Passa ai contenuti principali

In provincia di Potenza continua la campagna per la Pigotta UNICEF 2017

Scuola Elementare “ Giacinto Albini di Potenza 

Quello della bambola è un gioco senza tempo. Ne ho avuto la conferma in queste settimane quando ho proposto a docenti e amici e amiche di tutte le età di dare una mano al Comitato Provinciale Unicef di Potenza per creare le Pigotte UNICEF che saranno offerte nel periodo natalizio a 20 euro per salvare migliaia di bambini in tutto il mondo. La Pigotta anima le scuole, le case i centri anziani di tutta l’Italia da 19 anni. Nelle città e nei paesi della Basilicata vi sono persone capaci di dedicare tempo, fantasia, creatività per creare bambole uniche. Anche quest’anno ho portato con me le sagome da cucire,l’ovatta, le carte d’identità, il cartamodello e l’opuscolo della Pigotta e insegnanti, nonne, sarte, mamme e papà hanno detto di sì alla nostra proposta. In questi giorni dopo Bella, Muro Lucano, Castelgrande, San Fele, Ruvo del Monte, Rapone, si è aggiunta l’Unitre di Muro Lucano con la sua presidente Milena Nigro e le sue socie e soci, la scuola di Ponte
Giacoio di Muro Lucano con l’insegnante Nappi e la scuola elementare di Baragiano con l’insegnante Angela Figliuolo. 

E’ a Potenza nell’Istituto Comprensivo “ Leopardi” che quest’anno si sta realizzando la mobilitazione più grande con l’impegno di cucire ben 200 pigotte. Lina Pica e Maria Pina D’Ottavio, insegnanti della scuola primaria “ G.Rodari” hanno coinvolto tutti i genitori delle classi seconde e quarte,e così ha fatto l’insegnante Speranza delle terze e delle quarte A e B della scuola elementare “ Giacinto Albini”.  E’ stato molto bello vedere arrivare nelle classi le mamme e i papà che hanno ricevuto quanto necessario per creare le pigotte. Molti hanno confessato di ricordare che da piccoli hanno fatto pigotte o le hanno ricevute in regalo. “ Sapere che con il nostro impegno piccoli che corrono il rischio di morire perché non sono vaccinati, non hanno cibo, possono essere salvati- hanno detto- ci riempie d’orgoglio.” 

Scuola elementare “ Giacinto Albini di Potenza 

 Le sagome delle pigotte saranno imbottite e cucite a casa e poi in classe diventeranno bionde o brune, con gli occhi blu​ o celesti, saranno spose o principesse, seguendo le indicazioni disponibili su youtube al link “ pigotta unicef” . E una volta pronte le pigotte saranno esposte in classe con orgoglio dai piccoli che hanno saputo dare a ciascuna di esse un volto, un sorriso, un nome. E ancora una volta ci sorprenderemo nello scoprire la felicità di chi le abbraccia, di chi le porta con sè a letto per allontanare paure, la felicità di adulti che ritornano bambini. 

Scuola elementare “ A. Stigliani” di 

 Mario Coviello
Presidente Comitato Provinciale Unicef di Potenza

Commenti

Post popolari in questo blog

Ginestra-Vaticano.Papa Benedetto benedice una coppia del piccolo centro arbereshe Franca e Giuseppe Pipolo per i 50 anni di matrimonio

Festeggiare i 50 anni di matrimonio, ricevendo la benedizione da Papa Francesco nella sala Nervi del Vaticano, non è da tutti. Ha ricevere questa benedizione solenne Francesca Parisi e Giuseppe Pipolo di Gnestra. Da 50 anni sposi, con due figli Rosa Filomena Pipolo e Michele Pipolo. A realizzare questo incontro ravvicinato con Papa Francesco, ci ha pensato Rosa, la figlia più grande, inviando una lettera alla segreteria di Papa Francesco, ecco il contenuto: “ Sua Santità, mi chiamo Rosa, sono di Ginestra, un piccolo paesino della Basilicata. Le scrivo in occasione del 50° anniversario di matrimonio che ricorre il prossimo 30 dicembre.Mamma e Papà più volte hanno manifestato il desiderio di icontrarLa, io e mio fratello Michele, abbiamo deciso di scrivere questa lettera per partecipare ad una udienza generale con tutta la famiglia con eventuale benedizione da parte Sua sulla coppia. La richiesta per partecipare all’udienza generale del 27 è stata accolta e mi auguro che venga …

CELEBRAZIONI PER LA NASCITA DEL LICEO CLASSICO A RIONERO IN V. nell’Open Night Nazionale del Liceo Classico con la presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dott. Vito De Filippo

Un ospite d’onore è atteso all’evento celebrativo dell’Istituzione del Ginnasio-Liceo Classico a Rionero in V., venerdì 12 Gennaio 2018 dalle ore 19:30, presso il Centro sociale di Rionero. Il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dott. Vito De Filippo, ha annunciato la sua partecipazione alla celebrazione, in cui sarà ricostruita, sulla base di fonti documentali, la storia dall’istituzione, nel 1947/48, del Ginnasio comunale autorizzato, aggregato alla Scuola Media “Granata”, poi parificato nel 1949 e Statale nel 1967, sez. staccata di Potenza. Gli studenti di IV e IIIA del Liceo Classico con la prof.ssa Stefania Masiello hanno evidenziato gli snodi più significativi della storia della scuola rionerese di cui, come afferma Raffaele Ciasca nel suo discorso del 4 Novembre 1951: ‹‹[…]è doveroso rendere subito un pubblico riconoscimento agli iniziatori, ai pionieri, ai sostenitori della vigilia. Lo devo anzitutto al preside prof. Enzo Cervellino, […] Lo devo al Consigli…

AL VIA IL SERVIZIO CIVILE PRESSO LE PRO LOCO LUCANE PER 50 GIOVANI

È iniziata una nuova avventura per 50 giovani diplomati e laureati lucani impegnati sui due progetti Unpli dal titolo "Basilicata terra ribelle: il fenomeno del brigantaggio lucano" e "Dalle Dolomiti lucane ai Calanchi: Ambiente e Cultura di Lucania" che dal 10 gennaio hanno iniziato a svolgere il Servizio Civile nelle sedi delle Pro Loco di Acerenza, Aliano, Armento, Avigliano, Barile, Calciano, Cirigliano, Filiano, Gallicchio, Maratea, Metaponto, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Nova Siri, Oliveto Lucano, Pignola, Pietrapertosa, Ripacandida, Salandra, San Severino Lucano, Spinoso, Stigliano, Valsinni e Viggiano. I giovani volontari del Servizio Civile attivi da qualche giorno nelle 24 sedi Pro Loco accreditate, saranno impegnati nella realizzazione dei progetti approvati, presentati su base regionale da Unpli – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, sul tema del recupero e della valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale. Il Servizio C…

Melfi e Matera le tappe per ricordare Giorgio K. Skanderbeg

Doppio appuntamento quest'anno per il 550° Giorgi K. Skanderbeg. Manifestazione promossa dalla Rivista Basilicata Arbereshe, che si tiene tutti gli anni in località diverse. Quest'anno tocca a Melfi il 16 Gennaio 2017 presso il Museo Civico "Donadoni", alle ore 10.00. Mentre il 17 gennaio l'evento si svolgerà a Matera, presso l'Hotel Palazzo GATTINI (alle ore 10,00). Patrocinio CORECOM - Regione Basilicata ed EE.LL Eventi Arbereshe Itineranti. 550* GKS e 40* Rivista "Basilicata Arbereshe".  L'evento oltre ha ricordare l'eroe albanese Giorgio Castriota Skanderbeg, che fermò l'avanza turca verso l'occidente, è una manifestazione per preservare i dialetti albanesi italiani. 

Pino Di Lucchio

Mercoledì a Potenza la “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali” promossa da Unpli Basilicata

Impegno delle Pro Loco per promuovere i dialetti lucani e la tutela delle lingue locali 
Appuntamento mercoledì alle ore 17, a Potenza, nella Sala B del Consiglio Regionale della Basilicata, per la “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali", promossa dal Comitato Pro Loco Unpli Basilicata per tutelare e valorizzare il patrimonio immateriale rappresentato dai dialetti e dalle lingue locali. “Il 17 gennaio di ogni anno le Pro Loco si adoperano per realizzare manifestazioni per salvaguardare i patrimoni culturali – sottolinea Rocco Franciosa, Presidente del Comitato Pro Loco Unpli Basilicata - e le espressioni linguistiche locali dei borghi lucani. 


Infatti in questo periodo si susseguono eventi promossi da Pro Loco, scuole e associazioni in molti centri che aderiscono all’iniziativa. La prima edizione della manifestazione nazionale si è svolta nel gennaio 2013, - prosegue Franciosa - con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività alla tutela dei saperi che …

Melfi 6 gennaio 2018. Catte Choir.edrale. Un successo il concerto dell'Epifania "Contaminazioni Musicali" con il coro "Mysticus don Vito Giannini" e "Isernia gospel Choir"

Chiusura delle festività natalizie a Melfi col botto. Nella serata dell’Epifania, nella Cattedrale, a cura dell’Amministrazione Comunale,il Coro "Mysticus Concentus "Don Vito Giannini" di Melfi, una realtà dal 2001 nato come cappella musicale del Duomo di Melfi, ed il coro Isernia Gospel Choir, nato nel 20013 per volontà di Rossana Leva, nota musicista del centro molisano, con l’obiettivo di formazione musicale, artistica, culturale ed umana dei componenti e di promuovere e diffondere la cultura gospel dei neri d’America, in una sorta di “Contaminazione Musicale”, ha allietato, alla presenza del Vescovo, Mons. Ciro Fanelli, la serata con musica classica, moderna e gospel.

Si è esibito prima il coro "Mysticus"di Melfi, diretto dal M° Pasquale Somma e padre Tony Leva con un ricco programma: "Tu Scendi dalle Stelle" di M.Frisina; Adeste Fideles di Bartolucci, "Astro del Ciel" di Corbetta; "Cantate domino" e "Ave Verum&…

CELEBRAZIONI PER LA NASCITA DEL LICEO CLASSICO A RIONERO IN V. nell’ambito della «Notte Nazionale del Liceo Classico»

Le Celebrazioni per la nascita, 70 anni fa, del Ginnasio-Liceo Classico a Rionero avranno inizio venerdì 12 Gennaio 2018 alle ore 19:30, presso il Centro sociale di Rionero, e ripercorreranno le tappe dell’istituzione, nel 1947/48, del Ginnasio comunale autorizzato, aggregato alla Scuola Media “Granata”, poi parificato nel 1949 e Statale nel 1967, sezione staccata di Potenza. Un significativo excursus sarà presentato dagli studenti del Liceo Classico che, con la prof.ssa Stefania Masiello, hanno ricostruito la storia della scuola rionerese, muovendo dal discorso di Raffaele Ciasca, ordinario dell’Università di Roma, Per l’inaugurazione dell’Istituto Magistrale di Rionero In Vulture, 4 Novembre 1951, Amatrice (Rieti): ‹‹Altri centri della provincia e della regione hanno le loro scuole. Ma queste sono state, pressocché tutte, istituite dallo Stato, con denaro dello Stato. Rionero, invece, ha fatto da sé; […] E’ la storia o, se volete, la cronaca a voi notissima, della istituzione della…

Inizia il Carnevale a Lavello con il Premio Rosso Domino

Il Carnevale prende inizio a Lavello, Mercoledì 17 Gennaio, con il Premio Rosso Domino.  L'appuntamento è al Teatro San Mauro alle ore 19:30. Quest'anno il Premio è stato assegnato al professore Vito Cerone. Alla manifestazione parteciperà il l sindaco di Lavello, Sabino Altobello, l’assessora alla cultura, Giovanna De Luca, il presidente del consiglio comunale, Raffaele Avigliano, il presidente della BCC di Gaudiano di Lavello, dr. Sante Bruno. Durante la serata seguirà la presentazione del programma del Carnevale 2018 e dei Festini a cura della Pro Loco “F. Ricciuti”. Il carnevale di Lavello è una tradizione fortemente sentita nella comunità, con i festini del sabato sera e con il costume tipico lavellese il Domino. I festini, come il ballo, fanno parte della tradizione di Lavello, dedicato al divertimento, all'amore, alla spensieratezza.  In programma, anche, momenti musicali con Milena Bruno, il cantautore Mauro Vulpio e proiezioni fotografiche di Vincenzo Nesta “Le stagi…

Maschito(Pz). 6 gennaio 2018.Un successo il 1° presepe vivente

Anche nel piccolo centro arbereshe si sono svolte alcune iniziative in occasione delle festività natalize. In evidenza, il Presepe Vivente del giorno dell’Epifania a cura dell’'associazione Berimbau (presieduta da Valentina Barbato) che ha realizzato la prima edizione del "presepe vivente" in un'antica cantina vinicola presso via Marconi. Una piccola rappresentazione della natività, arricchita da scene rappresentanti mestieri tipici della tradizione maschitana. 

A collaborare nella riuscita del presepe, le associazioni Proloco ( presidente Antonio Maulà) e Retnes (presidente Elena Pianoforte). In concomitanza con il presepe vivente un momento dedicato ai bambini con l'arrivo della Befana che ha distribuito le tradizionali calze ripiene di dolciumi donati dall'associazione. I visitatori sono stati intrattenuti da giochi e animazione. 

Le scene rappresentate sono state: la natività, il falegname, le donne del forno che fanno pane e pasta, la cernita del g…