La Notte Nazionale dei Licei Classici metafora di una nuova alba per gli studi classici


E’ ormai alle porte per il Liceo Classico di Rionero in V. un evento significativo, la “Notte Nazionale del Liceo Classico”, appuntamento annuale, sostenuto dal MIUR, nato con l’intento di far rivivere il mondo classico perché lo studio del latino e del greco apre la mente, insegna a ragionare, permette di acquisire una forma mentis analitica, capace di affrontare con consapevole spirito critico le sfide della società. Quest’anno l’evento culturale si svolge in partenariato con RAI Cultura e RAI Scuola che hanno siglato un protocollo d’intesa con l’ideatore e coordinatore nazionale, prof. Schembra, per promuovere una metodologia alternativa di fare scuola. Il considerevole successo del 2018, in virtù della massiccia adesione di 433 licei classici sul territorio nazionale, ha sollecitato la riproposizione dell'esperienza, con l’intento di porre in evidenza la missione sociale e civile del Liceo Classico, pilastro fondante della cultura, della storia e del pensiero europeo. Inoltre, decodificare un testo classico significa mettere in atto un ragionamento complesso che stimola processi analitici, sintetici, intuitivi, gnoseologici, consentendo agli studenti del Classico di conseguire risultati eccellenti anche in ambito scientifico. Noi uomini di oggi, nei confronti della civiltà classica, siamo dei «nani sulle spalle dei giganti», per dirla con Umberto Eco. A Rionero in V. la manifestazione è incentrata sul leitmotiv dell’Amore nell’intensità e varietà delle sue espressioni: Έρως, Φιλία, Άγάπη. Dall’ Έρως, nome greco del dio dell’amore, che i Greci impersonarono in Eros, figlio di Afrodite, espressione del desiderio e della passione, si approderà nel mondo della filìa , che è un sentimento amicale, ed infine all’ agàpe , l’amore cristiano e caritatevole. L’amore è un percorso di speranza, espressione di gioia, argine alla sofferenza. Quante forme d’amore esistono? Esiste l’amore tra gli innamorati, l’amore dei genitori verso i figli, l’amore filiale, l’amore verso chi soffre, l’amore per la natura, per la sapienza... Sono tanti i volti dell’amore, che pervadono la vita di ognuno nel gioco dell’esistenza, in cui l’amore diviene la via salvifica dell’uomo. Con forte convincimento sostengono l’iniziativa la Dirigente Scolastica Dott.ssa Antonella Ruggeri, la direttrice amministrativa Anna Maria Mezzarano, il curatore della regia Dott. Christian Strazza, la referente della manifestazione prof.ssa Masiello ed i colleghi d’Angelo, Mortella, Foti, Ruggiero, Piedilato, Libutti, Cordasco, Posca, Mosca, Allamprese, Calà, Pace e gli studenti tutti del Liceo Classico. Rivolgiamo un sentito invito alla cittadinanza di Rionero e del Vulture a partecipare alla manifestazione di carattere nazionale, per vivere una piacevole serata all’insegna della classicità.

Commenti

Post più popolari