Passa ai contenuti principali

Il viaggio di Marco: prosegue un’avventura ricca di emozioni e di incontri


Da Nord a Sud grande accoglienza per il velista Marco Rossato, disabile agli arti inferiori, che sta circumnavigando il periplo italiano con la sola compagnia di Muttley, il suo fedele amico a quattro zampe. Un’avventura ricca di emozioni quella organizzata dall’associazione “I timonieri sbandati”, iniziata il 22 aprile con la partenza dall’Arsenale di Venezia; un viaggio fatto di 63 tappe da fare in sei mesi in cui non mancano incontri, dibattiti e grandi soprese per Marco e per il suo staff che lo segue via terra.


Oltre alle importanti conferenze tenutesi nelle varie sezioni della Lega Navale Italiana e ai due convegni a tema “Patente nautica e formazione personale di bordo con disabilità. Metodologia di analisi delle capacità residue” e “Disabilità ed Ecologia. La salvaguardia dell'ambiente marino non ha barriere. Uniti contro il nemico comune: le microplastiche”, organizzati rispettivamente ad Ancona (il 29 aprile) e a Brindisi (il 26 maggio) con il supporto della B. Braun, uno dei maggiori sponsor del progetto, Marco Rossato ha ricevuto da più parti parole di stima e di incoraggiamento per il progetto TRI sail4all di cui è il principale portavoce.
Tra i personaggi di rilievo, Salvatore Girone, uno dei marò del battaglione San Marco noto per la triste esperienza vissuta in India, che lo ha incontrato di persona a Trani portando in dono un speciale “foulard con dedica”.


E non sono mancate le sorprese emozionanti nemmeno in mare: alle 12,30 del 16 maggio Marco Rossato e l’amm. Romano Sauro (progetto SAURO100) si sono incontrati al largo dello Sperone d’Italia (Testa del Gargano); i due velisti di due diversi giri d’Italia, vicentino Rossato e trentino il secondo, sono in mare con motivazioni e mete differenti ma, come riportano sui rispettivi canali social, sono entrambi accomunati “dallo stesso spirito di libertà e di affermazione dei valori del mare, di raccontare la propria storia, dei valori della Lega Navale Italiana: amore per il mare, solidarietà, impegno e voglia di superare le difficoltà della vita”.

Tra i tanti momenti di gioia, anche una nota di tristezza dovuta alla disgrazia dei due velisti italiani dispersi nell'Atlantico tra le Azzorre e Gibilterra che non ha lasciato indifferenti e immobili Rossato e il suo team. Marco, velista con un’esperienza ventennale, sa quante insidie nasconde il mare e quanto è importante in questi casi non rallentare e/o fermare le ricerche. Proprio per questo, ha lanciato un appello per continuare a cercare Aldo e Antonio dispersi dallo scorso 2 maggio; un messaggio che porta con sé in ogni tappa sul suo trimarano danese Dragonfly 800 Swing Wing mentre si sposta verso Sud tracciando l’accessibilità dei porti.

Da non dimenticare i quattro obiettivi principali del progetto TRI al centro sia del viaggio in solitaria che delle successive tappe che Marco farà via terra con un camper attrezzato (questo perché vuole toccare anche quelle sedi di Lega Navale, centri e istituti dell’entroterra che non hanno uno sbocco sul mare):
1.     rilevare e verificare l’accessibilità dei porti italiani;
2.     diffondere i principi della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità;
3.     lottare per una patente nautica uguale per tutti dove non ci siano restrizioni e limiti;
4.     sensibilizzare - soprattutto gli alunni delle scuole - sul tema dell’inquinamento del mare, in particolar modo sulla plastica sommersa, problema serio che sta affliggendo mari e oceani creando delle vere e proprie emergenze e devastazioni (a tal proposito l’associazione Marinando – foto n. 2 – lo ha invitato al prossimo Ecomondo con il fine di divulgare il rispetto dell’ambiente e l’importanza dell’educazione civica).
Proprio per controllare il livello di inquinanti, Marco preleva campioni di acqua utili a capire la condizione di “salute” del mare italiano. I campioni sono tre per ogni tappa - raccolti fuori dal porto, a metà strada durante la navigazione e al porto in arrivo; il primo campione del progetto è stato raccolto il 10 maggio fuori dal porto di Giulianova in Abruzzo.

L’obiettivo di diffondere in modo capillare i princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, è inoltre in perfetta continuità con il noto Progetto WoW (Wheels on Waves, ovvero “Ruote sulle onde”), che lo scorso anno ha visto Andrea Stella, amico di Rossato, vicentino anche lui, solcare le acque dell’Atlantico e poi del Mediterraneo con Lo Spirito di Stella, il primo catamarano accessibile a tutti.

Il viaggio di Marco può essere seguito su:
FacebookTwitterInstagramYoutubeVimeo e sul sito del progetto TRI http://www.sailforall.it/

Schede informative
L’associazione I Timonieri Sbadati nasce in aprile 2017 a bordo del Centurium41 che prende il nome di Flous Del Ven. I primi due “Sbandati” sono Alex Gatti e Marco Rossato e fondano assieme a Giuseppe Rossetti, Luciano Corradi, Mariangela Marchini e Laura Seroni, l’associazione sportiva denominata I Timonieri Sbandati ASD. Alessandro, Marco, Giuseppe e Mery sono tutti esperti velisti e istruttori mentre Luciano non solo è un esperto velista ma è anche un esperto nella cantieristica navale, Laura oltre ad essere una velista è esperta di SUP e SURF. Dal desiderio di Marco, nasce il progetto “TRI_Sail4All” che viene così preso in carico da I Timonieri Sbandati ASD. Tutti i componenti fondatori de I Timonieri Sbandati A.S.D. sono attivi nel mondo sociale.
Marco Rossato, classe ’74 e velista dal 1998.
Nasce e cresce, velisticamente parlando, principalmente nel mar Tirreno dove a bordo di Sabaudia Prima, uno Sloop di 12mt, impara a navigare a vela in mare aperto grazie all’appoggio della Scuola Vela e di Navigazione Sabaudia dove il suo presidente Luigi Zambon (fglio dell’ammiraglio Mario Zambon della Marina Militare di Venezia), trasferisce insegnamenti marinareschi di grande importanza. Fondatore e presidente di Sailability Onlus dal 2005 con sede presso la LNI di Desenzano del Garda, trasmette i propri valori ed insegnamenti a tutte le persone con qualunque tipologia di disabilità possa incontrare. Istruttore di vela, agonista e dal 2015 segretario nazionale della Classe paralimpica HANSA 303. Con Andrea Stella e l’omonima associazione, porta avanti progetti di valore sociale molto importanti di carattere nazionale e internazionale. Co-fondatore e vice-presidente de I Timonieri Sbandati ASD, associazione che include il progetto TRI_Sail4All, Scuola vela d’altura accessibile e soprattutto Inclusiva.
CADAMÁ: la barca a vela senza barriere
Cadamà nasce nel 1971 nei Cantieri Navali di La Spezia – Beconcini da un progetto di Laurent Giles.
Lunga 22 mt e larga 5, pesca 2,30 metri ed ha una stazza di 38 tonnellate. È un Ketch dalle linee filanti, estremamente confortevole e spazioso pur mantenendo la sua eleganza.
Dotato di una cabina Armatoriale a tutto baglio con tre letti e bagno annesso e due cabine ospiti con loro bagno può portare un massimo di nove ospiti e tre persone di equipaggio con la loro cabina a prua.
Creata per il Tycoon Buticchi è oggi la prima barca a vela senza barriere storica, completamente accessibile garantendo la fruibilità fino a cinque persone in seggiola a rotelle.
Una volta completata , caratteristica principe di Cadamà sarà quella di permettere a persone con disabilità fisica di godersi la navigazione in modo attivo permettendo loro di stare alle manovre mediante una serie di gusci che ne garantiranno stabilità e sicurezza.

Commenti

Post popolari in questo blog

Barile 28 ottobre 2018. Positiva esperienza di ragazzi e bambini con autismo presso la "Tenuta le Querce" che si sono cimentati nella vendemmia

L'Azienda Vitivinicola "Tenuta Le Querce di Barile", ha ospitato domenica 28 ottobre i ragazzi di Filippide Potentina, un'associazione che si occupa di coordinare a Potenza, piccoli gruppi di ragazzi e bambini con autismo per favorire capacità comunicative e di inserimento nella società. E' stata una magnifica giornata! Martino, Federico e Francesco, tre ragazzi seguiti da uno staff multidisciplinare formato da psicologi educatori e volontari, hanno sperimentato l'emozione della vendemmia nei vigneti della Tenuta del centro arbereshe. 

Dopo un attento lavoro di preparazione psicologica ed emozionale, hanno raccolto l'uva guidati dai proprietari della Tenuta e dagli esperti dell'associazione e successivamente sistemato i grappoli nelle cassette e pigiato il vino con i piedi. "E' stata una grande emozione vedere questi ragazzi felici spensierati e sorridenti, e ringraziamo Marcello Pesce e tutto il suo staff per questa grande esperienza. Sono q…

Campionato di Eccellenza: La Vultur Rionero espugna il "Rigamonti"

MURO LUCANO: Grazie al guizzo di Di Tolve nel primo tempo, la Vultur espugna il Rigamonti piegando di misura un’insidiosa e volenterosa Murese, al termine di una gara agonistica e vibrante che, sicuramente, non ha annoiato le due tifoserie che hanno seguito la gara con estrema correttezza.

Già dai primi minuti la Vultur ci prova con due punizioni da sinistra di Marino: la prima al 3’ sulla quale Marolda di testa devia in angolo pericolosamente e la seconda al 7’ che attraversa tutta l’area terminando sul fondo. Il portiere di casa esce di pugno al 10’ su cross da destra di Rizzi, mentre al 11’ Capezzuto recupera palla servendo Rizzi che dal limite apre in area per Marino, che da buona posizione sfiora il palo alla destra del portiere. 

La Vultur passa al 15’ quando Marino, dal limite sinistro, serve in area Di Tolve che insacca da ottima posizione. Un errato rinvio di Brescia al 19’ favorisce Salerno che, vedendolo fuori dai pali, ci prova da 40 metri, mandando la palla di poco a lato a…

Archiviata con successo la campagna di prevenzione Ottobre Rosa dell’Irccs Crob

134 le prestazioni senologiche e ginecologiche erogate gratuitamente In collaborazione con: Agata volontari contro il cancro, Arcipelago Eva, Iris Basilicata 
La campagna di prevenzione e sensibilizzazione gratuita sui tumori femminili Ottobre Rosa promossa dall’Irccs Crob in collaborazione con le associazioni Agata volontari contro il cancro, Acripelago Eva e Iris Basilicata si può archiviare come molto positiva. Vista la grande richiesta delle numerosissime donne che hanno contattato il numero messo a disposizione dall’associazione Iris Basilicata, l’Istituto dalle 106 prestazioni iniziali suddivise in 8 date ha richiesto un ulteriore impegno a medici e volontari ampliando le visite gratuite con un una ulteriore data in cui sono state visitate 16 signore e allungando la lista delle prenotazioni per le ecografie senologiche riuscendo a coinvolgere 12 donne in più del previsto. Il totale delle prestazioni gratuite erogate è così salito da 106 a 134 offrendo non solo prestazioni senolog…

Diga di Monte Cotugno: parte di uno schema idrico interregionale strategico

Nota di Francesco Pietrantuono - Assessore Ambiente ed Energia Regione Basilicata 

La Diga di Monte Cotugno, sul fiume Sinni in agro di Senise, è stata costruita tra il maggio 1972 e marzo del 1983; l’esercizio sperimentale è iniziato nel luglio del 1983. La diga è del tipo omogeneo realizzata con ghiaie e sabbie, con il paramento di monte rivestito in conglomerato bituminoso per la tenuta idraulica. Il bacino imbrifero sotteso alla sezione di sbarramento è pari a 804,00 kmq; esso comprende una vasta estensione, che va dalla stretta di Masseria Nicodemo (Alto Sinni), ove è ubicato il serbatoio omonimo dell’ENEL, fino alla stretta di M. Cotugno (circa 40 Km più a valle ). La diga di Monte Cotugno è gestita da EIPLI e alimenta uno schema interregionale strategico ed importantissimo in termini di volumi erogati che comprende la Basilicata e la Puglia, le cui utenze sono di carattere irriguo, industriale e potabile. Infatti, a mezzo di una condotta lunga 145 km, del diametro di 3 m e con u…

Venosa. Roma. A 15 anni, Rita Murgante della cittadina oraziana al gran ballo viennese di Roma. L'unica lucana principessa per una notte.

A 15 anni prendere parte ad un evento eccezionale come il Gran Ballo Viennese all’Acquario di Roma, avvenuto lo scorso 21 ottobre, non succede tutti i giorni. Questa fortuna è capitata a Rita Murgante di Venosa, studentessa del 2° anno di studi al “Battaglini” della cittadina oraziana. 

E’ stata l’unica lucana partecipante, tra le 16 selezionate, provenienti dalla Puglia,Campania, Sicilia e Veneto. Come è arrivata a Roma e l’emozione provata da Rita Murgante è stata da cardiopalma, a spiegarlo è la stessa 15enne: “ il 14 febbraio ho fatto la domanda per far parte di questo ballo, il 15 marzo ho fatto la selezione alla presenza di tantissime ragazze provenienti da tutta l’Italia. Sono stata selezionata a questo gran ballo viennese di Roma e da qui ha avuto il mio sogno avverato: principessa per una notte. Prendere parte all’Acquario Romano come debuttante è stata per me un’esperienza unica che terrò per sempre nel mio cuore. Ho conosciuto ragazze di tutta l’Italia e ragazzi allievi del…

Educazione emozionale con il Comitato Provinciale Unicef nella scuola di Castelgrande

L’insegnante Maria Teresa Angiolillo 
Arrivo nella scuola di Castelgrande qualche minuto prima delle 14,00.I ragazzi della scuola media ed elementare sono a tavola con i docenti. Qui si cucina a scuola e si sente odore di buono. Dispongo in cerchio le sedie in un’aula e i ragazzi e le ragazze della scuola media si siedono con me e le docenti Alessandra Prete, Angiolillo Maria Teresa e Maurella Maio . Comincio con loro “ Non perdiamoci di vista” la proposta educativa che l’Unicef porta in tutte le scuole d’Italia quest’anno per affrontare i temi dell’educazione all’affettività, del bullismo e del cyberbullismo. E cominciamo a raccontarci, guardandoci negli occhi, ascoltandoci, evitando giudizi e censure. Per sciogliere il ghiaccio sono io che racconto il mio primo libro con una copertina cartonata e tanti disegni a colori che mi è stato regalato quando avevo otto anni “ L’isola del tesoro”di Stevenson. E confesso le mie paure e come le ho superate. La maestra Maria Teresa fa vedere una …

Da Palazzo San Gervasio a New-York. Alcuni atleti dell'Atletica Palazzo alla maratona di New-York

Alla 48^ edizione della maratona di New York 2018 della scorsa settimana hanno partecipato anche atleti della Basilicata, precisamente da Palazzo San Gervasio, atleti della società sportiva Atletica Palazzo, tra gli undici partecipanti, Genga Cinzia e Griesi Francesco, due portabandiera dell'Italia che hanno rappresentato con orgoglio la Basilicata (insieme a tanti altri italiani) nella cerimonia di apertura. Il commento dei due atleti palazzesi, Cinzia e Francesco è stato emozionante: "è stata un'esperienza bellissima e indimenticabile.

La maratona di New York è la madre delle maratone, al di là dei 42,195 km impegnativi, è la maratona che mi porterò sempre nel cuore. 

L'aspetto più emozionante è stato il calore della gente di New York che ti sostiene lungo tutto il percorso, che ti acclama, che ti ringrazia per aver partecipato alla maratona, che ti offre una bevanda calda e il fiume di bambini che chiede il tuo "cinque" al tuo passaggio, tutto questo ha ra…

Per chi ama il calcio e lo sport, quello vero, quella di ieri è stata una giornata indimenticabile

Dopo l’amichevole tenutasi a Marconia il 16 ottobre, si e’ tenuto domenica 11 Novembre, ore 17, Palacarrassi, Bari il ritorno dell'amichevole ufficiale tra la OLTRE SPORT Powerchair Football Puglia VS la Power Albatros Basilicata. 

La prima squadra lucana, la seconda Italiana fondata dall’ Asd Onlus Albatros di Marconia (Mt) “Altra bellissima esperienza che ci fa sempre più forti e determinati. Quando abbattiamo muri,vinciamo sempre” afferma la Mister del PowerAlbatrosMarconia Rosalia Bandello. Visibilmente commossa la Presidente Rosa Stella Torraco, “siamo riusciti a raggiungere un altro importante obiettivo, la nostra prima trasferta. Non abbiamo mezzi e risorse adeguate per poterci sostenere, ma grazie ai volontari che non si sono risparmiati, come gli autisti dei mezzi gentilmente messi a disposizione da quelli che noi definiamo “angeli” e grazie al sostegno del Resp. Del Palazzetto dello Sport di Marconia, Vito Di Lena e la vicinanza del nostro Referente Regionale Fis…

CENTENARIO GOVERNO NITTI, DICHIARAZIONE PATRIZIA NITTI

«Non vi è quasi avvenimento che interessi l'anima nazionale, o l'avvenire del paese, in cui non si ripeta che manca l'uomo. L'uomo è in noi stessi, può esser dato dallo sforzo di tutti, dalla coscienza di tutti: e noi lo attendiamo invece come una forza operante all'infuori di noi.» Francesco Saverio Nitti – L’Italia all’alba del secolo XX (1901 
Non è un mero esercizio di memoria, trascorso un secolo, ricordare l’anno del Governo presieduto da Francesco Saverio Nitti: perché un secolo potrebbe essere l’orizzonte utile ad avere una visione obiettiva di quell’anno della storia nazionale che risentì degli eventi post bellici e fu foriero di sviluppi inattesi e per taluni imprevedibili, laddove ottimismo e pessimismo ebbero, in parti uguali, un ruolo decisivo. Sento che sia dunque questo il momento giusto, al di là delle ricorrenze, per approfondire l’analisi storica su Nitti e la sua personalità multiforme di statista, economista, politico, attore in Parlamento e stu…

Guarda tutte le edizioni di TG7 Basilicata