Passa ai contenuti principali

Presentata la Campagna di comunicazione #HoSceltoUnibas e i dati Almalaurea

Per la prima volta nella sua storia, l’Università della Basilicata realizza una campagna di comunicazione per le iscrizioni all’anno accademico 2017-2018 scegliendo come protagonista la comunità accademica, “immortalando” nelle grafiche gli studenti, che raccontano la loro università attraverso l’hashtag
#HoSceltoUnibas, con due ospiti d’eccezione - la Rettrice, Aurelia Sole, e il docente di Geografia economico-politica, Luigi Stanzione – per valorizzare le potenzialità dell’Ateneo, le sue strutture e tutti i vantaggi di un’Università piccola, “su misura” per gli iscritti, che non sono quindi solo semplici numeri di matricola ma protagonisti del percorso di studi. La campagna di comunicazione è stata presentata stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, a cui ha partecipato la Rettrice, Aurelia Sole, e il direttore generale dell’Ateneo, Lorenzo Bochicchio.


La campagna - a cura di Davide De Paola (Ufficio Stampa Unibas), Mimmo Colucci (Bloop Srl) e Antonio Candela (Universosud) - racconta quindi l’Ateneo dal punto di vista degli studenti, proseguendo il filo logico iniziato con la campagna “Unibas, storie di numeri primi”, che presentava i laureati nell’Unibas che oggi occupano posti di prestigio in vari ambiti, dalle istituzioni alle imprese. #HoSceltoUnibas nasce per concentrarsi prima di tutto sulle piattaforme digitali, (media, social, blog e siti delle testate giornalistiche) con nove grafiche, per descrivere alcuni aspetti dell’Ateneo in modo innovativo e con slogan sintetici, parlando prima di tutto alle future matricole e alle loro famiglie. 


Sette slide vedono come “attori” gli iscritti ai corsi dell’Unibas, per descrivere le strutture dell’Ateneo (laboratori e apparecchiature innovativi e “immersi nella cultura”), l’attenzione nei confronti di tutti gli studenti – il punto di forza di un’università “su misura”, in cui i giovani non sono semplicemente matricole – il valore aggiunto di Matera Capitale della cultura per il 2019 come “laboratorio a cielo aperto”, una comunità accademica che “realmente” è costantemente al fianco di ogni iscritto, richiamando anche la celebre serie tv americana “Modern Family”, per descrivere un Ateneo inclusivo, ben strutturato e al passo con i tempi, e un campus accogliente e attrezzato. 


L’obiettivo è quindi quello di “narrare” l’Unibas attraverso la voce dei suoi componenti, basando gli slogan – diretti a un “target” giovanile tra i 17 e i 25 anni, e di adulti tra i 45 e i 60 anni, che si informano principalmente sui siti web e sulle piattaforme social (70%), attraverso il “passaparola” (20%) e tramite tv e giornali (10%) – sulle potenzialità dell’Unibas e sui dati forniti da Almalaurea negli ultimi anni. “I dati Almalaurea – ha detto la Rettrice dell’Unibas, Aurelia Sole – sono preziosi perché offrono una ‘fotografia’ annuale e concreta dei nostri laureati e del loro percorso accademico, in sintesi della loro esperienza reale. Anche per il 2017 si conferma l’ampia soddisfazione dei nostri iscritti, che dimostra l’impegno di tutto l’Ateneo, anche e soprattutto su un principio fondamentale: lo studente è sempre al centro di tutte le nostre attività ed è seguito individualmente in ogni aspetto della sua formazione. Su queste basi è stata anche strutturata la nostra prossima campagna di comunicazione, in cui i nostri studenti saranno i ‘testimonial’ esclusivi per promuovere quello che è, prima di tutto, l’Ateneo che vivono quotidianamente”.

IMMATRICOLAZIONI IN AUMENTO – Negli ultimi anni le iscrizioni nell’Unibas sono costantemente cresciute (3% nell’anno accademico 2015/2016 e 3% nell’anno accademico 2016/2017): il 22% degli studenti proviene da fuori regione, sfatando quindi il “mito” di un’Unibas che non attrae iscritti dai territori limitrofi.

TASSE TRA LE PIU’ BASSE IN ITALIA – L’Ateneo lucano negli ultimi anni ha subito pesanti tagli dal ministero, e dal 2008 il Fondo di finanziamento ordinario (Ffo) - ovvero il finanziamento statale che costituisce la principale fonte di entrata per le università italiane – si è ridotto di più del 17%: nonostante il periodo di crisi, però, l’Unibas non ha aumentato le tasse (che restano tra le più basse nel Paese), mantenendo una “no tax area” in cui rientrano il 30% degli iscritti, vantaggi per gli studenti meritevoli e sostegno per quelli svantaggiati.

I DATI ALMALAUREA - Anche per il 2016 si conferma il giudizio ampiamente positivo degli studenti dell’Università della Basilicata sull’Ateneo, sui corsi e sulle strutture. Il 91% dei laureati dello scorso anno – secondo il 19/o “Rapporto sul Profilo e sulla Condizione occupazionale” dei laureati del 2016, realizzato dal Consorzio Almalaurea su 71 Atenei italiani - si è detto soddisfatto del corso di studi frequentato e del rapporto con i docenti (rispetto a una media nazionale dell’86% circa), delle aule (76,2%, a fronte di una media nazionale del 70,2%) e delle postazioni informatiche (gradimento al 78,4%, media nazionale 73,9%). Il 22% dei laureati dell’Unibas proviene da fuori regione. Passando al profilo occupazionale dei laureati Unibas nel 2015, sugli “Aspetti ritenuti rilevanti nella ricerca del lavoro” nella carriera universitaria la valutazione predominante è quella dell’acquisizione “di professionalità (80,5% vs. 76,9% nazionale), seguita dalla “possibilità di carriera” (70,6% vs. 64,9% nazionale). La grande maggioranza dei laureati triennali dell’Unibas (63% circa) sceglie poi di proseguire gli studi, quindi il tasso di occupazione per questa categoria è più basso della media nazionale (tre su dieci rispetto al 42% della media italiana). Il dato sale al 48% se si considerano i triennali che hanno cercato lavoro. Il 43% degli occupati (sempre per i laureati triennali, a un anno dalla laurea) può contare su un lavoro a tempo indeterminato (compreso quello a tutele crescenti), mentre il 12% svolge un’attività autonoma. Più in generale, la retribuzione è in media di 950 euro mensili netti. Per i laureati magistrali a ciclo unico nel 2016 si registra un valore positivo rispetto al resto d’Italia: il 35,6%, infatti, ha già un lavoro rispetto a una media nazionale del 33,8%. L’80% dei laureati in Scienze della Formazione primaria nell’Unibas è già al lavoro. A un anno dalla laurea, sempre secondo la ricerca di Almalaurea, il 51% dei laureati magistrali biennali è occupato (sono compresi anche coloro che sono in formazione retribuita). Anche i tempi di ingresso nel mercato del lavoro sono quasi identici alle medie nazionali: il laureato Unibas 2015 impiega un mese dalla laurea all'inizio della ricerca del primo lavoro (0,9 la media nazionale), 3,6 mesi dall'inizio della ricerca al reperimento del primo lavoro (3,1 media nazionale) e 4,6 mesi dalla laurea al reperimento del primo lavoro 4,6 (4 mesi la media nazionale).


L’OFFERTA DIDATTICA – Per il prossimo anno accademico saranno attivi nell’Unibas 14 corsi di laurea – sede Potenza: Biotecnologie, Chimica, Scienze Geologiche, Economia Aziendale, Matematica, Scienze e tecnologie informatiche, Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria meccanica, Studi umanistici, Scienze forestali e ambientali, Tecnologie agrarie, Tecnologie alimentari; sede Matera: Operatore dei beni culturali, Paesaggio, ambiente e verde urbano – tre corsi di laurea magistrale a ciclo unico - Potenza: Farmacia; Matera: Architettura e Scienze della formazione primaria – 14 corsi di laurea magistrale, di cui due di nuova attivazione - Potenza: Biotecnologie per la diagnostica medica, farmaceutica e veterinaria, Scienze chimiche, Ingegneria civile, Ingegneria informatica e delle tecnologie dell'informazione, Ingegneria meccanica, Ingegneria per l'ambiente e il territorio, Matematica, Scienze forestali e ambientali, Scienze e tecnologie agrarie, Scienze e tecnologie alimentari, Filologia Classica e Moderna (nuovo corso), Scienze filosofiche e della comunicazione, Storia e civiltà europee; Matera: Scienze Antropologiche e Geografiche per i Patrimoni Culturali e la Valorizzazione dei Territori (nuovo corso) – quattro corsi internazionali di laurea magistrale, di cui uno di nuova attivazione - sede Potenza: Economia delle risorse naturali e culturali, Geoscienze e Georisorse, Gestione sostenibile della qualità alimentare; sede Matera: Archeologia e Storia dell'Arte (nuovo corso) – e la Scuola di specializzazione in beni archeologici con sede a Matera

STAGE, ERASMUS, CORSI E TIROCINI – l’Unibas mette a disposizione un centinaio di laboratori per la ricerca e la didattica, campagne per scavi archeologici, laboratori sperimentali di campo, cinque dottorati di ricerca (più altri due consorziati), per circa 40 borse l’anno, decine di progetti di internazionalizzazione e di collaborazione con Atenei europei e internazionali, e un programma Erasmus – circa 120 accordi quadro e specifici di cooperazione scientifica e didattica con università e centri di eccellenza di ricerca in tutto il mondo - che garantisce a tutti i richiedenti Unibas il soggiorno all’estero, ai quali va un sostegno economico aggiuntivo dell’Ateneo.


Commenti

Post popolari in questo blog

MISS IN4MISSIMA in BASILICATA: terza tappa a SAN NICOLA DI MELFI

Dopo Gravina in Puglia e Filiano, terza tappa delle selezioni in Basilicata del concorso nazionale di bellezza 'Miss In4missima', evento spettacolo con intrattenimenti e attrazioni, di scena a San Nicola di Melfi, di fronte lo stabilimento Fiat Sata, presso l'atrio all'aperto del Ristorante Pizzeria 'Happy Days' di Gianluca Bisceglia, dopo il buon esito degli ultimi due anni. Una nuova sfida per conoscere altre 4 miss finaliste regionali che hanno guadagnato l'accesso alle nomination per la finale regionale di fine agosto, valida per le aventi diritto di rappresentare la nostra regione alla kermesse nazionale in Emilia Romagna a Riccione dal 4 al 9 Settembre. Nel corso della riuscita serata non sono mancati gli ospiti, tra cui la partecipazione straordinaria del comico Uccio De Santis, dalla fortunata serie tv del 'Mudù' con il suo esilarante, divertente e coinvolgente show di cabaret, con presentazione di Antonio Petrino, con ospiti il cantante Gi…

Lavello. Un successo lo spettacolo per grandi e piccoli dello scrittore Gianluca Caporaso di Potenza.

Tanta gente ha riempito il Museo dell'Antiquarium della cittadina lavellese per assistere allo spettacolo portato in scena da Gianluca Caporaso. 

Gianluca Caporaso, originario di Potenza, ha raccontato le sue storie e le storie provenienti dai Paesi del Mondo e dai grandi autori della letteratura classica. Il suo racconto ha spaziato da Filemone e Bauci di Ovidio alle letture dei suoi testi, pensati a misura di bambino. 

L’interazione vivace con i bambini attraverso il coinvolgimento nella costruzione di nuove storie ha riempito di entusiasmo il Museo Civico Antiquarium. Il sostegno dell’amministrazione comunale all’evento nella persona dell’assessore alla cultura Luigia Carlone ha sottolineato l’importanza della partecipazione attiva della comunità nella costruzione di momenti culturali, soprattutto quando permettono di avvicinare i più piccoli alla lettura. 

Con l’organizzazione dell’evento [una fantastica notte in Museo] l’associazione Mac ha dato ancora una volta evidenza di qua…

“OGGI E’ SABATO.. SI VA A RAPONE”. NEL PAESE DELLE FIABE OTTO APPUNTAMENTI DAL 21 LUGLIO AL 2 SETTEMBRE

“Oggi è sabato… si va a Rapone”: s’intitola così l’evento culturale promosso dal Comune di Rapone volta a valorizzare il territorio raponese e far conoscere a tutti la bellezza, la storia e le peculiarità del “Paese delle Fiabe”. Dal 21 luglio fino al 2 settembre ben 8 appuntamenti nel grazioso ed accogliente centro lucano, con tante iniziative pronte a deliziare e divertire i visitatori di ogni età. 

Perché il sabato? Secondo la tradizione popolare, il sabato le masciare (secondo le fiabe, donne che nella vita di tutti i giorni sembrano persone normali, ma che nella notte tra sabato e domenica si spalmano con un particolare unguento che le permette di passare sotto le porte e di volare) sospendevano le loro attività per recarsi al leggendario Noce di Benevento per partecipare al Sabba. I contadini allora, per ingannare le streghe ed evitare le loro fatture, solevano dire "oggi è sabato" in tutti i giorni della settimana. 

Ma l’organizzazione, ironicamente, non vuole far corre…

Calcio. Scopriamo i primi nomi della nuova C.S. Vultur 1921

Dalla pagina Facebook di Giuseppe Grande, scopriamo i primi acquisti delle nuova C.S. Vultur 1921.



Gabriele Lorusso, attaccante lavellese classe 1995. Lorusso, nelle ultime stagioni sempre sugli scudi con il Lavello nell'Eccellenza lucana e prima ancora con la Berretti del Melfi, arriva a Rionero con un entusiasmo.

Non ha bisogno di presentazioni Luciano Gorga. Il coriaceo centrocampista venosino, una istituzione del calcio lucano, è un esempio di serietà, spirito di sacrificio e capacità di tenere unito lo spogliatoio anche nelle situazioni più delicate, dimostrando sempre quello spirito di attaccamento alla maglia che è requisito primario per chi ambisce ad indossarne una così gloriosa come quella della C.S. Vultur 1921.

Prospero Salvia, centrocampista lucano classe 1990, è ufficialmente un calciatore della C.S. Vultur 1921. Per Salvia è un ritorno in bianconero dopo la breve parentesi melfitana della scorsa stagione.

Michele Marino, attaccante foggiano classe 1992. Marino, ex Fi…

Sequestrati due elicotteri del 118

La Procura di Potenza informa in una nota che "Nell'ambito di una più ampia attività investigativa tutt'ora in corso, militari del Gico della Guardia di Finanza di Potenza hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo d'urgenza emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza, finalizzato al sequestro dei due elicotteri della ditta Babcock, destinati a svolgere il servizio di elisoccorso per il Dipartimento interaziendale regionale emergenza sanitaria (Dires) della Regione Basilicata, in dotazione alle piste di elisoccorso di Potenza e Matera. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza che si è avvalsa anche del supporto tecnico della Sezione aerea della Guardia di Finanza di Napoli e, da ultimo, dell'intervento di personale dell'Enac -Ente nazionale aviazione civile, NdR-, è stato ipotizzato il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti aerei (articolo 432 cp), in relazione all'esec…

Alle finali nazionali "trofeo delle regioni" di Battipaglia, presente anche un giovane di Venosa, Simone Ungolo, risultato il migliore nei rimbalzi

Grande soddisfazione in casa Ungolo-Cutolo della cittadina oraziana, una bella esperienza del figlio Simone di appena 14, frequentante il 1° anno di studio al Liceo Scientifico "Quinto Orazio Flacco", fatta a Battipaglia. E' statoconvocato nella nazionale Under 14 di Pallacanestro "trofeo delle Regioni di Battipaglia". Alto "solo" 1 metro e 90, la Basilicata contro la Puglia, in vantaggio di 16 punti, con la partecipazione saltuaria di Simone per un infortunio subito al naso, aveva a portata di mano una vittoria storica. 

Solo nei supplementari la Puglia ha vinto con Simone in campo e con la divisa rossa di sangue, ha combattuto fino all'ultimo.Simone Ungolo è riuscito a vincere una classifica personale ed a rientrare tra i primi nelle altre classifiche. Nella classifica finale Stefano si è piazzato al 7° posto, nella realizzazione di almeno tre tiri a partita, con 12 canestri, 16 tentativi ed il 75% di score,preceduto da solo 6 giocatori della Lom…

AL VIA LA KERMESSE “OGGI E’ SABATO.. SI VA A RAPONE” SI PARTE SABATO 21 LUGLIO CON NUMEROSI APPUNTAMENTI NEL PAESE DELLE FIABE

Prende il via sabato 21 luglio l’evento culturale promosso dal Comune di Rapone, volto a valorizzare il territorio raponese e far conoscere a tutti la bellezza, la storia e le peculiarità del “Paese delle Fiabe”. Dal 21 luglio fino al 2 settembre ben 8 appuntamenti nel grazioso ed accogliente centro lucano, con tante iniziative pronte a deliziare e divertire i visitatori di ogni età. Sabato 21 luglio sarà questo il programma. 

Dalle ore 10 alle ore 17 visita guidata al museo multimediale "Cera", il Centro di Educazione Rurale Ambientale che si pone come obiettivo quello di far conoscere la cultura rurale, le abilità agro-pastorali e artigiane, attraverso l'incontro con i personaggi delle leggende locali. Dalle ore 18 al via il percorso narrato "L'Intreccio delle Cinque Fiabe” nel meraviglioso ed affascinante parco delle fiabe, che sarà animato tutta la giornata, e protagonisti saranno i bambini che interpreteranno i vari personaggi. Alle ore 21 nella villa comuna…

CRONACA. CONDANNATO AD 8 MESI DI RECLUSIONE PER ABUSO D'UFFICIO, IL PARLAMENTARE ANTONIO PLACIDO, EX SINDACO DI RIONERO IN VULTURE

Antonio Placido, nato in Basilicata, a Potenza, il 29 marzo del 1962, ex sindaco di Rionero in Vulture, in provincia di Potenza, è stato condannato in primo grado per abuso d’ufficio ad otto mesi di reclusione per il dissequestro della cantina D'Angelo della città lucana, tra le più antiche produttrici di Aglianico del Vulture, e annuncia appello. Il parlamentare di "Sinistra Italiana" è stato ritenuto responsabile dal collegio del Tribunale di Potenza,

E' Guerra per l"oro" degli agricoltori e i pastori lucani.

Scarto di produzione dei produttori cerealicoli, consente guadagni facili ma significativi. È la paglia, risorsa economica e appetibile per i raccoglitori in quanto fortemente ricercata dal mercato sia per l’utilizzo nei sistemi di produzione di materiali isolanti sia per gli allevamenti e l’impiego nelle centrali termoelettriche a biomasse. È stata l’egemonia su questa fetta di mercato il motivo del “violento scontro” tra le famiglie di agricoltori-pastori Parrini e Delli Gatti di Melfi, in provincia di Potenza. Una “rapida escalation di violenza” secondo le forze dell’ordine e che, a seguito delle indagini della Procura di Potenza condotte dalla Polizia di stato, ha portato all’esecuzione di quattro misure cautelari personali disposte dal gip del Tribunale di Potenza. Sono finiti agli arresti domiciliari Daniel Parrini e Antonino Delli Gatti - rispettivamente classe 1987 e classe 1996 – insieme a Francesco Parrini e Lorenzo Delli Gatti, classe 1959 e classe 1980.Per questi ulti…

“ I VIGILI DEL FUOCO DI BASILICATA SOLI CONTRO TUTTO E TUTTI"

Le scriventi OO.SS., hanno rappresentato con largo anticipo le preoccupazioni e le peculiarità sulla nuova campagna boschiva 2018 attraverso l’invio di note a i diversi “Enti” competenti sulla materia, a valle dell’esperienza di quella appena trascorsa (2017), che ha messo dura prova il Corpo Nazionale, dove tra l’altro, il Dlgs.177/2016 ha affidato la lotta attiva agli incendi boschivi dall’ex Corpo Forestale ai Vigili del Fuoco. Nonostante la nostra celerità, per definire e migliorare gli aspetti sul nuovo accordo per l’AIB, al fine di proteggere al meglio il patrimonio boschivo d ell’intera Lucania, ad oggi, si registra la MANCATA ATTIVAZIONE DELLA CONVENZIONE ai sensi della L.353/2000 (che affida la competenza sulla protezione delle are e boscate alle regioni) con la Regione Basilicata. Con una nota del 12 lu glio u.s. abbiamo denunciato ai vertici del Corpo ed alla Regione, l’incresciosa ed inaccettabile situazione che vede i vigili del fuoco di Basilicata…