Passa ai contenuti principali

Mediterraneo NO Triv: UN GRIDO DI DOLORE


Nasce spontaneo in me un grido di dolore quando mi rendo conto che non uno, ma tre impianti di trattamento acque stanno per entrare in funzione in Area Industriale di Viggiano; uno è l’impianto denominato Cuozzo , uno è l’Impianto denominato Danella ed infine c’è l’impianto Interno COVA.
Ormai essi nascono come funghi, funghi però assai velenosi perché la loro gestione comporterà l’uso di acidi e di sostanze aggressive e tossiche che circoleranno per la Val D’Agri e per l’intera Basilicata con potenziale pericolo per la salute e l'ambiente.
Sono impianti che dovrebbero separare l’acqua dal petrolio e dalle sostanze inquinanti presenti nella miscela che viene recuperata dal sottosuolo dopo lo sversamento incontrollato di petrolio dell’Agosto 2016 e del Febbraio 2017, oppure che dovrebbero separare e ripulire l’acqua di strato fossile che è stata nel sottosuolo millenni insieme al petrolio, ma che genereranno enormi quantità di scarti e di materiali contenenti alte concentrazioni di inquinanti ( idrocarburi, metalli pesanti e radioisotopi) , materiali questi che dovranno, a loro volta, essere trasportati dove presso impianti che al momento non è dato conoscere,ma che permetteranno certamente a Eni di risparmiare milioni di euro all’anno e di recuperare una parte di quel petrolio sversato in 25 ettari di terreno attorno al COVA.
Il mio grido di dolore nasce però:

Quando mi accorgo che l’Impianto Syndial Interno al COVA potrebbe concludere il suo percorso autorizzativo con la Conferenza di Servizio Autorizzativa convocata in pieno periodo di ferie (27 Agosto 2018) senza che il Sindaco Amedeo Cicala abbia mosso un dito per fermarlo e senza che abbia nemmeno tentato di fare opposizione concreta durante l’iter autorizzativo;

Quando sento il silenzio assordante dei Viggianesi e degli abitanti della Valle che sono stati informati del pericolo di avere veri e propri impianti chimici in Zona Industriale e non hanno protestato e/o reagito disinteressandosi e pensando che poche persone che tengono alla loro terra potessero fermare da soli il famelico cane a sei zampe;

Quando sento i miei concittadini che si lamentano del rumore dell’impianto Cuozzo, già operativo, e che non riescono a dormire per il rumore con le finestre aperte e poi non reagiscono quando stanno per entrare in esercizio altri 2 impianti simili di cui uno, quello del COVA, molto più rumoroso e impattante;

Quando leggo che in Conferenza di Servizio del 21 Maggio 2018, l’ENI afferma che, dovendo collegare con le tubazioni i piezometri realizzati, agli impianti di trattamento, non sarà possibile misurare le quantità di petrolio emunte dal terreno a seguito dello sversamento e nessuno dei tecnici presenti in Conferenza di Servizio batte ciglio davanti ad una tale affermazione priva del più elementare fondamento scientifico, come se tutti dimenticassero che esistono i contatori o i serbatoi tarati o mille altre diavolerie; ;

Quando sento che ENI scolerà, nei pressi del depuratore con la benedizione dell’ ASI, direttamente nel fiume Agri, l’acqua cosiddetta “depurata” proveniente da tali impianti di trattamento Syndial o Simam attuando con i fatti ciò che prevedevo e cioè che tutta l’acqua recuperata non potrà essere riutilizzata nel COVA, come affermava ENI nella richiesta dell’AIA, poiché le ingenti quantità in gioco obbligheranno a scaricarla nell’Agri, prima, e nel Pertusillo poi con un grave effetto accumulo di metalli pesanti residui, radioisotopi e idrocarburi, è già perché, per quanto quell’acqua possa essere stata depurata conterrà sempre qualche per cento di metalli pesanti e radioisotopi e,date le ingenti quantità trattate ( migliaia di mc./giorno), tali inquinanti si accumuleranno nel bacino del Pertusillo e finiranno sulle culture agricole pregiate della Val D’Agri e , come acqua ad uso potabile, sulle tavole dei Pugliesi e quando se ne ravviseranno gli effetti e le conseguenze nessuno sarà tardi il responsabile perché, collegialmente, siete tutti responsabili, i burocrati e gli amministartori che non hanno partecipato alle Conferenze di Servizio o che hanno partecipato ma hanno taciuto e i cittadini che non hanno protestato e gli imprenditori, si anche loro, che per 4 soldi di locazione hanno fatto realizzare nel loro lotto simili mostruosi impianti.

Ogni giorno che passa i petrolieri preparano la morte della nostra acqua, del nostro territorio e dei suoi abitanti con il solo palese fine di aumentare i loro profitti, le Amministrazioni rimangono a guardare inefficienti e impreparate drogate dall’effetto Royalties e i cittadini non reagiscono accettando il ricatto del posto di lavoro .
Tutto ruota intorno al Dio Denaro e per esso diventiamo ciechi, sordi e non difendiamo nemmeno quanto di più sacro abbiamo , noi stessi e la nostra famiglia ; da Tutto Questo e contro Tutto Questo si eleva il mio Grido di Dolore che esula da profitti e interessi e vuole solo svegliare le coscienze lucane intorpidite.
Mediterraneo NO Triv 

Antonio Alberti 

Commenti

Post popolari in questo blog

STRADA PROVINCIALE N°18 OFANTINA. VENOSA-GAUDIANO. UN AUTOMOBILISTA PER EVITARE LE NUMEROSE BUCHE, ROMPE LA MACCHINA.

DANNI PER 400 EURO. HA CHIAMATO I CARABINIERI CHE SONO INTERVENUTI E FATTO RIPARARE IL DANNO SUBITO. SONO STATI STANZIATI DEI FONDI, A CHI SI ASPETTA AD INTERVENIRE? 
Venosa Ci risiamo con le strade provinciali, procurano più danni, che benefici. E’ il caso della strada provinciale n° 18, che dalla vicina Puglia conduce a Venosa. Da anni questa strada è piena di buche, non è sicuramente un bel biglietto da visita per chi arriva nella cittadina oraziana, in questo periodo pieno di emigranti e qualche turista che la visita per i suoi bellissimi monumenti archeologici. 

Piu’ volte nel passato è stato denunciato dal nostro giornale il degrado di questa strada. La Regione Basilicata ha stanziato dei fondi per il suo miglioramento, sono trascorsi dei mesi e nulla si vede ancora. Intanto alcuni giorni fa un automobilista che dalla vicina Puglia raggiunge Venosa per motivi di lavoro e’ abbastanza infuriato. F.D. le iniziali sui social ha postato questo commento: “ Volevo ringraziare cal…

Venosa 6 Agosto 2018. Un successo lo spettacolo di danza di fine settimana di ArtFest. Artisti di tutto il mondo hanno entusiasmato il numeroso pubblico presente

Lo scorso 6 Agosto al cine-teatro Lovaglio con il “Gala, invito alla Danza” è stata portata a termine la settimana delle Arti Coreutiche “ArtFest” con ballerini di fama internazionale. Si sono esibiti, davanti ad una platea dalle grandi occasioni, artisti del Teatro alla Scala di Milano (Claudio Coviello,1° ballerino, Vittoria Valerio, Christian Fagetti,Marta Gerani), Teatro dell’Opera di Roma (Michele Satriano, Susanna Salvi), Los Angeles Ballet (Petra Conti) e del Ballet du Capitolu Toulouse (Davit Galstyan). 

Una produzione Etra, a cura di Piergianni Manca e Claudio Coviello. Segreteria d produzione: Pietro Loconte. Coordinamento organizzativo: Walter Madau, Carmen Vella e Sara Defeudis- Coordinamento tecnico: Vincenzo Pacilio. L’evento rientrava nell'ambito della Rassegna Danza Contemporanea 2018 ed è stato realizzato in collaborazione con Teatri Uniti di Basilicata. 

Il programma eseguito:"Anime Salve" con Claudio Coviello,Musica Antonio Vivaldi; "Pipis…

Ieri una data storica per l'auto. Nello stabilimento FCA di Melfi esce l'ultima Punto

Ieri si è chiuso un ciclo per lo storico modello della Punto, che ha segnato la vita di milioni di persone. Un'auto che si è diffusa principalmente tra le famiglie Italiane e nel mondo. Ma è stata anche un riferimento per i giovani, nelle sue versioni più sportive e accattivanti. Un ciclo iniziato nel lontano 1993, concluso ieri 8 Agosto 2018, sul secondo turno lavorativo, nello stabilimento FCA Melfi Plant. Presenti nell'ultima foto di gruppo il Direttore dello Stabilimento di Melfi Nicola Intrevado, lo staff direzionale, gli addetti linea.
Un quarto di secolo, la Fiat Punto ha rappresentato un ponte tra la vecchia e la nuova Fiat. Era il 1993 quando la Fiat Punto raccoglieva la pesante eredità lasciata dalla Uno e si affacciava sul mercato. Capace di catturare da subito l’interesse degli automobilisti, la Punto conobbe da subito un buon successo, aggiudicandosi nel 1995 il premio “Auto dell’Anno” fino a riuscire a superare, nel 1997, le vendite continentali di modelli sacri, c…

A Rapolla l'Associazione "Insieme per un Mondo Unito" propone Vicoli in Festa

Fervono i preparativi dell'Associazione "Insieme per un Mondo Unito" per la manifestazione Vicoli in Festa, che si terrà il 16 Agosto 2018.  Una passeggiata tra i sapori contadini, con Musica, Rappresentazioni Culturali, Giochi e Misteri.  Ricco il programma che parte dalle ore 18.00 con Giochi popolari, Trasformazione del Latte, Esibizione Scuola di Ballo, Rappresentazione della Storia di Rapolla e balli popolari. Dopo ferragosto tutti a Rapolla per gustare e vivere le tradizioni contadine. 

Pino Di Lucchio

CULTURA, CIBO E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO. IL 17 AGOSTO TORNA LA 15ESIMA EDIZIONE DI “LU MUZZ’C” A CURA DELLA PRO LOCO FILIANO

La storia di un territo rio non si legge soltanto nei documenti e nei reperti archeologici, ma si rivive anche nelle manifestazioni con le quali le comunità richiamano alla memoria la cultura contadina che i cambiamenti storici e sociali hanno travolto ma non cancellato. Cultura in senso proprio rivive nella quindicesima edizione della “Giornata tipica del mietitore – Lu Muzz’c”: un evento con al centro il tema della valorizzazione del cibo come strumento di promozione locale. 

“Lu Muzz’c” è una manifestazione enogastronomica che s i tiene il 17 agosto di ogni anno a Filiano ed è organizzata dalla Pro Loco di Filiano, con il patrocinio del Comune di Filiano e dell’UNPLI Basilicata, e con il contributo della Regione Basilicata e dell'A.P.T. di Basilicata. “L’evento Lu Muzz’c - dichiara Vito Sabia della Pro Loco Filiano, uno degli organizzatori storici della manifestazione - rappresenta una chiave di accesso alla comprensione e alla pr…

A Trivigno “Quando il riciclo si fa moda”

Concorso di eco-fashion: 15 stilisti hanno mostrato il loro talento sostenibile. 
Nella notte di San Lorenzo, sotto un cielo di stelle, si è tenuta a Trivigno la terza edizione del concorso di eco-fashion “Quando il riciclo si fa moda”, originale manifestazione a cura della Pro Loco, finalizzata alla valorizzazione di giovani talenti e alla promozione di un concetto di moda creativo e sostenibile. 

A scendere in passerella gli astri emergenti del riciclo (stilisti, sarti e creativi amatoriali), 15 partecipanti che si sono cimentati nella realizzazione di abiti con materiali non convenzionali: camere d’aria, gusci d’uovo, materiale da pasticceria, guanti in lattice, teli TNT e da pittura e molto altro. I concorrenti in gara provenivano dalla regione e non solo: Trivigno, Potenza, Genzano di Lucania, Pignola, Pomarico, Molfetta. Esperienza unica anche per le modelle, preparate dalla Scuola Nazionale e protagoniste di shooting fotografici professionali. 

Ad avere l’arduo compito di …

SUMMER PARTY, moda e cabaret a LAGOPESOLE (PZ).

Evento spettacolo alla vigilia di Ferragosto presso l'area eventi zona PAIP di Lagopesole, proposto e organizzato da Gerardi Pubblicità e Fiere Lucane, il 'Summer Party' con in evidenza moda, cabaret, djset e area food. Ospiti d'eccezione gli attesi cabarettisti del Trio La Ricotta, che riproporranno gli sketch più divertenti e famosi degli ultimi anni per una serata che si annuncia all'insegna della comicità e divertimento. Sulle scene dal 1987, il trio "La ricotta" è diventato un fenomeno nazionale con la riuscita partecipazione alla trasmissione televisiva Zelig. Quel "Zocchè? Zocchè!" che storpia l' espressione inglese "It' s okay" è il simbolo più genuino dell' incapacità dell' uomo medio di adattarsi al progresso ed è ora diventato un tormentone in voga tra gli appassionati. Protagonisti sul palco I fratelli Peppe e Antonio Centola, accompagnati da Mario Ierace, che propongono un' esplorazione divertita tra…

E’ DI RIONERO IN VULTURE IL NUOVO MAIN SPONSOR DEL SODALIZIO MELFITANO

Sarà la società Copy Service di Rionero in Vulture il nuovo Main Sponsor della prima squadra del sodalizio melfitano. Copy Service è stata fondata nel 1996 dove grazie ai buoni risultati ottenuti oggi è leader indiscusso in Basilicata nel settore forniture e assistenza per uffici e, partner unico per alcuni marchi quali Ricoh (macchine per fotocopiatori) e Xerox per le arti grafiche. Giulio Rosati, Amministratore della Società, ha risposto positivamente alla chiamata della Società melfitana. " Credo fortemente nel progetto sportivo che mi è stato illustrato – ha dichiarato Giulio Rosati - . Un progetto sportivo unico nella nostra realtà. Una Società, seppur “giovane” ma con le idee molto chiare la quale ha posto stabili basi per gli obiettivi che si è posta. Sono fiero di poter dare il mio contributo affinché, finalmente, il nostro territorio del Vulture Melfese, possa crescere dal punto di vista sportivo in questa bellissima disciplina.” Inoltre, la prima squadra che parteciper…

Il 17-18 -19 Agosto 2018 prenderà il via a Barile(Pz) nel suggestivo scenario del Parco Urbano delle Cantine, la XII Edizione di Cantinando Wine&Art

Nella settimana di ferragosto, ritorna puntuale a Barile , Cantinando Wine&Art, festival di musica, cultura, tradizioni popolari ed enogastronomia di qualità ad animare il Parco Urbano delle Cantine di Barile, luogo di grande interesse storico naturalistico, scavato nel tufo nel XV secolo e scelto nel 1964 da Pier Paolo Pasolini come set cinematografico per girare quattro scene del film “Il Vangelo Secondo Matteo”. Filo conduttore dell’evento più atteso del Vulture-Melfese che da dodici anni caratterizza le estati lucane è il rubino della nostra tradizione enogastronomica : l’Aglianico del Vulture. La manifestazione, nata nel 2006 grazie all’Associazione Sisma con l’intento di risvegliare e valorizzare le potenzialità e le risorse della propria terra, questo anno è stata organizzata da un gruppo di persone da sempre vicine e partecipi nell’organizzazione, rappresentati dall’Associazione Torymus con il patrocinio del Comune di Barile, l’UNPLI Basilicata e la collaborazione delle as…

Rionero in Vulture. A conclusione della festa in onore di Maria SS. del Carmelo, Giusy Ferreri entusiasma il numeros pubblico presente nel suo "Girotondo Live"

A conclusione della chiusura della festività in onore della Madonna del Carmelo, lo scorso 13 agosto in piazza XX Settembre, si è esibita la bravissima cantante parlemitana Giusy Ferreri nel suo Live “Girovagando”. 

Ad attendere la bella voce di Ferreri migliaia e migliaia di spettatori, in tanti provenienti anche dalle regioni limitrofe. Prima dell’esibizione della cantante, il presidente del comitato festa, il responsabile eventi, il Sindaco Di Toro e la vice Sindaco Pinto hanno ringraziato le associazioni e la popolazione per il contributo dato per questa festa ed hanno consegnato una targa al manager Palmieri, per aver portato una cantante di primo piano a Rionero in Vulture.

Tra i brani eseguiti da Ferreri molto applauditi :”Volevo te”, " L'Amore mi Perseguita",“Novembre”, Come un’ora fa, “Rossi papaveri”, "Nessuno come te mi sa svegliare", “Roma – Bangkok”, “Non ti scordar mai di me”. Durante il concerto, Giusy Ferreri ha ringraziato il numeroso …