Passa ai contenuti principali

INCENDI BOSCHIVI: IDV, RIADEGUARE PIANO AIB E PENSARE SUBITO A PREVENIRE RISCHIO IDROGEOLOGICO

Riadeguare il Piano regionale AIB (antincendi boschivi) per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi; definire un programma di bonifica e rimboschimento del patrimonio forestale danneggiato; prevenire il rischio idrogeologico nelle aree interessate da incendi boschivi.
Sono questi gli obiettivi indicati da Italia dei Valori Basilicata per gestire l’attuale seconda fase estiva evitando di estendere il disastro ambientale specie nel Parco del Pollino e al tempo stesso pensare agli ulteriori danni che si verificheranno in autunno con i fenomeni di dissesto del suolo. Il nostro patrimonio boschivo – sottolinea il segretario regionale di IdV Angelo Rosella – è stato duramente colpito. Si può dire che nessuna area è stata risparmiata dalle fiamme, compresa la pineta di Metaponto. La Protezione Civile, secondo il rapporto di Legambiente, stima che negli ultimi 30 anni sia andato perso il 12% del patrimonio forestale del Paese. Con inestimabili danni agli ecosistemi colpiti ed effetti sulla già precaria tenuta idrogeologica del territorio e sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici. E se le temperature torride e la scarsa manutenzione dei boschi rappresentano un mix esplosivo per l’innesco del fuoco, boschi, macchia mediterranea, pinete bruciano per colpa della mano criminale dell’uomo, per il perseguimento di interessi economici. Il trend è in crescita. Già nel 2016, secondo il rapporto Ecomafia sempre di Legambiente, gli incendi di origine dolosa o colposa erano quasi raddoppiati rispetto al 2015: 4.635 incendi (con dolo o colpa accertati) contro i 2.250 del 2015. Per questa ragione va raccolto l’appello di Legambiente – dice Rosella – a non lasciare il patrimonio naturalistico in mano a piromani e criminali che speculano sempre di più di anno in anno. È fondamentale che vi sia una concreta assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti coinvolti nel controllo, la prevenzione e la mitigazione del fenomeno, a cominciare da Regioni e Governo. E mentre l’Italia brucia, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) sta conducendo un’istruttoria decisiva sul sistema degli appalti per i servizi di antincendio boschivo (AIB) e di elisoccorso (HEMS, Helicopters Emergency Medical Service). Lo sta facendo dal marzo di quest’anno, da quando cioè ha ricostruito una presunta “intesa anticoncorrenziale” in atto dal lontano 2000 tra alcuni dei principali operatori del mercato. Stanno emergendo – aggiunge il segretario di IdV – particolari allarmanti come “aggiudicazioni all’unico offerente in gara (in forma singola o associata) con ribassi sovente prossimi allo zero”, aggiudicatari che “si alternano nelle varie gare, singolarmente o in compagini collettive, distribuendosi in misura abbastanza omogenea nelle varie regioni italiane”, operatori che tendono a ​ “mantenere il pregresso bacino di dominanza o ad alternarsi per conservare la propria quota di mercato”. Di qui l’esigenza che anche la Regione Basilicata si doti di un proprio autonomo servizio aereo anticendio tenuto conto che l’unico elicottero messo a disposizione con base a Viggiano è risultato ampiamente inadeguato a far fronte alle centinaia di chiamate. Infine non sottovalutiamo l’invito del Capo Dipartimento ai presidenti delle regioni e delle province autonome, ai prefetti, all’Anci e all’Unione delle Province Italiane richiamando l’attenzione sulla necessita’ di prevenire il rischio idrogeologico nelle aree interessate da incendi boschivi. Le raccomandazioni operative sollecitano tutte le autorita’ interessate a intervenire prontamente nelle aree interessate da incendi boschivi, valutando le eventuali azioni di protezione civile necessarie laddove il passaggio del fuoco abbia determinato o aggravato situazioni di criticita’ idrogeologica. Le alterazioni delle condizioni naturali del suolo causate dagli incendi, infatti, oltre alla perdita di suolo fertile e di vegetazione, possono favorire fenomeni di dissesto dei versanti provocando, in caso di piogge intense o prolungate, l’erosione del terreno e il possibile innesco di frane o di caduta massi improvvisa. Si pensi solo a quanti posti di lavoro stabile – conclude Rosella – si creerebbero nella nostra regione utilizzando in maniera efficace risorse finanziarie pubbliche nell’attuazione di un piano straordinario di difesa del suolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

IRCCS CROB Rionero. 5° Notturno Natalizio - Universum Academy e Università della Pace

Magico appuntamento domani 14 dicembre all'IRCCS CROB Rionero, con il 5° Notturno Natalizio, organizzato dalla Universum Academy e Università della Pace. L'evento si terrà nella Sala dell'Accoglienza (vicino auditorium) . 
18 i poeti che declameranno i loro versi con il commento musicale di Vincenzo Albini. 
Una bellissima serata da non mancare.

San Fele, Ruvo e Rapone: scuole amiche dell’Unicef

Natale si avvicina e le scuole di San Fele, Ruvo e Rapone sono impegnate nei preparativi per il Natale. L’11 dicembre la giornata e fredda e il sole è coperto dalle nubi. Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, è accolto dal sorriso delle insegnanti Maddalena Girardi della scuola primaria e Sabrina Fezzuoglio della scuola media che con palloncini colorati, scritte, festoni addobbano l’ingresso. Alle 9,30 si festeggia la pigotta, la bambola dell’Unicef che viene adottata e salva la vita di milioni di bambini in pericolo con cibo, medicine, istruzione. 
Gli alunni nel salone dell’Istituto Comprensivo di San Fele 
Gli alunni delle scuole elementari e medie di San Fele, Ruvo e Rapone hanno lavorato con i genitori e i nonni a casa e a scuola e ora le bambole di pezza sono pronte per sfilare sul palco prima di essere adottate dalle classi. Con i pulman arrivano da Ruvo e Rapone alunni e insegnanti e si può cominciare. Il dirigente scolastico Lorenzo Rispoli…

Asd Volley Club Melfi: Un secco 3 a zero ai danni dell'Erre Volley Matera

I gialloverdi vincono la seconda gara di campionato in casa dell'Erre Volley Matera con un secco 3 a 0. (16-25, 13-25, 10-25). Chiara, ancora una volta, l'indicazione del Direttore Tecnico Michele Drago. Inserire in cabina di regia per tutti e tre i set il giovane regista Allegretti al posto di Vito Luisi che dalla panchina incitava con ottime indicazioni il suo "figlioccio". "Se pur con qualche piccole imprecisioni, Allegretti stà migliorando giorno dopo giorno" - ha dichiarato il Direttore Sportivo Vincenzo Nicola -. "Al giovane Allegretti ho chiesto più volte di anteporre, per questo ruolo molto delicato, il carattere e la grinta prima ancora della giusta tecnica. Devo dire che i risultati stanno arrivando grazie all'ottimo lavoro dei Tecnici e dei consigli degli esperti Luisi e Palumbo. A Matera Rocco è stato uno dei migliori giocatori in campo. Freddezza, carattere e giusta lucidità, insieme a una buona ricezione decisamente migliore rispett…

Conclusa la VI Giornata della Trasparenza Amministrativa all’Irccs Crob. Tema di questa edizione è stato il conflitto di interesse in sanità

Si è conclusa all’Irccs Crob la IV giornata della trasparenza amministrativa, quest’anno dedicata principalmente al tema del conflitto di interesse in sanità. Per il quarto anno consecutivo il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Irccs Crob, Gianvito Amendola, ha organizzato questo appuntamento con la trasparenza come previsto dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33. Relatori della giornata, oltre al responsabile prevenzione e corruzione, sono stati: la responsabile del trattamento giuridico ed economico del personale Uoc Affari Generali e Personale Erminia Cappiello e il responsabile Uoc Programmazione e Controllo di Gestione Antonio Prospero Colasurdo. Tra i temi affrontati nel corso della mattinata la legge 190 del 6 novembre 2012 che disciplina ex novo anche l’ambito del conferimento degli incarichi in ambito sanitario, l’accesso civico, il whistleblower o procedimento per la segnalazione degli illeci…

Il CONI consegna la medaglia di bronzo a Giuseppe Casolino per i suoi meriti sportivi

Il lucano Giuseppe Casolino, residente ad Atella, riceverà lunedì pomeriggio dal Coni la medaglia di bronzo ufficiale guadagnata al secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata, specialità “Completo”. “Il Coni nazionale” si legge nella comunicazione inviata a Casolino dal presidente del Coni comitato regionale Basilicata Leopoldo Desiderio “su segnalazione della Federazione Armi Sportive in riconoscimento del costante ed efficace impegno da lei profuso per la diffusione dello sport e dei suoi valori nella nostra Regione ed in campo nazionale, ha deliberato di assegnarle per il corrente anno il prestigioso premio della medaglia di bronzo”. La cerimonia ufficiale si terrà lunedì 18 dicembre alle ore 17 presso concessionario auto R-D Ranieri, zona industriale Tito Scalo. Giuseppe Casolino, nella vita quotidiana elettricista, aveva conquistato l’ambita medaglia nel corso del secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata. Unico lucano tra i quattro componenti d…

Studente universitario di Melfi, Giovanni Balducci, viene premiato a Novara per una tesi sulla mafia di San Luca (Rc). Relatore Nando dalla Chiesa

Lo scorso, 26 novembre a Novara, è stato consegnato il premio da parte dell'Associazione La Torre-Mattarella (associazione nata in ricordo di Pio La Torre e Piersanti Mattarella, vittime della mafia) a quattro tesi dell'università degli Studi di Milano. E' un premio per tesi magistrali, ma quest'anno gli organizzatori hanno esteso il premio anche a chi ha superato la triennale di studi. Tra i premiati, anche uno studente lucano, dell’Università degli Studi di Milano, Giovanni Balducci, originario di Melfi, già studente del Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Avvicinato il giovane studente di Melfi, Giovanni Balducci ha dato un sunto del suo lavoro: “La mia tesi sulla criminalità organizzata si basa sulle famiglie e la storia della 'ndrangheta di San Luca (RC), "capitale" della 'ndrangheta, e nel mio elaborato sono riuscito a ricostruire le genealogie di tutte le più importanti famiglie criminali. La tesi ha un titolo significativ…

Nasce AMORe: Alleanza tra i 3 principali Istituti Oncologici del Sud

E' nata AMORe Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete. Con l'obiettivo di garantire cure antitumorali e abbattere il fenomeno dei viaggi della speranza verso il Nord i 3 principali Istituti oncologici del Mezzogiorno: l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, l'Istituto tumori di Bari Irccs Giovanni Paolo II e l'Irccs Centro di riferimento oncologico della Basilicata Crob di Rionero in Vulture si incontrano per dare vita ad una nuova rete. I direttori generali Attilio Bianchi, Antonio Delvino e Nicolò Cugno hanno firmato il 29 novembre a Bari la prima convenzione interregionale Campania-Puglia-Basilicata con l'intento di "tracciare la rotta per un nuovo modello di sanità in grado di coniugare i canoni di buona amministrazione con i bisogni assistenziali in continua evoluzione". Nove i punti dell'intesa: creare una Rete interregionale di Istituti oncologici che, attraverso una collaborazione sistematica, il confronto e lo scambio…

RAPONE PAESE DELLE FIABE, Domenica la premizaione del Concorso Fotografico e Gran Finale. Leggi qui il Programma

Nell'ambito del Rapone Fiaba Festival, è in programma domenica 17 dicembre, a Rapone, il Paese delle Fiabe per eccellenza, una giornata ricca di iniziative. Tra le tante, spicca la premiazione del concorso nazionale fotografico "Rapone Fiaba Foto Festival", che ha visto la partecipazione di numerosi fotografi, anche amatoriali, che hanno visitato Rapone e fotografato gli splendidi luoghi. Questo il programma delle iniziative che si svolgeranno nel plesso scolastico di via Manzoni. 

Al via alle ore 17.00 con il convegno dal titolo "La fiaba come attrattore turistico-culturale: da G.B. Basile ai nostri racconti popolari". Interverranno Felicetta Lorenzo (Sindaco di Rapone), Antonio Poziello (Sindaco di Giugliano in Campania), Emmanuele Coppola (giornalista e storico di Basile), Raffaello Glinni (storico), Laura Marchetti (docente di Didattica delle Culture dell’Università di Foggia), Mariano Schiavone (direttore generale APT Basilica…

TG7 Basilicata 1 Dicembre 2017 - 1.Edizione

Filiano. Le interviste a Lu Muzz'c

QUESTIONE ITREC: DEPOSITATA RICHEISTA DI ACCESSO AGLI ATTI

Mediterraneo no scorie (già Mediterraneo no triv) ha inviato alla sogin, all'Arpab e al Comune di Rotondella istanza di accesso a documenti amministrativi per avere le mappe dei monitoraggi e dell'inquinamento riscontrato all'interno dell'ITREC da cromo esevalente e tricloroetilene. In effetti, a tutt'oggi le mappe non risultano pubblicate nei siti web del Comune di Rotondella come anche della Sogin e dell'Arpa Basilicata. La richiesta rientra nell'ambito del diritto che ciascun singolo cittadino ha di acquisire informazioni ambientali mediante l'accesso ai siti web delle istituzioni ma a fronte della carenza di trasparenza riscontrata Mediterraneo no scorie ha deciso di notificare formale richiesta di accesso ai dati. Inoltre, l'associazione ha inviato anche una seconda richiesta di accesso agli atti per sapere e conoscere i risultati dei campionamenti eseguiti dal Sogin delle acque del mare nel lido di Policoro. In effetti, è impor…