mercoledì 7 dicembre 2016

"Trend 3.0 winter”: partecipazione e sostegno di Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti

La partecipazione e il sostegno a "Trend 3.0 winter", per Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti (Rete Imprese Italia), hanno consentito di lanciare un “ponte” con le nuove generazioni per avvicinarle all’autoimprenditoria e dare un contributo al rilancio delle funzioni commerciali, artigianali e di servizio del capoluogo.
A sottolinearlo sono Antonio Miele (Confartigianato), Angelo Lovallo (Confcommercio) e Prospero Cassino (Confesercenti) evidenziando “la forte intuizione di Enrico Sodano, l’ideatore del Trend 3.0, soprattutto nella scelta della location (il Ponte attrezzato) e nei numerosi incontri promossi. E’ stato centrato l’obiettivo – è scritto nella nota – di valorizzare un luogo che appartiene alla città di Potenza, nel quale è stato realizzato un riuscitissimo laboratorio di idee, creatività, impegno coniugando la tradizione di Trend che è principalmente quella di fare orientamento, formazione e lavoro, a una vocazione più commerciale che la struttura può avere e per la quale chiameremo i nostri associati a riflettere”. Per Antonio Miele (Confartigianato) “il coinvolgimento del sistema Camerale che insieme alle tre confederazioni ha sposato la coraggiosa idea di Sodano ridà forza all’impegno da proseguire sinergicamente perché la città merita di più. Abbiamo opere che tutti ci invidiano come il ponte Cocuzzo-Santa Lucia e che non siamo ancora in grado di utilizzare a pieno. Ma non dobbiamo fermarci a questo evento. Continuando a fare rete dobbiamo elevare la qualità di proposta progettuale. Quanto all’artigianato, per noi il ritorno delle botteghe-laboratorio nel centro è sempre un obiettivo da raggiungere a breve e medio termine”. Prospero Cassino (Confesercenti) spiega che dopo l’esperienza “decisamente positiva” realizzata nella precedente edizione di Trend Expo con “Casa Confesercenti” il nuovo progetto di Sodano è risultato ancora più convincente. Le forze produttive non potevano perdere questa occasione per dare il proprio contributo a costruire la città del futuro. Ci sono scelte anche difficili ma vanno fatte con il pieno coinvolgimento di tutti i settori della società potentina”. Poi parla del “prodotto simbolo della città”, la gassosa, che Confesercenti ha voluto promuovere. Infine Angelo Lovallo (Confcommercio) ribadisce “la validità di un evento che consente di verificare il livello di accoglienza della città, il suo sistema di servizi su cui le piccole imprese di commercio, artigianato puntano per riproporsi come attrattori per comunità dell’hinterland e dell’intero territorio regionale. L’appuntamento delle festività natalizie e della diretta Rai da piazza Mario Pagano metterà alla prova la capacità di accoglienza di Potenza. E non possiamo fallire per l’immagine del capoluogo”.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari