Passa ai contenuti principali

Venosa. L'I.I.S.S. "Quinto Orazio Flacco" vicino alla scomparsa del prof. Antonio Portolano, ideatore del Certamen Horatianum


La comunità venosina tutta, dalla scuola I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco” alle Istituzioni, si sono uniti nel dolore per la morte del caro Antonio Portolano, l’ispiratore e indimenticabile animatore del Certamen Horatianum (quest’anno giunge alla 32^ edizione), grande educatore e studioso di cultura classica, autore versatile, prodigo di affetto e di finissima ironia. L’ultimo Certamen fatto dal prof. Portolano era nel 2009 ed il 26 aprile del 2014 gli è stato conferito con una cerimonia solenne nell’aula magna dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco” la cittadinanza onoraria. Ispettore del M.I.U.R. in pensione, Antonio Portolano, è stato fondatore del 1° Certamen Horatianum nel 1986. Il dirigente scolastico del “Quinto Orazio Flacco”, prof.ssa Mimma Carlomagno, ha ricordato l’impegno a favore del Certamen del prof. Portolano: “ fu uno dei fondatori di questa prova di Latino nel lontano 1986 con la partecipazione di solo 16 studenti. 


Nel 2005 ebbi la fortuna di conoscere il prof. Portolano, avendo accompagnato come docente studenti del liceo cliassico di Lauria al Certamen, rimasi colpita da questa persona affabile e sicuro di se,con un presentimento, di incontrarlo di nuovo, è così è stato. Venosa gli conferisce il giusto onore con l’attribuzione della cittadinanza onoraria”. La dott.ssa Lucia Coviello, allora sub-Commissario straordinario del Comune di Venosa, ha letto un messaggio del Commissario Straordinario del Comune di Venosa, Rosa Correale: “ gentile Ispettore scolastico, prof. Portolano, in mia vece ho delegato la dott.ssa Coviello, sub Commissario del civico Ente, alla quale è affidato il compito rappresentare l’amministrazione municipale e di conferire, attraverso la consegna materiale della pergamena, la cittadinanza onoraria a uno dei più illustri sostenitori di questa importante rassegna giunta alla sua XXVIII edizione”. La dott.ssa Coviello ha aggiunto: “caro prof. Portolano, la sua presenza, è un evento importante per la città di Venosa. La sua vita, strettamente legata alla sua carriera professionale, costellata da forte impegno culturale e determinazione la portò, nel 1986 a impegnarsi nella fondazione del Certamen Horatianum. Il suo appassionato legame culturale verso l’opera del grande poeta venosino, è riuscito negli anni, dopo quelli di difficile avvio, a far crescere il Certamen,prima ad una dimensione nazionale e poi ad una europea.Bisogna dire che il Certamen è prosperato anche e soprattutto per il suo prestigio morale e scientifico che lo ha reso noto a livello internazionale, quale inventore e sperimentatore del Liceo Classico Europeo. La città di Venosa a lei emerito prof. Portolano è grata e ritiene che tale riconoscimento sia un atto dovuto oltrechè un onore. Grazie da parte di tutta la collettività di Venosa”. La dott.ssa Coviello ha consegnato una pergamena al prof. Portolano con la seguente motivazione: “ al prof. Antonio Portolano la Città di Venosa, grata e riconoscente, per il suo alto contributo alla istituzione del Certamen Horatianum, quale competizione scolastica tra le più rinomate, per il suo costante impegno a fianco delle istituzioni locali nella organizzazione e nella cura delle prime edizioni,per la sua assidua partecipazione alle prime ventiquattro edizioni come relatore nei convegni tenuti a latere della manifestazione”. Il prof. Portolano, commosso, aveva compiuto 82 anni il giorno prima, ha ringraziato: “ dopo 24 anni consecutivi, nel 2009 ho lasciato il Certamen con 203 alunni partecipanti. Devo ringraziare la Preside Carlomagno per aver seguito la procedura per l’attribuzione di questa nomina e la dott.ssa Correale, che tra i tanti impegni del suo lavoro amministrativo, ha trovato il tempo, la disponibilità e la sensibilità, per questa attribuzione. Mi onoro di essere cittadino di Venosa per i cento giorni trascorsi a Venosa nell’organizzare e programmare i tanti Certamen.Sono felice di essere concittadino di Orazio, il poeta che amo di più. Credo di essere riuscito a far amare Orazio anche ai tanti allievi.Mi sforzavo di insegnare le due parole famose: “Carpe Diem”, lezioni di saggezza, afferra il giorno, sfruttalo, senza rinviare il niente al domani. Se ci fosse più cultura in Italia, riusciremmo ad avere una Nazione più risollevata”. La Preside Rosa Torciano, ex docente e dirigente scolastico del Liceo Classico di Venosa, ha chiuso gli interventi: “sono molto emozionata.Vorrei dire all’Ispettore Portolano, se il Comune di Venosa ha voluto attribuire la cittadinanza onoraria a me, al prof. Fedeli ed oggi a te, ha inteso premiare la scuola perché il nostro lavoro è stato diretto ad una intera comunità scolastica. Se il Certamen Horatianum ha avuto una crescita costante, lo si deve anche all’amministrazione comunale che ha sempre patrocinato questo evento culturale, il più alto di Venosa.Abbiamo fatto conoscere il nostro Sud al resto d’Italia. La storia del Certamen scritta nei nostri bellissimi quaderni. In nome di questa città, che amo tanto, prof. Portolano ti ringrazio per quanto dato”. 

Lorenzo Zolfo

Commenti

Post popolari in questo blog

Ciao Donatella, da tutta la Redazione di TG7 BASILICATA

SOSPESE TUTTE LE ATTIVITÀ DI MANIFESTAZIONI E PROPAGANDA ELETTORALE A LAVELLO 
La scomparsa tragica e prematura di Donatella Di Vittorio, vittima di un incidente stradale le cui dinamiche sono ancora da accertare e che ha sconvolto due famiglie lavellesi, candidata nelle lista civica “ con voi per Lavello”, alla carica di consigliere comunale per le elezioni del prossimo 10 giugno, ha colpito una intera Comunità Locale. Donatella era professionista conosciuta e stimata, animatrice appassionata dell’associazionismo culturale e sociale. La sua morte, avvenuta in circostanze drammatiche, rattrista tutti coloro che hanno avuto modo di conoscerla e frequentarla. Questa mattina, i tre candidati alla carica di Sindaco, Sabino Altobello, Giuseppe Decorato e Alfonso Muscio, hanno concordato di sospendere sino a nuova comunicazione tutte le manifestazioni elettorali oscurando i manifesti e la propaganda nei rispettivi comitati elettorali. Nello stesso incontro è stata preannunciata la volontà di…

Calcio. I Categoria. Il Barile dopo oltre 20 anni approda in promozione.Festeggiamenti al campo ed in piazza

Dopo più di 20 anni il Barile Calcio torna a disputare un campionato di Promozione. Grande merito ai sacrifici e lo spirito di attaccamento alla maglia dimostrato dai ragazzi in questo progetto biennale; oltre al lavoro impeccabile della società ma soprattutto del mister Gustavo Cittadini. Ecco i protagonisti di una cavalcata trionfale. Portiere: Ferdinando Sicuro di Rionero in Vulture: Grazie all’attenzione del reparto difensivo subisce pochi goal. 

Decisive le sue parate nei momenti difficili delle partite, si è fatto sentire e vedere. "Sicuro" di nome e di fatto. Difensori: Canio Di Lucchio: “ Chiamato a dar manforte alla squadra, si mette subito a servizio dei compagni. Un Jolly di centro campo, forte anche in attacco, spina nel fianco delle difese avversarie, la sua arma letale è la velocità”. Nico Maiorino di Melfi: I suoi trascorsi in categorie superiori si vedono e come, una roccia difensiva, insuperabile sulle palle alte, decisivo nei contrasti e negli interventi di…

Nella nuova strategia FCA, quale futuro per Melfi?

Sono stati ufficializzate le ferie estive allo stabilimento Fca Melfi Plant. Le linee Jeep - 500 X saranno ferme dal 12 agosto al 02 settembre 2018.  Brutte, notizie per la linea della Punto, che si fermerà definitivamente. Ora si attende il nuovo piano industriale di Sergio Marchionne, per capire quale sarà il futuro per gli operai della linea della Punto, e se ci sarà un nuovo modello che prenderà il suo posto.  Secondo quattroruote, il primo giugno, giorno della presentazione del piano industriale del gruppo FCA, sarà annunciato un cambio di strategia. In Italia non saranno prodotte più vetture di fascia bassa, ma solo modelli premium e in particolare per i marchi Alfa Romeo, Maserati e Jeep. 
"Saranno abbandonate entro la fine dell'anno le produzione della Fiat Punto e dell'Alfa Romeo MiTo: gli stabilimenti di Mirafiori, a Torino, e di Pomigliano d'Arco, nei pressi di Napoli, saranno sottoposti a una riorganizzazione per produrre nuove Suv per i marchi Maserati e Jee…

A SANT'ANDREA DI ATELLA PER LA FESTA PATRONALE 'LA CORRIDA DEL SUD', VINCITORE DONATO CALDARARO

Dopo il successo delle tappe di Venosa e Rionero de 'La Corrida del Sud', ottima presenza di pubblico anche in piazza a Sant'Andrea di Atella nella prima delle due giornate di festa patronale, grazie all'impegno del Comitato, entusiasta e gratificato dall'esito dell'iniziativa. Conduzione curata come sempre da Antonio Petrino, con il coordinamento di Romeo Di Tolve e la regia service audio affidata a Giuseppe Santarsiero (Cover Biagio Antonacci). In apertura di manifestazione, l'apprezzata e spettacolare esibizione degli allievi della locale scuola di ballo 'New Dance Academy' con la maestra Maria Lucia Locoro e la trainer Natasha Di Gironimo. Diversi concorrenti provenienti da ogni parte, anche da fuori regione, accompagnati sul palco dall'elegante e appariscente valletta Valeria, con i simpatici e divertenti partecipanti che si sono 'sfidati' senza esclusione di colpi, aspiranti 'artisti' in cerca di successo, che hanno ent…

Venosa. L'Orchestra D'Archi del Liceo Musicale "Quinto Orazio Flacco" conquista il 1° posto ad un concorso musicale nazionale al teatro Umberto Giordano di Foggia

Nella giornata dell’11 maggio scorso l’Orchestra d’Archi del Liceo Musicale “Quinto Orazio Flacco” di Venosa, preparata dai docenti Francesco Lisena e Antonio Tiri, ha partecipato alla 10ª edizione del Concorso Nazionale Musicale “U. Giordano” di Foggia, conquistando un meritato 1° posto.

L’orchestra si è esibita, nella splendida cornice del Teatro “Umberto Giordano” di Foggia, gareggiando nella sez. II, cat. H (licei musicali) eseguendo, senza direttore, un programma di notevole difficoltà di autori classici, dando prova di grande professionalità e sinergia. Questo testimonia sicuramente la meticolosità del lavoro svolto dai docenti, ma anche e soprattutto l’affiatamento dei ragazzi che in questa formazione, storicamente e notoriamente affascinante, ma assai delicata nelle sonorità, specie nei primi anni di studio, hanno saputo tirar fuori la grinta e la concentrazione necessaria per portare in patria, a Venosa (terra di illustri musicisti) il primo posto con votazione 97/100. Ciò po…

A Melfi presso il Museo Archeologico Nazionale "Il giardino di Mirò"

Si svolgerà domani Sabato 19 maggio 2018, alle ore 10,00 presso il Museo Archeologico Nazionale del Melfese, la manifestazione organizzata dall'Istituto Comprensivo Ferrara-Marottoli "Il giardino di Mirò". Mostra di pittura e sfilata con abiti dipinti a mano, ispirati all'arte di Mirò.  Ricco il programma con interventi e i lavori degli alunni dell'I.C. Ferrara-Marottoli.  Un'appuntamento da non perdere.

La Pentecoste a Melfi

Siamo alla 490^ edizione della "Pentecoste a Melfi" rievocazione storica, nel conflitto tra francesi e spagnoli per il dominio del Regno di Napoli, dei fatti di sangue accaduti a Melfi dal 22/23 marzo 1528 alla domenica di Pentecoste. Questo scontro d'armi e' passata alla storia e denominata "la pasqua di sangue ". La unicità di questa rievocazione è che il tutto si svolge negli stessi luoghi dove si è fatta la storia. g Grande spettacolo.  Melfi - sabato 19 e domenica 20 maggio 2018

Basilicata ultima regione in Italia per tempi di intervento del 118. Per Anpas è importante inserire all’interno del sistema il mondo del Volontariato lucano

La Basilicata risulta essere la Regione peggiore –in termini di tempistica- per l'intervento dei sanitari del 118. Secondo l'inchiesta pubblicata da "La Repubblica", infatti, in Basilicata da quando risponde l'addetto della centrale operativa a quando i sanitari sono sul posto, passano 27 minuti. Sarebbe il risultato peggiore tra tutte le regioni italiane, il migliore è quello della Liguria, con 14 minuti. 

Le possibili cause sono da ricercare nella precaria viabilità regionale e nello scarso numero di postazioni che ad oggi risultano essere scarse nel numero, ad oggi sono ancora senza impiego i 70 autisti soccorritori vincitori del concorso indetto qualche anno fa. Nonostante la recente riorganizzazione del sistema regionale 118 si rileva a tutt’oggi che i cittadini lucani non hanno lo stesso livello di assistenza e lo stesso diritto alla salute di regioni più efficienti come la Liguria. 
Per migliorare il sistema andrebbe aumentato il numero delle …

Cronaca: “Chiedimi scusa o ti sparo”

Nella serata di ieri gli agenti della Squadra Mobile di Potenza, hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari disposta dal Gip di Potenza nei confronti di A. L., sorvegliato speciale, indagato per lesioni aggravate e sequestro di persona. I fatti risalgono ad alcuni mesi fa quando L. colpiva prima con un pugno e dopo con uno schiaffo al volto un giovane, procurandogli un trauma cranico facciale. La vittima, in quel momento, si trovava in compagnia di altri amici all’interno della sala slot machine di un bar di rione Francioso dove era presente anche L. il quale sosteneva che la vittima lo avesse deriso. Pretendo poi le scuse, L. ordinava alla vittima e ai suoi amici di non uscire dal bar, tenendo un comportamento tale da terrorizzarli ed indurli a non allontanarsi, minacciandoli di avere una pistola in macchina. L., poi, faceva sedere al centro del bar la vittima, pretendendo che si scusasse con lui. Ogni volta che si rifiutava ordinava ai suoi amici di co…

DA BAMBINO DISLESSICO AD AUTORE: LA STORIA DI GIOVANNI D’ANDREA

La Pro Loco Filiano presenta il libro “Nonostante gli schiaffi… come vivere con successo la dislessia” 
 Da bambino, Giovanni non si sentiva come tutti gli altri: aveva problemi a leggere e veniva considerato “pigro” o, peggio ancora, “stupido” da compagni e docenti. Le ore scolastiche erano per lui un supplizio interminabile. Nessuno, né i suoi genitori, né gli insegnanti, aveva capito che il suo non era un deficit di volontà o di intelligenza, ma un disturbo dell'apprendimento chiamato dislessia. Giovanni D’Andrea, oggi laureato, ha voluto raccontare la storia del suo difficile rapporto con la scuola nel libro “Nonostante gli schiaffi… come vivere con successo la dislessia”. L’agile volumetto sarà presentato venerdì 25 maggio 2018, alle ore 18:00, presso il Centro sociale di Filiano. Il momento di riflessione sulla dislessia, un disturbo caratterizzato dall’incapacità di leggere e comprendere uno scritto, è promosso e organizzato dall’Associazione Pro Loco di Filiano e la locale …