Passa ai contenuti principali

ACCETTURA FOLK FESTIVAL: NUOVO CD ACCIPITER

In occasione della nuova edizione dell’Accettura Folk Festival –domani 12 agosto – sarà distribuito il nuovo cd degli Accipiter: 10 brani, la cui parte musicale è totalmente inedita, mentre per alcuni dei testi, o per parte di essi, sono stati utilizzati rime e modi dire tradizionali del territorio e di un modo di vivere andato
(ispirati anche dalla figura di Francesco Varvarito, poeta e cantore accetturese, morto qualche giorno fa), che però è meno lontano di quel che può sembrare. Il tutto in crudo, e a tratti violento, dialetto accetturese, noto per essere uno dei meno recepibili della Lucania, soprattutto per la velocità e la pochezza di vocali, caratteristiche che però lo rendono ideale per il sound degli Accipiter che al folk mischia sonorità pop ed elementi metrici funk. Particolarità, queste, che si notano subito nel brano caratterizzante del cd, ovvero “ié rest qua”, che, come da titolo, è una dichiarazione e una scelta di attaccamento alla propria terra, nonostante tutto. Quindi una sorta di incoraggiamento ad essere più attivi e più consapevoli delle proprie potenzialità e come singoli e ancor di più come gruppo, elemento che può fare la differenza in qualsiasi contesto ed a qualsiasi latitudine. Accettura certo, ma anche amici di San Mauro, Garaguso, Stigliano ed ancora Gorgoglione, Aliano, Salandra ecc... un Gruppo di una vasta zona “e questo non può che renderci orgogliosi! “– sottolineano i protagonisti degli Accipiter, Tra i brani del cd particolarmente interessanti sono: “Ogni vot” con la presenza del giovane rapper accetturese-materano-salentino Vudko in una sinergia tra voci e generi diversi che risulta molto gradita fin dal primo ascolto; “Brgant s nasc”, nel testo rivisitazione positiva della classica “Briganet se more”, con l’intro che vede la profonda voce dell’artista materano Alessandro Di Leo”; “ Sta tarantella mozzc”, coinvolgente e ritmata tarantella che, oltre a prospettarsi come brano perfetto per i live, dà al tradizionale genere lucano una funzione quasi terapeutica nei confronti delle avversità della vita. Quanto all’edizione 2017 del Festival, dopo soli due anni la manifestazione, nata come espressione di un nuovo fermento musicale accetturese ma non solo (certificato dalla rapida diffusione, negli ultimi mesi, di tammorre e chitarre) e come occasione di contatto sociale, si sta già consolidato, numeri alla mano, come l’evento più importante della zona. Nelle prime due edizioni, ne “Il Paese del Maggio”, si sono esibiti nomi quali Antonio Castrignanò e gli Officina Zoè, che hanno portato subito in alto anche il valore tecnico della manifestazione, domani 12 Agosto ci sarà una scaletta totalmente lucana, che, tra l’altro, prevederà i maggiori rappresentanti della musica del Pollino, gli Amarimai, che sicuramente faranno saltare le centinaia di giovani della zona che ormai considerano l’Aff come l’evento a cui non mancare. L’idea di un folk-festival nasce qualche anno fa – raccontano i musicisti di Accipeter - quando abbiamo iniziato a capire che la musica può essere anche un bagaglio culturale e di valori importante, ma quando nello stesso tempo ci siamo trovati di fronte ad una forte carenza di tradizione musicale locale. Ma anche le tradizioni e le culture hanno un punto di avvio, un grembo da cui nascere! E qualcosa si è avviato, è nato e si è mosso negli ultimi tempi, grazie all’impegno decennale del gruppo folk “I Maggiaioli”, all’opera creativa, e in buona parte ancora non svelata, di Francesco Varvarito, più unico che raro caso di cantore della collina materana, alla passione di qualche giovane musicista, attento alle dinamiche moderne del folk; e qui si apre una parentesi: parliamo di folk, non di musica popolare come troppo spesso e impropriamente esso viene definito, folk inteso si come tradizione, ma anche come contaminazione, si come attaccamento alla terra, ma anche come apertura all’esterno, si come “canti e balli”, ma anche come coscienza e occasione sociale (basta vedere quello che, soprattutto grazie alla musica, sta succedendo nel Salento negli ultimi anni!). .

Commenti

Post popolari in questo blog

Nominati il Direttore Amministrativo e Direttore Sanitario dell'IRCCS CROB

Il Direttore Generale dell’IRCCS CROB, Dr Giovanni Battista Bochicchio, in data odierna ha conferito gli incarichi di Direttore Sanitario al Dr Antonio Prospero Colasurdo e di Direttore Amministrativo alla Dott.ssa Cristiana Mecca. Il Dr Antonio Prospero Colasurdo, laureato in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Perugia, si è specializzato in Igiene e Medicina Preventiva (Orientamento Sanità Pubblica) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia II della Università degli Studi di Napoli. Vanta una lunga esperienza professionale ed una consolidata esperienza di alta professionalità tecnica, amministrativa e gestionale. Già Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria USL n. 5 del Metapontino, successivamente dipendente dell’IRCCS CROB in vari ruoli: Direzione Medica di Presidio e Direttore della struttura complessa Programmazione e Controllo di Gestione. La Dott.ssa Cristiana Mecca è nata a Potenza dove attualmente risiede, è sposata e madre di…

Bellissima iniziativa dell'Istituto Comprensivo Michele Granata di Rionero sul riciclo

Riciclare è meglio che buttare. Un motto che riassume il senso dell’iniziativa realizzata dai bambini e dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Michele Granata di Rionero in Vulture. 450 studenti, dai piccoli della scuola dell’infanzia, fino ai giovani della scuola media passando per i bambini della scuola elementare, sono i protagonisti di un progetto strutturato e codificato in base alle diverse fasce d’età. Il riciclo a scuola è un’iniziativa promossa dall’Ente di Governo delle Risorse Idriche e Rifiuti della Basilicata, accolta con favore dal dirigente dell’Istituto Granata Domenico Quatrale. “Crediamo molto nella collaborazione con gli istituti scolastici” ha affermato l’amministratore unico Egrib Nicola Andrea Cicoria “l’obiettivo di questo percorso di formazione inerente la corretta gestione dei rifiuti e delle acque è quello di educare le nuove generazioni al tema ambiente coinvolgendo anche le famiglie”. Gli studenti, guidati dai docenti che hanno accolto con entusiasmo l’inizi…

Meteo Basilicata

MELFI 17 FEBBRAIO 2018.UN SUCCESSO IL CARNEVALE DEI GIGANTI.COINVOLTI DISABILI DEL CENTRO AIAS E MIGRANTI PER UNA PERFETTA INTEGRAZIONE

Nella cittadina federiciana il Carnevale 2018 si è concluso nel migliore dei modi. Sabato scorso è stato portato a termine il “Corteo dei Giganti”Tanti personaggi coinvolti, dai componenti del centro Aias ai migranti, dai campanacci di San Mauro Forte, ai medici della peste. Un corteo dei giganti che ha soddisfatto sia gli organizzatori (in primis l'amministrazione comunale nella persona del vice Sindaco Raffaele Nigro), la tanta gente presente e soprattutto i personaggi. Entusiasmanti i componenti dei Campanacci di San Mauro Forte, che per circa due ore hanno trasmesso il suono di queste campane tra la folle delirante. 


Domenico D'Eufemia rappresentante della pro-loco di San Mauro Forte ha riferito: " siamo felici di aver preso parte ad un carnevale che ha coinvolto tanti personaggi e catalizzato l'attenzione di tanta gente. Pensiamo di aver portato un forte messaggio col suono caratteristico delle nostre campane, visto che il nostro carnevale è entrato a far…

A Palazzo San Gervasio al ritiro diocesano per la Quaresima Giovani grande ospite Don Roberto Fiscer "disc-jockey di Dio"

Roberto Fiscer sacerdote genovese, noto su social e web per le sue canzoni "riviste e corrette", insieme al suo corpo di ballo è stato l'ospite speciale del ritiro quaresimale dei giovani della diocesi di Acerenza. Meglio conosciuto come il prete DJ, che 2000 da famoso dj è diventato «disc-jockey di Dio», ha portato uno spettacolo strepitoso, ha tirato tutti su dalle sedie in una lode gioiosa a Dio. L'idea di trasformare tormentoni musicali in chiave cristiana, nasce per avvicinare la Chiesa ai giovani e viceversa." Gesù è più giovane e parla un linguaggio giovane. I giovani in chiesa, devono divertirsi. 

La chiesa non deve dare in appalto a nessun altro questa'opera" e chi ha vissuto questa giornata, ha vissuto a pieno tutto questa, si è divertito, ha riflettuto sulle parole del Vangelo, a ritmo di musica, nessuna tematica è stata tralasciata, la vita, la famiglia, il bullismo, l'amore, il perdono.... Sono tornati a casa tutti carichi di gioia, d…

Il cantautore lucano Luciano Nardozza entra nel roster di artisti gestiti da Cafè Concerto, editore musicale milanese

Dopo il debutto ad aprile 2017 nel pop in italiano con il concept album auto-prodotto “Di Passaggio” (15 brani originali per i quali ha firmato testi, musica e arrangiamenti), Luciano entra nel roster della casa editrice che ha già sotto contratto autori del calibro di Federico Zampaglione (Tiromancino) e che vanta collaborazioni con diversi autori italiani e internazionali, amministrando, tra le altre, le edizioni di Francesco Gazzè, autore e fratello di Max. 

Cafè Concerto gestisce inoltre cataloghi editoriali internazionali di grande prestigio, in cui compaiono opere di artisti come Frank Sinatra, Daft Punk, Andrew Lloyd Webber, Phil Collins, Pink Floyd, J.Lennon, Calvin Harris, M.Jackson, Omi, Duran Duran, The Weeknd.

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE

La Giornata Internazionale della Lingua Madre è stata proclamata dall'UNESCO nel novembre 1999 per promuovere l'unità nella diversità e la comprensione internazionale attraverso il multilinguismo e il multiculturalismo. lengua materna (spagnolo) lague maternelle (francese) mother tongue (inglese) matribhasha (sanscrito) LINGUA MADRE (italiano) L'importanza dell'identità e della pluralità dei linguaggi. In un mondo dominato dalla lingua anglofona l'italiano va protetto, preservato e rispettato perché è il fulcro dell'identità di un popolo, il "luogo" in cui ritroviamo tradizioni, costumi, radici materiali e immateriali. George Steiner diceva che la cultura è la torre di Babele, solo attraverso la pluralità dei linguaggi c'è confronto, c'è o ci dovrebbe essere la comprensione dell'altro. Il 21 febbraio la giornata internazionale della lingua madre 2018 sarà celebrata anche in Basilicata, a Melfi.
Rocco Brancati

Rapone. Prima Festa di Santità dei pastorelli di Fatima Santi Francesco e Giacinta

A Rapone piccolo paese del vulture tutto pronto per dare inizio alla prima festa di Santità dei Pastorelli di Fatima Francesco e Giacinta. Il 13 febbraio hanno iniziato con un'ora eucaristica dedicata a Suor Lucia la terza pastorella che rimase in vita per scrivere fino agli ultimi tempi nel 2005 tutto quello che lei ricordava delle apparizioni di Fatima .Sabato 17 febbraio alle ore 19:00 in chiesa Madre convegno sulla spiritualità adulta dei Santi Pastorelli. Interverranno: Padre Valter Arrigoni Monaco, il sindaco di Rapone Ing. Lorenzo Felicetta, la referente del Movimento del Messaggio di Fatima della Basilicata De Luca Vita, il parroco don Giovanni De Palma. Un convegno dedicato tutto alla spiritualità dei bambini diventati Santi come mai la Madonna apparve a tre bambini?, forse perchè i bambini sono la chiave del nostro futuro? 

Vi aspettiamo a Rapone per rispondere insieme a tante domande del mistero delle Apparizioni della Madonna ai tre pastorelli. Martedì 20 febbr…

Arriva il Carnevale a Rionero

Tutto pronto domani per il ritorno del Carnevale a Rionero in Vulture. L'evento si svolge grazie alla Galleria d’Arte  Contemporanea “Broken Glass” di Rionero dell’Artista Roberta Lioy e Mauro Di Lonardo Presidente dell'Associazione AIDO.  La manifestazione vuole essere il primo passo per ricostruire una vecchia tradizione rionerese che è andata persa nel corso degli anni.  L'evento vedrà tra gli ospiti Dina Centonza di Manfredonia e Associazioni del Carnevale di Manfredonia.  Si prevedono 120 maschere che, sfileranno per le vie del paese. La partenza è alle ore 15.00, da Piazza Giustino Fortunato.   L'apporto delle Associazioni di Manfredonia, servirà per creare laboratori artistici e corsi sull’arte della carta pesta. Massimo sostegno a questo evento e che sia un buon auspicio per il prossime edizioni del Carnevale.
Pino Di Lucchio

Venosa 17 febbraio 2018. Cine-teatro Lovaglio. I due comici napoletani Simona & Enzo presenti al loro film: "Finalmente Sposi".

Dopo il successo dell'estate scorsa riscosso nell'atrio del castello Pirro del Balzo dal duo napoletano di “Arteteca”, Simona & Enzo direttamen te da Made in Sud,nello spettacolo "Arteteca" (alla presenza di oltre 800 spettatori), ritornano nella cittadina oraziana per presentare il loro film: “ Finalmente Sposi”. Oltre 200 spettatori nella sola giornata dello scorso 17 febbraio (il film verrà proiettato fino al 20 febbraio) hanno atteso i due comici napoletani al cine-teatro Lovaglio.Evento organizzato dalla pro-loco di Venosa (presenti il presidente Michele Duino ed il suo vice Felice Spada) . Sia prima e dopo la proiezione del film, in tanti hanno voluto fare una foto con Simona ed Enzo. 

Il film “Finalmente Sposi” è piaciuto al numeroso pubblico presente, diretto dal celebre comico napoletano Lello Arena. La trama: Enzo e Monica, dopo un breve momento di popolarità per aver partecipato ad un reality show, decidono di sposarsi. Monica sceglie abito da sposa,…