Passa ai contenuti principali

Presentata la Campagna di comunicazione #HoSceltoUnibas e i dati Almalaurea

Per la prima volta nella sua storia, l’Università della Basilicata realizza una campagna di comunicazione per le iscrizioni all’anno accademico 2017-2018 scegliendo come protagonista la comunità accademica, “immortalando” nelle grafiche gli studenti, che raccontano la loro università attraverso l’hashtag
#HoSceltoUnibas, con due ospiti d’eccezione - la Rettrice, Aurelia Sole, e il docente di Geografia economico-politica, Luigi Stanzione – per valorizzare le potenzialità dell’Ateneo, le sue strutture e tutti i vantaggi di un’Università piccola, “su misura” per gli iscritti, che non sono quindi solo semplici numeri di matricola ma protagonisti del percorso di studi. La campagna di comunicazione è stata presentata stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, a cui ha partecipato la Rettrice, Aurelia Sole, e il direttore generale dell’Ateneo, Lorenzo Bochicchio.


La campagna - a cura di Davide De Paola (Ufficio Stampa Unibas), Mimmo Colucci (Bloop Srl) e Antonio Candela (Universosud) - racconta quindi l’Ateneo dal punto di vista degli studenti, proseguendo il filo logico iniziato con la campagna “Unibas, storie di numeri primi”, che presentava i laureati nell’Unibas che oggi occupano posti di prestigio in vari ambiti, dalle istituzioni alle imprese. #HoSceltoUnibas nasce per concentrarsi prima di tutto sulle piattaforme digitali, (media, social, blog e siti delle testate giornalistiche) con nove grafiche, per descrivere alcuni aspetti dell’Ateneo in modo innovativo e con slogan sintetici, parlando prima di tutto alle future matricole e alle loro famiglie. 


Sette slide vedono come “attori” gli iscritti ai corsi dell’Unibas, per descrivere le strutture dell’Ateneo (laboratori e apparecchiature innovativi e “immersi nella cultura”), l’attenzione nei confronti di tutti gli studenti – il punto di forza di un’università “su misura”, in cui i giovani non sono semplicemente matricole – il valore aggiunto di Matera Capitale della cultura per il 2019 come “laboratorio a cielo aperto”, una comunità accademica che “realmente” è costantemente al fianco di ogni iscritto, richiamando anche la celebre serie tv americana “Modern Family”, per descrivere un Ateneo inclusivo, ben strutturato e al passo con i tempi, e un campus accogliente e attrezzato. 


L’obiettivo è quindi quello di “narrare” l’Unibas attraverso la voce dei suoi componenti, basando gli slogan – diretti a un “target” giovanile tra i 17 e i 25 anni, e di adulti tra i 45 e i 60 anni, che si informano principalmente sui siti web e sulle piattaforme social (70%), attraverso il “passaparola” (20%) e tramite tv e giornali (10%) – sulle potenzialità dell’Unibas e sui dati forniti da Almalaurea negli ultimi anni. “I dati Almalaurea – ha detto la Rettrice dell’Unibas, Aurelia Sole – sono preziosi perché offrono una ‘fotografia’ annuale e concreta dei nostri laureati e del loro percorso accademico, in sintesi della loro esperienza reale. Anche per il 2017 si conferma l’ampia soddisfazione dei nostri iscritti, che dimostra l’impegno di tutto l’Ateneo, anche e soprattutto su un principio fondamentale: lo studente è sempre al centro di tutte le nostre attività ed è seguito individualmente in ogni aspetto della sua formazione. Su queste basi è stata anche strutturata la nostra prossima campagna di comunicazione, in cui i nostri studenti saranno i ‘testimonial’ esclusivi per promuovere quello che è, prima di tutto, l’Ateneo che vivono quotidianamente”.

IMMATRICOLAZIONI IN AUMENTO – Negli ultimi anni le iscrizioni nell’Unibas sono costantemente cresciute (3% nell’anno accademico 2015/2016 e 3% nell’anno accademico 2016/2017): il 22% degli studenti proviene da fuori regione, sfatando quindi il “mito” di un’Unibas che non attrae iscritti dai territori limitrofi.

TASSE TRA LE PIU’ BASSE IN ITALIA – L’Ateneo lucano negli ultimi anni ha subito pesanti tagli dal ministero, e dal 2008 il Fondo di finanziamento ordinario (Ffo) - ovvero il finanziamento statale che costituisce la principale fonte di entrata per le università italiane – si è ridotto di più del 17%: nonostante il periodo di crisi, però, l’Unibas non ha aumentato le tasse (che restano tra le più basse nel Paese), mantenendo una “no tax area” in cui rientrano il 30% degli iscritti, vantaggi per gli studenti meritevoli e sostegno per quelli svantaggiati.

I DATI ALMALAUREA - Anche per il 2016 si conferma il giudizio ampiamente positivo degli studenti dell’Università della Basilicata sull’Ateneo, sui corsi e sulle strutture. Il 91% dei laureati dello scorso anno – secondo il 19/o “Rapporto sul Profilo e sulla Condizione occupazionale” dei laureati del 2016, realizzato dal Consorzio Almalaurea su 71 Atenei italiani - si è detto soddisfatto del corso di studi frequentato e del rapporto con i docenti (rispetto a una media nazionale dell’86% circa), delle aule (76,2%, a fronte di una media nazionale del 70,2%) e delle postazioni informatiche (gradimento al 78,4%, media nazionale 73,9%). Il 22% dei laureati dell’Unibas proviene da fuori regione. Passando al profilo occupazionale dei laureati Unibas nel 2015, sugli “Aspetti ritenuti rilevanti nella ricerca del lavoro” nella carriera universitaria la valutazione predominante è quella dell’acquisizione “di professionalità (80,5% vs. 76,9% nazionale), seguita dalla “possibilità di carriera” (70,6% vs. 64,9% nazionale). La grande maggioranza dei laureati triennali dell’Unibas (63% circa) sceglie poi di proseguire gli studi, quindi il tasso di occupazione per questa categoria è più basso della media nazionale (tre su dieci rispetto al 42% della media italiana). Il dato sale al 48% se si considerano i triennali che hanno cercato lavoro. Il 43% degli occupati (sempre per i laureati triennali, a un anno dalla laurea) può contare su un lavoro a tempo indeterminato (compreso quello a tutele crescenti), mentre il 12% svolge un’attività autonoma. Più in generale, la retribuzione è in media di 950 euro mensili netti. Per i laureati magistrali a ciclo unico nel 2016 si registra un valore positivo rispetto al resto d’Italia: il 35,6%, infatti, ha già un lavoro rispetto a una media nazionale del 33,8%. L’80% dei laureati in Scienze della Formazione primaria nell’Unibas è già al lavoro. A un anno dalla laurea, sempre secondo la ricerca di Almalaurea, il 51% dei laureati magistrali biennali è occupato (sono compresi anche coloro che sono in formazione retribuita). Anche i tempi di ingresso nel mercato del lavoro sono quasi identici alle medie nazionali: il laureato Unibas 2015 impiega un mese dalla laurea all'inizio della ricerca del primo lavoro (0,9 la media nazionale), 3,6 mesi dall'inizio della ricerca al reperimento del primo lavoro (3,1 media nazionale) e 4,6 mesi dalla laurea al reperimento del primo lavoro 4,6 (4 mesi la media nazionale).


L’OFFERTA DIDATTICA – Per il prossimo anno accademico saranno attivi nell’Unibas 14 corsi di laurea – sede Potenza: Biotecnologie, Chimica, Scienze Geologiche, Economia Aziendale, Matematica, Scienze e tecnologie informatiche, Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria meccanica, Studi umanistici, Scienze forestali e ambientali, Tecnologie agrarie, Tecnologie alimentari; sede Matera: Operatore dei beni culturali, Paesaggio, ambiente e verde urbano – tre corsi di laurea magistrale a ciclo unico - Potenza: Farmacia; Matera: Architettura e Scienze della formazione primaria – 14 corsi di laurea magistrale, di cui due di nuova attivazione - Potenza: Biotecnologie per la diagnostica medica, farmaceutica e veterinaria, Scienze chimiche, Ingegneria civile, Ingegneria informatica e delle tecnologie dell'informazione, Ingegneria meccanica, Ingegneria per l'ambiente e il territorio, Matematica, Scienze forestali e ambientali, Scienze e tecnologie agrarie, Scienze e tecnologie alimentari, Filologia Classica e Moderna (nuovo corso), Scienze filosofiche e della comunicazione, Storia e civiltà europee; Matera: Scienze Antropologiche e Geografiche per i Patrimoni Culturali e la Valorizzazione dei Territori (nuovo corso) – quattro corsi internazionali di laurea magistrale, di cui uno di nuova attivazione - sede Potenza: Economia delle risorse naturali e culturali, Geoscienze e Georisorse, Gestione sostenibile della qualità alimentare; sede Matera: Archeologia e Storia dell'Arte (nuovo corso) – e la Scuola di specializzazione in beni archeologici con sede a Matera

STAGE, ERASMUS, CORSI E TIROCINI – l’Unibas mette a disposizione un centinaio di laboratori per la ricerca e la didattica, campagne per scavi archeologici, laboratori sperimentali di campo, cinque dottorati di ricerca (più altri due consorziati), per circa 40 borse l’anno, decine di progetti di internazionalizzazione e di collaborazione con Atenei europei e internazionali, e un programma Erasmus – circa 120 accordi quadro e specifici di cooperazione scientifica e didattica con università e centri di eccellenza di ricerca in tutto il mondo - che garantisce a tutti i richiedenti Unibas il soggiorno all’estero, ai quali va un sostegno economico aggiuntivo dell’Ateneo.


Commenti

Post popolari in questo blog

35.0000 persone alla 15. Edizione del Parco Urbano delle Cantine. Qui le foto

Sarà un'edizione indimenticabile. La 15. Edizione del Parco Urbano delle Cantine di Rapolla è stato un successone. Trentacinquemila persone giunte da tutta Italia, hanno apprezzato i luoghi, i sapori, le atmosfere che solo il Parco Urbano delle Cantine di Rapolla sanno trasmettere. Già dalle prime luci dell'alba su Rapolla si sono versati migliaia di turisti, che si sono aggiunti a quelli che erano presenti la sera precedente. 

Tutti i parcheggi erano pieni, le navette che portavano i turisti da Rapolla, alle cantine, hanno girato senza sosta.  Un grazie alla Polizia Locale e i volontari della protezione Civile e delle Guardie Ecozoofile, che sono riusciti a smaltire il traffico. 

Ma la bellezza di questa manifestazione sono stati gli eventi in programma che hanno accompagnato i turisti per tutta la giornata, e in tutti i luoghi.  Si e partiti nella prima mattinata con la visita alla Cooperativa Rapolla Fiorente, con “Degustazione Pane e Olio in frantoio”. Sempre in mattinata visi…

Rionero. Un grande successo la terza edizione di Briganti o Migranti.

Grazie all’impegno della locale Pro Loco, presieduta dal giovane Cristian Strazza, e dell’Amministrazione Comunale, Apt e Regione Basilicata, a Rionero in Vulture si è rivissuta l’atmosfera del brigantaggio post-unitario. 

“Briganti o Migranti”, si intitola così la tre giorni dedicata alla figura di Carmine Crocco, svoltasi il 13, 14 e 15 Ottobre scorsi, che ha richiamato un gran numero di visitatori provenienti dall’intero Sud Italia. 

Dopo il grande successo della seconda edizione, un vero e proprio boom di spettatori (circa 2000 in totale) ha potuto attraversare le strette vie del centro storico per riscoprire i momenti più significativi della storia del Generale dei Briganti Carmine Crocco. 

 Filo conduttore di questa edizione è stato il “fato” ovvero i motivi che hanno spinto il ribelle rionerese a darsi alla macchia e combattere contro l’esercito piemontese. 12 le scene allestite nel Rione Costa: processo a Carmine Crocco, il fiume, l’infanzia, Crocco e il P…

Rionero. UNILABOR Inaugurazione Anno Accademico 2017-2018

Domani, 13 ottobre, alle ore 17,00, presso il Palazzo Giustino Fortunato si terrà la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico 2017-18 dell'Unilabor, l'Università delle tre età.  Il saluto inaugurale sarà della Presidente dell'UNILABOR Giuseppina Cervellino. Seguiranno gli interventi di Luigi Di Toro, Sindaco di Rionero e Paola D'Antonio, docente dell'Università di Basilicata. Maria Luigia Bozza del direttivo UNILABOR, presenterà i docenti, e illustrerà i corsi e i docenti.  Buon Anno Accademico a tutti i partecipanti dell'UNILABOR.

Pino Di Lucchio

Ordinazione episcopale di S.E. rev.ma Mons. Ciro Fanelli, celebrazione della prima santa Messa Pontificale e presa di possesso della diocesi di Melfi-Rapolla- Venosa

Sarà celebrato mercoledì 18 ottobre 2017, alle ore 17.00 , presso la Basilica Cattedrale di Lucera, il Rito di ordinazione episcopale di Monsignor Ciro Fanelli , ve- scovo eletto della diocesi lucana di Melfi-Rapolla- Venosa. La solenne Concelebrazione Eucaristica, nella festa li- turgica di san Luca evangelista, sarà presieduta da Sua Eccellenza reverendissima Monsignor Giuseppe Giuliano, vescovo di Lucera-Troia, mentre avrà come con-ordin anti Sua Eccellenza reverendissima Monsignor Salvatore L igo- rio, arcivescovo metropolita di Potenza-Muro Lucano - Marsico Nuovo, e Sua Eccellenza reverendissima Mons ignor Domenico Cornacchia, vescovo di Molfetta-Ruvo- Giovinazzo-Terlizzi, già vescovo di Lucera-Troia. Per l’atteso e- vento sono state in- viate alcune indicazioni da parte dell’Ufficio Liturgi- co Diocesano, secondo cui i fedeli delle parrocchie della diocesi di Lucera-Troia potranno accedere in Cattedrale dalle ore 16,15…

Aspettando "Briganti o Migranti". Rionero 13, 14 e 15 Ottobre

É venuto il nostro tempo! dissero i contadini
Ancor oggi si dice che la reazione fu il frutto dell'ignoranza, ciò sarà vero, anzi è verissimo, ma, a promuovere la reazione vi concorsero pure questi arrabbiati signorotti di provincia, i quali con sfacciata millanteria dicevano: "venuto il tempo nostro". Ed i poveri oltraggiati risposero: "venuto pure il nostro tempo", e cosi' in molti paesi si ebbero uccisioni, assassinii, depredazioni; i frutti della guerra civile. Fui ricevuto in Stigliano dal prete, un grasso parroco, vestito per le grandi occasioni, che mi venne incontro ed offrendomi il Crocifisso a baciare invocò la pietà e la misericordia pei suoi fedeli rimasti in paese. 

Prevaleva in me e nei componenti la mia banda un sentimento di religione che ci faceva timorosi di fronte a Dio; ognuno di noi aveva appeso al collo il sacro abitino coll'immagine della Madonna, ch'egli invocava a salvezza della vita ne' conflitti, onde la preghiera del pr…

A Ruvo del Monte un polacco ucciso per motivi passionali

Un cittadino polacco di 39 anni è stato ucciso la notte scorsa a Ruvo del Monte al termine di una lite per motivi passionali con un rumeno. Il tutto è avvenuto durante una cena, dove era presente un terzo amico, anche lui rumeno. A quando sembra, dopo è scoppiata una lite, finita in tragedia. I Carabinieri - coordinati dal pm di Potenza Vincenzo Lanni, che si è recato sul posto - hanno arrestato un romeno di 42 anni.
Pino Di Lucchio

CORSO DI COMUNICAZIONE RADIOFONICA Relatore Massimo Cervelli conduttore di radio2 rai Hotel Kiris di Viggiano (PZ) 25 e 26 Novembre 2017

Massimo Cervelli conduttore dal 1998 di radio2 rai presso la Sala Congressi dell’Hotel Kiris di Viggiano (PZ) il 25 e il 26 Novembre 2017 terrà un Corso di comunicazione radiofonica-Come diventare DJ e conduttori radiofonici. Il seminario si articola in due giornate, per una durata complessiva di 16 ore: 8 ore il sabato e 8 ore la domenica, dalle 9:00 alle 13.00 e dalle 14:00 alle 18:00. Il corso di comunicazione radiofonica è rivolto a speaker professionisti, amatoriali e aspiranti che vogliono migliorare la tecnica di conduzione radiofonica e scoprire i metodi di una comunicazione efficace e diretta. Durante le due giornate il conduttore di radio2 rai svolgerà un vasto programma strutturato in due parti: teorico e pratico. La prima parte sarà dedicata alla costruzione di una scaletta di un programma radiofonico e musicale, all’intervista, alla costruzione di un intervento radiofonico partendo da una notizia, alle tecniche di Presentazione di un evento Live e alle tecniche di dizion…

Ad ottobre "Programma Senior" in tutti gli uffici postali della provincia di Potenza

Per tutto il mese di ottobre una campagna dedicata agli over 60  Fino al 31 ottobre, in tutti gli uffici postali di Potenza e provincia, è in corso la campagna “Programma Senior”, l’iniziativa che si rivolge alla clientela over 60 contenente informazioni utili a conoscere la speciale offerta di Poste Italiane. Una delle principali informazioni che in questo mese verranno ricordate ai clienti senior riguarda l’assicurazione gratuita sul furto di contante nelle due ore successive alla riscossione della pensione per tutti coloro che hanno accreditato il rateo sul tradizionale libretto di risparmio o sul conto BancoPosta. E’ stato inoltre realizzato un pacchetto di servizi dedicati con particolari agevolazioni in promozione che vanno dalle molteplici soluzioni di telefonia fissa e mobile, alla polizza assicurativa “PostaProtezione Infortuni Senior” al prestito “Quinto BancoPosta Pensionati”. In Italia sono oltre 13 milioni i residenti con un’età super…

Il comitato provinciale Unicef di Potenza avvia la campagna Pigotta 2017 per salvare migliaia di bambini in tutto il mondo

Nella provincia di Potenza con la Pigotta dell’Unicef si salva la vita a migliaia di bambini. Da sabato 14 ottobre il presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza Mario Coviello con Anna Maria Giambrocono ha avviato la campagna delle pigotta 2017. La Pigotta® è una bambola di pezza, una bambola speciale che può salvare la vita di un bambino.
Le Pigotte, in dialetto lombardo, erano le bambole di pezza del dopoguerra; dal 1999 sono  le bambole dell’UNICEF, uniche ed irripetibili. Sono realizzate a mano con fantasia e creatività da nonni, genitori e bambini, a casa, a scuola, presso associazioni e centri anziani di tutta Italia. Con una donazione minima di 20 € tutti possono adottare una Pigotta e sostenere l’UNICEF e i suoi programmi salvavita. Ogni Pigotta apre un cerchio di solidarietà che unisce chi ha realizzato la bambola, chi l’ha adottata e il bambino che, grazie all’UNICEF, verrà inserito in un programma di lotta alla mortalità infantile denominato "Strategia Acceler…

Il lucano Nicola Nigro, di Rionero in Vulture, conquista una bella vittoria al campionato di corsa automobilistico di Greccio (Rieti)

Grande vittoria per il pilota rionerese Nicola Nigro in gara lo scorso weekend al 16°Slalom Nazionale di Corsa su Strada automobilistico di Greccio, provincia di Rieti, località nota per il presepe più antico del mondo, voluto da San Francesco D’Assisi. 
Classificandosi al 1°posto in classifica e 1° di gruppo, a bordo della sua Citroën Saxo VTS 1.600 16v Gr. N3 sfidando concorrenti in classe di rilevanti capacità, piazzandosi così al gradino più alto in classifica. 


Che dire, dopo il 1° posto di slalom di Forino e quest’altra vittoria del 2017,auguriamo al nostro pilota lucano una carriera piena di soddisfazioni. 
Lorenzo Zolfo

TG7 Basilicata Supplemento a SIDERURGIKATV testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. Num. Reg. Stampa 470