STRADA PROVINCIALE N°18 OFANTINA. VENOSA-GAUDIANO. UN AUTOMOBILISTA PER EVITARE LE NUMEROSE BUCHE, ROMPE LA MACCHINA.


DANNI PER 400 EURO. HA CHIAMATO I CARABINIERI CHE SONO INTERVENUTI E FATTO RIPARARE IL DANNO SUBITO. SONO STATI STANZIATI DEI FONDI, A CHI SI ASPETTA AD INTERVENIRE? 

Venosa Ci risiamo con le strade provinciali, procurano più danni, che benefici. E’ il caso della strada provinciale n° 18, che dalla vicina Puglia conduce a Venosa. Da anni questa strada è piena di buche, non è sicuramente un bel biglietto da visita per chi arriva nella cittadina oraziana, in questo periodo pieno di emigranti e qualche turista che la visita per i suoi bellissimi monumenti archeologici. 


Piu’ volte nel passato è stato denunciato dal nostro giornale il degrado di questa strada. La Regione Basilicata ha stanziato dei fondi per il suo miglioramento, sono trascorsi dei mesi e nulla si vede ancora. Intanto alcuni giorni fa un automobilista che dalla vicina Puglia raggiunge Venosa per motivi di lavoro e’ abbastanza infuriato. F.D. le iniziali sui social ha postato questo commento: “ Volevo ringraziare calorosamente l'assessore regionale alla viabilità e il presidente della Provincia di Potenza: o scanso le auto che arrivano o becchi una buca che ti spacca una gomma. Io devo rientrare a casa!!! 


A ferragosto e a quest'ora chi ti aiuta? Un po' di vergogna non vi farebbe male! Buche Inaccettabili! Questa è la strada che porta a Venosa. Sindaco di Venosa, una bella accoglienza che le viene riservata e che lei consente! l potere per imporsi c'è l'ha lei e non io”. Il Sindaco ha risposto al malcapitato automobilista dicendo che le rimostranze sul pericolo di questa strada le ha fatte agli organi competenti. Ecco la risposta di chi ha ricevuto il danno: “È assurdo che le sue rimostranze, ovviamente fatte nelle sedi istituzionali, siano amaramente ignorate da anni. Evidentemente o non amano Venosa, o fanno un dispetto a lei. 

Certamente creano danni e problemi a noi automobilisti. Rattoppi parziali saltano alla prima pioggia, per non parlare di cosa avviene con neve e gelo. Il problema è lì, pronto a colpire nuove vittime e a dare il peggior benvenuto a chi entra a Venosa. Mi piacerebbe sapere che tempi si è dato chi è competente ad intervenire, immagino da lei pressato. Noi cittadini, noi utenti, vogliamo i risultati, anche perché tasse e accise le paghiamo tutte”. 

Lorenzo Zolfo


Commenti

Post più popolari