, con i festini del sabato sera e con il costume tipico lavellese il Domino. I festini, come il ballo, fanno parte della tradizione di Lavello, dedicato al divertimento, all'amore, alla spensieratezza.  In programma, anche, momenti musicali con Milena Bruno, il cantautore Mauro Vulpio e proiezioni fotografiche di Vincenzo Nesta “Le stagi…

CELEBRAZIONI PER LA NASCITA DEL LICEO CLASSICO A RIONERO IN V. nell’Open Night Nazionale del Liceo Classico con la presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dott. Vito De Filippo

Un ospite d’onore è atteso all’evento celebrativo dell’Istituzione del Ginnasio-Liceo Classico a Rionero in V., venerdì 12 Gennaio 2018 dalle ore 19:30, presso il Centro sociale di Rionero. Il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dott. Vito De Filippo, ha annunciato la sua partecipazione alla celebrazione, in cui sarà ricostruita, sulla base di fonti documentali, la storia dall’istituzione, nel 1947/48, del Ginnasio comunale autorizzato, aggregato alla Scuola Media “Granata”, poi parificato nel 1949 e Statale nel 1967, sez. staccata di Potenza. Gli studenti di IV e IIIA del Liceo Classico con la prof.ssa Stefania Masiello hanno evidenziato gli snodi più significativi della storia della scuola rionerese di cui, come afferma Raffaele Ciasca nel suo discorso del 4 Novembre 1951: ‹‹[…]è doveroso rendere subito un pubblico riconoscimento agli iniziatori, ai pionieri, ai sostenitori della vigilia. Lo devo anzitutto al preside prof. Enzo Cervellino, […] Lo devo al Consigli…

Ginestra-Vaticano.Papa Benedetto benedice una coppia del piccolo centro arbereshe Franca e Giuseppe Pipolo per i 50 anni di matrimonio

Festeggiare i 50 anni di matrimonio, ricevendo la benedizione da Papa Francesco nella sala Nervi del Vaticano, non è da tutti. Ha ricevere questa benedizione solenne Francesca Parisi e Giuseppe Pipolo di Gnestra. Da 50 anni sposi, con due figli Rosa Filomena Pipolo e Michele Pipolo. A realizzare questo incontro ravvicinato con Papa Francesco, ci ha pensato Rosa, la figlia più grande, inviando una lettera alla segreteria di Papa Francesco, ecco il contenuto: “ Sua Santità, mi chiamo Rosa, sono di Ginestra, un piccolo paesino della Basilicata. Le scrivo in occasione del 50° anniversario di matrimonio che ricorre il prossimo 30 dicembre.Mamma e Papà più volte hanno manifestato il desiderio di icontrarLa, io e mio fratello Michele, abbiamo deciso di scrivere questa lettera per partecipare ad una udienza generale con tutta la famiglia con eventuale benedizione da parte Sua sulla coppia. La richiesta per partecipare all’udienza generale del 27 è stata accolta e mi auguro che venga …

AL VIA IL SERVIZIO CIVILE PRESSO LE PRO LOCO LUCANE PER 50 GIOVANI

È iniziata una nuova avventura per 50 giovani diplomati e laureati lucani impegnati sui due progetti Unpli dal titolo "Basilicata terra ribelle: il fenomeno del brigantaggio lucano" e "Dalle Dolomiti lucane ai Calanchi: Ambiente e Cultura di Lucania" che dal 10 gennaio hanno iniziato a svolgere il Servizio Civile nelle sedi delle Pro Loco di Acerenza, Aliano, Armento, Avigliano, Barile, Calciano, Cirigliano, Filiano, Gallicchio, Maratea, Metaponto, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Nova Siri, Oliveto Lucano, Pignola, Pietrapertosa, Ripacandida, Salandra, San Severino Lucano, Spinoso, Stigliano, Valsinni e Viggiano. I giovani volontari del Servizio Civile attivi da qualche giorno nelle 24 sedi Pro Loco accreditate, saranno impegnati nella realizzazione dei progetti approvati, presentati su base regionale da Unpli – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, sul tema del recupero e della valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale. Il Servizio C…

Melfi.Cattedrale. Mistero su un'opera d'arte nascosta: "Ultima Cena".

Roma, Milano, Firenze, Torino, Napoli: nessuna tra le più importanti città d'arte italiane conosce una spettacolare rappresentazione dell'Ultima Cena, perché essa è conservata a Melfi, nell'imponente Cattedrale di Santa Maria Assunta! Posta sulla navata centrale e proprio sul portone principale della Chiesa, entrando ce la ritroviamo alle spalle e difficilmente ci voltiamo ad osservarla. Stessa cosa succede uscendo, la maggior parte delle volte abbiamo lo sguardo ad altezza uomo, e seppur ci buttiamo un occhio, è troppo in alto per guardarla attentamente. Tutto questo è stato messo all’attenzione dei social da Daniela Sasso curatrice della Pagina Facebook Graphic Revolution Melfi.”Premesso-riferisce Daniela- che alcuni amici che studiano arte mi hanno confermato che sono tutte informazioni corrispondenti al vero, quest’opera è una tela dalle enormi dimensioni che farebbe invidia a quella più famosa di Leonardo da Vinci per la cura minuziosa dei particolari. Quanti …