Passa ai contenuti principali

Confartigianato: AAA CERCASI TECNICI ED ESPERTI INTROVABILI


La rivoluzione digitale offre numerose occasioni per la creatività e la voglia di innovare delle nostre aziende. Ma, paradossalmente, molti progetti rischiano di bloccarsi per carenza di manodopera specializzata. E sono le imprese artigiane ad avere i maggiori problemi di reclutamento del personale . L’allarme arriva da una rilevazione di Confartigianato che ha fotografato le professionalità più difficili da reperire sul mercato del lavoro. Scoprendo che è introvabile oltre la metà dei profili professionali con le competenze tecniche più evolute richieste dalle aziende artigiane. 

I più difficili da reperire sul mercato del lavoro sono i tecnici programmatori, esperti di applicazioni, analisti e progettisti di software, tecnici meccanici, elettrotecnici, ingegneri energetici e meccanici . Tutte figure professionali indispensabili alle piccole imprese – commenta Rosa Gentile, dirigente nazionale e regionale Confartigianato - per cavalcare la rivoluzione digitale ed entrare da protagoniste nell’economia 4.0. Ma, a quanto pare – aggiunge - bisogna fare i conti il paradosso più volte denunciato da Confartigianato di due mondi che non si incontrano: da una parte aziende pronte ad assumere, dall’altra giovani in cerca di lavoro e pronti ad emigrare per trovare un’occupazione. In mezzo famiglie e sistema scolastico che non sanno orientare e preparare i ragazzi alle nuove sfide del mercato del lavoro e a al grande salto nel futuro dell’economia. Per analizzare la difficoltà di riferimento per professione abbiamo preso a riferimento le figure professionali più richieste dalle imprese artigiane secondo l’ultima rilevazione disponibile del sistema Excelsior dedicata all’artigianato (Unioncamere-Ministero del lavoro, 2015). Complessivamente la rilevazione indica 128 professioni maggiormente richieste dall’artigianato, pari a poco meno di un terzo (31,9%) delle 401 professioni richieste dalle imprese nel 2017. In particolare risultano più difficili da reperire - con una quota più che doppia della media del 21,5% rilevata per il totale imprese - le seguenti 19 figure professionali : Tecnici programmatori (difficoltà di reperimento del 57,0%), Tecnici esperti in applicazioni (55,6%), Analisti e progettisti di software (55,5%), Tecnici meccanici (55,3%), Elettrotecnici (54,9%), Ponteggiatori (53,7%), Altre professioni tecniche della salute (52,3%), Tecnici della produzione e preparazione alimentare (51,9%), Attrezzisti di macchine utensili e professioni assimilate (51,4%), Sarti e tagliatori artigianali, modellisti e cappellai (51,1%), Ingegneri energetici e meccanici (50,8%), Tecnici elettronici (50,6%), Operai addetti a macchinari per la filatura e la bobinatura (50,2%), Saldatori e tagliatori a fiamma (48,8%), Disegnatori industriali e professioni assimilate (47,1%), Conciatori di pelli e di pellicce (44,4%), Specialisti di saldatura elettrica e a norme ASME (44,1%), Operai macchine utensili automatiche e semiautomatiche industriali (43,2%) e Tecnici della produzione manifatturiera (43,1%). Si evidenzia che in questo gruppo con maggiore difficoltà di reperimento prevalgono profili riferiti a processi di investimento sostenuti dagli incentivi di “Impresa 4.0.” Una nostra recente analisi – continua Gentile - ha evidenziato come l' apprendistato abbia dato un apporto positivo sull'andamento dell'occupazione giovanile nel corso del 2017. L'analisi dei dati sui flussi del mercato del lavoro nel settore privato forniti dall'Inps per classi di età evidenzia che nel segmento dei giovani under 30 nel 2017 il numero delle nuove assunzioni in apprendistato (274 mila, in aumento del 20,2% rispetto all'anno precedente) supera quello delle assunzioni a tempo indeterminato (273 mila, in discesa del 13,9%). Nel dettaglio per genere si osserva che il sorpasso delle assunzioni in apprendistato è stato possibile grazie al maggiore dinamismo della componente femminile : per le donne le assunzioni di apprendisti (114 mila) superano di oltre 7 mila unità quelle a tempo indeterminato (107 mila) mentre per i maschi sono ancora le assunzioni a tempo indeterminato (166 mila) a superare di circa 6 mila unità quelle effettuate in apprendistato (160 mila). La regione con la più alta propensione ad utilizzare il contratto di apprendistato è l' Umbria dove su 100 rapporti di lavoro attivati, 6,9 sono relativi ad apprendisti. Seguono il Veneto con 5,5 Piemonte e Toscana con 5,1 e Marche con 5,0. All'opposto un peso minore​ si registra in Campania con 2,9, Abruzzo con 2,5, Basilicata con 2,2, Molise con 2,0 e Sardegna con 1,3.

Commenti

Post popolari in questo blog

Nell’anno 2019 i dipendenti di FCA-MELFI riceveranno in busta paga due bonus salariali così come stabilito dal CCSL del 7 luglio 2015

Nell’anno 2019 i dipendenti di FCA-MELFI riceveranno in busta paga due bonus salariali così come stabilito dal CCSL del 7 luglio 2015. Gli aumenti sono i seguenti:   -A) Bonus Salario “Efficenza di Stabilimento” che corrisponde a un importo di 1025 euro (Fascia I con salario base annuo di 20500 euro); La sua erogazione sarà corrisposta nel mese di Febbraio;   -B) Bonus Salario “Risultato Operativo Emea” che corrisponde a un importo di 1230 euro (Fascia I con Salario Base annuo di 20500 euro); La sua erogazione sarà corrisposta nel mese di Marzo.

Rionero. Il comitato di quartiere (C10) raccoglie con soddisfazione i suoi primi frutti

Il Comitato di Quartiere Vivibilità e Sicurezza C10 - Via Monticchio nato dall’esigenza di alcuni cittadini residenti di migliorare la vivibilità e la sicurezza stradale in un area periferica del paese abitata da oltre 500 famiglie, con la presenza di una scuola superiore, che ospita ogni giorno oltre 10 00 persone tra alunni, g enitori, docenti e ATA. Constatato che i n quest’area si verificano periodicamente incidenti stradali anche gravi, dopo essersi costituito ha promosso una petizione indirizzata all'Am ministrazione Comunale con cui ha chiesto interventi urgenti sui problemi di sicurezza stradale dell'area quali :  - il ripristino della segnaletica stradale, orizzontale e verticale, che risulta carente e inadeguata;  - la rimozione della vegetazione e del fango dalla sede stradale ;  - l'installazione di dissuasori di velocità per i veicoli. Dopo le sollecitazioni all’amministrazione comunale ha coinvolt…

RIONERO. Chiusura delle scuole di ogni ordine e grado a causa della interruzione del servizio idrico per i giorni 15 - 16 - 17 gennaio 2019 dalle ore 14:00 in poi

PREMESSO che l’Acquedotto Lucano ha comunicato che nei giorni 14 - 15 - 16 e 17 gennaio prossimi, per consentire l’esecuzione di lavori da parte di Acquedotto Pugliese, l’erogazione dell’acqua potabile sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 7:00 del mattino successivo, interesserà l’intero territorio comunale, con conseguente impossibilità di funzionamento dei servizi igienici presenti nelle strutture scolastiche.  La mancanza di acqua comporta l’inagibilità temporanea degli edifici in cui si svolgono le  didattiche delle istituzioni scolastiche, evidenziando che non sussistono soluzioni alternative idonee per assicurare la continuità della fornitura del servizio idrico; CONSIDERATA la particolare urgenza di disporre per motivi igienico sanitari la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nei giorni 15 - 16 e 17 gennaio p.v. a partire dalle ore 14:00, al fine di evitare che le relative attività si svolgano in precarie condizioni igieniche legate alla mancanza di acqua corrente;

Cronaca: Spaccio di droga, tre arresti e un divieto di dimora

A seguito di indagini dirette da questa Procura della Repubblica di Potenza e condotte da personale della Polizia di Stato, è stata data esecuzione in data odierna ad un’ordinanza applicativa di 4 misura cautelare personali, disposte dal GIP di Potenza, nei confronti di alcuni cittadini di nazionalità subsahariana: Afred Henry classe 1995, Sunday Promise classe 1988 e Ndong Mammbye classe 1981, sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere, e John Peace classe 1994, sottoposta alla misura del divieto di dimora a Potenza con obbligo di presentazione quotidiano alla Polizia Giudiziaria, responsabili a vario titolo dei di cui agli artt. 81, 110, 73 commi 1 e4 D.P.R. 309/90. Le investigazioni scaturivano da un’attività info-investigativa condotta dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Potenza attraverso servizi di osservazione, controllo e pedinamento, in seguito a cui si individuava una rete di spaccio al minuto, gestita in questo centro, nei pressi della fermata de…

10 anni di Irccs, festeggiamenti al Crob per il primo decennale da Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Grande partecipazione all’Irccs Crob per l’appuntamento celebrativo “10 anni di Irccs” che si è tenuto questa mattina nell’auditorium Cervellino. “Questa è una giornata particolare” ha detto in apertura il direttore generale dell’Istituto Giovanni Battista Bochicchio “perché possiamo festeggiare un decennale assolutamente non scontato”. 

Presente al Crob il pubblico delle grandi occasioni tra cui il parlamentare Vito De Filippo all’epoca governatore regionale, il presidente del Consiglio regionale Vito Santarsiero, i consiglieri regionali, il presidente della provincia di Potenza, i sindaci, i vertici delle sigle sindacali, la fondazione BRB, i neo direttori di San Carlo, Asp e Asm, il direttore dell’Irccs Pascale di Napoli Attilio Bianchi, le forze dell’ordine, le associazioni. 

Una presenza che è come un abbraccio e una testimonianza di partecipazione alla storia ed al futuro dell’Istituto con le nuove sfide che lo attendono. Dopo i saluti del sindaco di Rionero Luigi Di Toro si è ten…

Il Crob festeggia 10 anni di Irccs

Martedì 15 gennaio i festeggiamenti per il decennale del riconoscimento del carattere scientifico Rionero in Vulture 12/01/2018 – Martedì 15 gennaio il Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata festeggia un anniversario importante, quello dei dieci anni Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. L’evento celebrativo “10 anni di Irccs” si terrà a partire dalle ore 9.30 nell’auditorium Cervellino e dopo i saluti istituzionali a cura del sindaco di Rionero Luigi Di Toro e del direttore generale Irccs Crob Giovanni Battista Bochicchio si dividerà in due momenti. 

Si comincerà con la tavola rotonda “Missione e Visione” con i tre direttori di dipartimento Michele Aieta, Aldo Cammarota, Giuseppe La Torre, il direttore scientifico facente funzioni Rocco Galasso, il presidente del consiglio di indirizzo e verifica Alessandro Sgambato, il componente del comitato tecnico scientifico Ruggero De Maria e il direttore generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità del Ministero…

CALCIO ECCELLENZA LUCANA. IL BIG-MATCH DELLA GIORNATA VIENE VINTA DAL LAVELLO CHE BATTE LA CAPOLISTA MELFI PER 2-1

LAVELLO  2 MELFI 1 LAVELLO: Cilumbriello, Montenegro, Tridente, Pietragalla, Tiboni (80’ Adesso), Alessani (65’ Petagine), Gerardi (82’ Cantone), Tuosto, D’Italia, Di Stasi, Ciranna (al 82’Telesca). A disp: Sanza, Bavuso, Serra, Filannino. All. Alberti.

MELFI: Pinto, Sinisgalli, Giacomino, Mirabet, Miglionico (al 76’ Lambo), Jawara, Nardozza (al Falanga), Saurino, Sogliuzzo, Mastroberti, Bongermino. A disp: Natale, Moldovan, Battilana, Cascio, Casorelli, Claps. All. Astudillo Arbitro: Contini di Matera. Assistenti: Martinelli-Capolupo. Marcatori: al 40’ Gerardi; al 46’ Alessani; al 88’ Falanga. Note: espulsi Sogliuzzo (Melfi) al 13’ II tempo e Tuosto (Lavello) al 45’ II tempo.
Venosa. Alla presenza di una cornice di pubblico dalle grandi occasioni,circa mille spettatori, con larghissima rappresentanza dalla cittadina federiciana, il Lavello batte la capolista Melfi e rimette in gioco il campionato. Prima della partita ricordato Franco Pisicchio, bomber di Lavello, giocatore del milan, Cagli…

Cronaca: Arrestato a Lavello per lesioni e maltrattamenti

Su richiesta della Procura della Repubblica di Potenza che ha coordinato le indagini, i Carabinieri di Lavello hanno arrestato il 72enne F. S., gravato da precedenti di polizia e residente in Lavello. Dalle indagini è emerso che l’uomo, fino al mese di settembre 2018, ha più volte aggredito la compagna, una 53enne di origine pugliese, con la quale intratteneva una relazione sentimentale da diversi anni. Relazione interrotta proprio in seguito all’ultima aggressione subita dalla donna, costretta al ricovero in ospedale per le gravissime lesioni riportate. S. deve rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, perpetrate fino a settembre 2018, attuando una condotta delittuosa reiterata nel tempo e consistita in ripetuti maltrattamenti fisici e morali ed aggressioni (anche mediante l’utilizzo di corpi contundenti) ai danni della donna.

Il Tar della Basilicata boccia il voto a maggio

Il Tar per la Basilicata, ha accolto il ricorso presentato dal Movimento cinque stelle contro la decisione della Giunta regionale di votare il 26 maggio, in concomitanza con le Europee. Il Tribunale Amministrativo, ha deciso che la Regione Basilicata "dovrà provvedere a convocare, entro 20 giorni, i comizi per le elezioni del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale, da tenersi nella data utile più ravvicinata". L'ipotesi al momento più accreditata è quella del voto il 24 marzo.
Pino Di Lucchio

L’Irccs Crob aderisce al Patto trasversale per la scienza

Il Crob è l’unico Istituto di ricerca tra i sottoscrittori del patto a sostegno della ricerca scientifica proposto a livello nazionale dall’immunologo Roberto Burioni Rionero in Vulture 
L’Irccs Crob è tra i sottoscrittori del “Patto trasversale per la scienza” pubblicato nella giornata ieri 10 gennaio 2019 sul sito di divulgazione scientifica anti bufale “Medical facts” lanciato dall’immunologo Roberto Burioni. Il Patto a carattere universale è a tutela della scienza e della ricerca scientifica ed è un appello a “tutte le forze politiche italiane, affinché sottoscrivano il seguente Patto Trasversale per la Scienza e s’impegnino formalmente a rispettarlo, nel riconoscimento che il progresso della Scienza è un valore universale dell’umanità, che non può essere negato o distorto per fini politici o elettorali”. L’Irccs Crob, fino ad ora, è l’unico Istituto di ricerca sottoscrittore del Patto che è stato firmato anche da Beppe Grillo, Matteo Renzi, Beatrice Lorenzin, Antonio Tajani, la re…